Seleziona una pagina
View Calendar
2019-06-27 20:00 - 23:59

DAL 26 AL 30 GIUGNO QUARANTA OSPITI NEL SALENTO PER IO NON L'HO INTERROTTA - RASSEGNA DI GIORNALISMO E COMUNICAZIONE POLITICA 
Dal 26 al 30 giugno tra Lecce e Corigliano d'Otranto torna la quinta edizione di "Io non l'ho interrotta". La rassegna di giornalismo e comunicazione politica cresce rispetto alle precedenti edizioni proponendo ben cinque giorni di seminari mattutini e incontri serali, duespettacoli teatrali su Antonio Gramsci e Danilo Dolci, un documentario su Steve Bannon e una mostra con i disegni della rivista Lamantice - Fiato ai disegni. Tra gli oltre quaranta ospiti Carlo FrecceroMarco DamilanoFerruccio de BortoliMassimo BernardiniPiero GaffuriAboubakar SoumahoroRiccardo Noury, Stefano BartezzaghiLuca Bottura, Attilio RomitaMarianna AprileEva GiovanniniAlessandra SardoniGiovanna PancheriLiliana Faccioli Pintozzi, l'ex sindaco di Predappio Giorgio Frassineti, il sindaco di Lecce Carlo Salvemini, e molti altri.

Da mercoledì 26 a domenica 30 giugno torna tra Lecce e Corigliano d’Otranto la rassegna di giornalismo e comunicazione politica “Io non l’ho interrotta“. Dal 2015, attraverso un ricco calendario di incontri, dibattiti, presentazioni e proiezioni, la rassegna cerca di indagare l’attuale situazione del giornalismo e della comunicazione politica in Italia, con incursioni in Europa, negli Stati Uniti e nel resto del mondo, attraverso l’analisi del linguaggio e dei social, delle parole e dei comportamenti dei giornalisti, della classe politica e degli elettori/utenti. Il programma ospiterà seminari mattutini (dalle 10 alle 13) alle Officine Culturali Ergot di Lecce – in collaborazione, come per le precedenti edizioni, con l’Ordine dei giornalisti della Puglia, validi per il rilascio dei crediti formativi – e incontri serali (dalle 20) nel Castello Volante De’ Monti di Corigliano d’Otranto. Tra gli oltre quaranta ospiti il direttore di Rai2 Carlo Freccero, il direttore e il vicedirettore dell'Espresso Marco Damilano e Alessandro Gilioli, il Presidente della Longanesi Ferruccio de Bortoli, il conduttore di Tv Talk Massimo Bernardini, il Direttore Transformation Office della Rai Piero Gaffuri, il sindacalista Aboubakar Soumahoro, il giornalista e semiologoStefano Bartezzaghi, l'autore di satira Luca Bottura, il caporedattore del TgrPuglia Attilio Romita, l'esperto di innovazione Alessandro Garofalo, il portavoce italiano di Amnesty International Riccardo Noury, il vicedirettore de Il Post Francesco Costa, le giornaliste Marianna AprileAlessandra SardoniEva GiovanniniGiovanna PancheriLiliana Faccioli Pintozzi, l'ex sindaco di Predappio Giorgio Frassineti, il sindaco di Lecce Carlo Salvemini e molti altri. Novità di questa edizione, due spettacoli teatrali (Gramsci. Antonio detto Nino con Fabrizio Saccomanno Digiunando davanti al mare – Per un racconto su Danilo Dolci con Giuseppe Semeraro), il documentario su Steve Bannon (The Brink – Sull’orlo del’abisso di Alison Klayman) e la mostra con i disegni della rivista Lamantice - Fiato ai disegni, ideata dal collettivo CALM e pubblicata da Edizioni Ergot, in collaborazione con il festival "Holm! Editoria e disegno".
 
La rassegna, curata da Pierpaolo Lala, è organizzata da MultiServiceEco in sinergia con CoreACoreBigsurCoolclubConversazioni sul FuturoAssociazione Diffondiamo Idee di ValoreArgentoVivo – Collettivo FotograficoCastello Volante di Corigliano d'Otranto,Associazione NarrazioniAssociazione Culturale Vittorio Bachelet, Officine Culturali Ergot, Holm! Editoria e disegno e Salento Book Festival, co-finanziata dal programma straordinario 2018 in materia di cultura e spettacolo della Regione Puglia (Assessorato industria turistica e culturale - Dipartimento turismo, economia della cultura e valorizzazione del territorio), con il supporto del Comune di Corigliano d’Otranto grazie al contributo del Comitato Regionale per le Comunicazioni (Co.Re.Com.), con il patrocinio dell'Ordine dei giornalisti della Puglia e con la collaborazione di Caroli HotelsVestas Hotels & ResortsAmphitrite B&BPalazzo RolloFanfulla Rooms,Salento Rent e Birrificio B94. Info iononlhointerrotta.com – 3394313397.

PROGRAMMA
La rassegna parte mercoledì 26 giugno dalle 20 al Castello “Volante” di Corigliano d’Otranto con una breve introduzione del curatorePierpaolo Lala e un incontro su "Ricordo, memoria e nostalgia” con Loredana Capone (assessora all’industria culturale e turistica della Regione Puglia), Dina Manti (sindaca di Corigliano d’Otranto), Paolo Paticchio (presidente del Treno della Memoria), Giorgio Frassineti (già sindaco di Predappio), Massimo Bernardini (TvTalk) e Riccardo Noury (Portavoce italiano Amnesty International). A seguire in scena lo spettacolo Gramsci. Antonio detto Nino con Fabrizio Saccomanno che racconta frammenti della vita di uno degli uomini più preziosi del Novecento. Vita assolutamente privata: sullo sfondo, e solo sullo sfondo, il tormentoso rapporto con il PCI e l’internazionale socialista, le incomprensioni con Togliatti e Stalin. E l’ombra di Benito Mussolini.
Giovedì 27 giugno, la seconda giornata prenderà il via alle 10 alle Officine Culturali Ergot di Lecce con l'incontro Dalla teoria alla pratica: Open Data, politica, giornalismo con Riccardo Saporiti (Datajournalist) e Francesco Piersoft Paolicelli (OpenData Manager). In serata dalle 20 al Castello Volante di Corigliano d'Otranto si discuterà di "Posto cose, taggo gente: social network e politica" con Giovanni Ziccardi (Docente di Informatica giuridica all’Università di Milano), Vera Gheno (sociolinguista), Bruno Mastroianni (giornalista, filosofo, autore tv e social media manager), Dino Amenduni (comunicatore politico Proforma). A seguire "Popolo, popolare, populista" conFrancesco Costa (vicedirettore IlPost), Giovanna Pancheri (SkyTg24), Leonardo Bianchi (Vice.com), Riccardo Saporiti (Datajournalist),Gabriele De Giorgi (LeccePrima.it). In chiusura la proiezione del documentario The Brink – Sull’orlo del’abisso di Alison Klayman. La storia di Steve Bannon, stratega di Donald Trump fino alla sua estromissione nell’estate del 2018 e ideologo della nuova destra estremista statunitense.

Venerdì 28 giugno, la terza giornata della rassegna partirà alle 10 dalle Officine Culturali Ergot con Odi et amo: vivere e morire sui social network con Giovanni Ziccardi (Docente di Informatica giuridica all’Università di Milano), Vera Gheno (sociolinguista), Bruno Mastroianni (giornalista, filosofo, autore tv e social media manager). La serata prenderà il via alle 20 al Castello “Volante” di Corigliano d’Otranto con la presentazione del libro "Ci Salveremo. Appunti per una riscossa civica" del giornalista Ferruccio de Bortoli (Editorialista Corriere della Sera – Presidente Longanesi) che dialogherà con Carlo Salvemini (sindaco di Lecce) e Paola Moscardino (giornalista La7 e Corriere del Mezzogiorno). A seguire La “verità” nell’informazione e nella comunicazione con Felice Blasi (VicePresidente Corecom Puglia),Piero Gaffuri (Direttore Transformation Office – Rai) e Alessandro Garofalo (esperto di innovazione). In chiusura Europa Europa: le elezioni pericolose con Thierry Vissol (economista e storico), Ubaldo Villani-Lubelli (docente di Storia delle Istituzioni politiche dell’Università del Salento), Alessandro Gilioli (L’Espresso), Eva Giovannini (Rai2), Liliana Faccioli Pintozzi (SkyTg24).

Sabato 29 giugno, la quarta giornata inizierà alle 10 dalle Officine culturali Ergot con due incontri. Dalle 10 alle 11:30 Giornalismo, comunicazione e crossmedialità con Piero Gaffuri (Direttore Transformation Office – Rai) e Alessandro Garofalo (esperto di innovazione).Dalle 11:30 alle 13 i seminari mattutini si concluderanno con La comunicazione politica aiuta a vincere? con i comunicatori Alessandro Tartaglia (FF3300 – La Scuola Open Source) e Matteo Serra (PazLab). In serata si parte alle 20 dal Castello Volante di Corigliano d'Otranto con la presentazione di Banalità. Luoghi comuni, semiotica, social network di Stefano Bartezzaghi (La Repubblica) che dialogherà con Alessandra Sardoni (La7). A seguire "Fata e strega. Conversazioni su televisione e società" con il direttore di Rai2 Carlo Freccero. In chiusura lo spettacolo Digiunando davanti al mare – Per un racconto su Danilo Dolci di e con Giuseppe Semeraro.

La serata finale di domenica 30 giugno si aprirà alle 20 al Castello di Corigliano d'Otranto, in collaborazione con Salento Book Festival, con la presentazione del volume "La Repubblica delle Stragi" di Salvatore Borsellino intervistato da Lara Napoli. A seguire il sindacalistaAboubakar Soumahoro dialogherà del suo recente volume Umanità in rivolta. La nostra lotta per il lavoro e il diritto alla felicità(Feltrinelli) con Marco Damilano. Il direttore dell’Espresso sarà poi tra i protagonisti dell'incontro finale "Un anno di talk" con Massimo Bernardini (Tv Talk), Attilio Romita (Caporedattore TgrPuglia), Marianna Aprile (Oggi), Lorena Saracino (presidente Corecom – Puglia) eLuca Bottura (autore satirico e giornalista).

PRECEDENTI EDIZIONI
Nelle prime quattro edizioni la rassegna ha ospitato, tra gli altri, i giornalisti Marco Damilano, Riccardo Luna, Marino Sinibaldi, Alessandra Sardoni, Paolo Celata, Filippo Ceccarelli, Federico Mello, Luca Sofri, Bruno Mastroianni, Matteo Grandi, Udo Gümpel, Liliana Faccioli Pintozzi, Francesco Costa, Antonello Caporale, Angela Mauro, Francesca Paci, Marianna Aprile, Wanda Marra, Antonio Sofi, Eric Jozsef, Alessandro Gilioli, Eva Giovannini, Giovanna Pancheri, Danilo Lupo, il direttore della Treccani Massimo Bray, Diego Zoro Bianchi, il magistrato Eugenio Albamonte, i comunicatori e consulenti politici Dino Amenduni, Giuseppe di Caterino, Francesco Nicodemo, Serena Fortunato, Gennaro Pesante, i docenti e ricercatori universitari Vera Gheno, Ubaldo Villani Lubelli, Daniele De Luca, Luca Bandirali, Stefano Cristante, Edoardo Novelli, Stefano Bartezzaghi, il diplomatico italiano Alessio Liquori, gli autori di satira Giorgio Lauro, Luca Bottura, Antonello Taurino e Adelmo Monachese, gli esperti di Open Data Vittorio Alvino e Daniele De Bernardin (Open Polis), l'economista del Centro Comune di Ricerca della Commissione Europea Andrea Conte e molti altri ospiti. La rassegna ha dunque coinvolto le maggiori testate italiane (La Repubblica, La Stampa, Il Fatto Quotidiano, L’Espresso, Agi, Radio1, Radio2, Radio3, Radio Capital, La7, Sky Tg24, Rai3, IlPost.it, Huffington Post) e alcuni tra i più interessanti studiosi e protagonisti dell’argomento.

 

Info iononlhointerrotta.com - 3394313397

Related upcoming events

  • 2019-10-17 21:00 - 2019-10-17 23:59

    Teatro Politeama Greco

    Viale XXV Luglio, 30, 73100 Lecce
    CARMEN di Georges Bizet
    Conversazione sull'opera a cura di Eraldo Martucci
    Giovedì 17 ottobre ore 18.30
    Foyer del Teatro Politeama Greco

    In attesa del capolavoro di Bizet, in programma al Teatro Politeama Greco di Lecce il 19 ottobre (alle 20.45) e il 20 ottobre (alle 18), ci sarà come di consueto la conferenza di presentazione che guiderà il pubblico alla scoperta dell’opera.
    A intervenire sull’argomento, giovedì 17 ottobre alle 18.30, nel foyer del teatro, sarà il critico musicale Eraldo Martucci. L’incontro (con esempi audio e video), dal titolo “Carmen di Georges Bizet. Conversazione sull’opera”, è realizzato in collaborazione con il Teatro Politeama Greco, l’Associazione Amici della Lirica “Tito Schipa” e l’Associazione Festinamente. Ingresso libero

    “Carmen” è una nuova produzione con Giandomenico Vaccari per la regia, le coreografie di Elisa Barucchieri e le scene di Pier Paolo Bisleri, realizzate da immagini multimediali a cura di Leandro Summo. La regia e la drammaturgia dell’opera si ispirano, in questa edizione, al libro “Carmen Adorata. Psicoanalisi della donna demoniaca” dello psichiatra italiano Franco Fornari.
    Sul podio salirà Jacopo Sipari di Pescasseroli, già apprezzato in altri concerti con l’OLES. Nel ruolo del titolo debutterà a Lecce il mezzosoprano Annunziata Vestri, da diversi anni protagonista nei maggiori teatri internazionali. Don José sarà il tenore Rubens Pelizzari, recentemente ottimo Cavaradossi nella Tosca del Petruzzelli. Il baritono rumeno Stefan Ignat si calerà nei panni di Escamillo, mentre Micaëla verrà interpretata dal soprano brindisino Angela Nisi, applaudita Musetta nella Bohème andata in scena per l’edizione 2018 di «Opera in Puglia». Il Coro Opera in Puglia è diretto da Emanuela Aymone.

    Informazioni, abbonamenti e biglietti presso la biglietteria del Teatro Politeama Greco di Lecce: tel. 0832.241468 / biglietteria online: www.politeamagreco.it.

    "Opera in Puglia” è finanziata nell’ambito della “Valorizzazione della cultura e della creatività territoriale-Il sistema musicale in Puglia” a valere sulle risorse FSC Puglia 2014-2020 - Patto per la Puglia, Area di intervento IV “Turismo, cultura e valorizzazione delle risorse naturali”.

  • 2019-10-17 21:30 - 2019-10-17 23:59

    Casanova Pub Birreria Pizzeria

    VIA Indipendenza 55, 73027 Minervino di Lecce
    Il "Miscela 3% Word Tour" torna al Casanova di Minervino di Lecce - Una serata di musica e ilarità in compagnia dei classici del rock italiano e non solo, in divertenti medley, tra canzoni della nostra gioventù e svolte inattese! IMPERDIBILE!
  • 2019-10-17 22:00 - 2019-10-17 23:59

    viale Università

    Lecce

    Quando la musica unisce, si vede. Da come un gruppo tiene il palco e dalla personalità di ognuno. E 🚧giovedì 17 ottobre 🚧 ve lo dimostreremo con un live dalle sonorità molto interessanti...

    Ospiti di un altro giovedì notte questa volta saranno i Victoria and the Winemakers , band pop-soul pugliese nata nel 2011 dall'incontro di Mino Petruzzelli (batteria) e Alessandro Accardi (chitarra) con Vittoria Impedovo e Antonio Vinci (tastiere), quattro musicisti che condividendo lo stesso mood ad un certo punto decidono di puntare su un nuovo progetto artistico dalle identità blues, soul e pop.

    Tutto nasce per caso, quando i primi due, dopo molte collaborazioni e tour con artisti come Patty Pravo, Andy J Forest, Syl Johnson e Ronnie Jones, si incontrano e cominciano un percorso musicale insieme che li vedrà coinvolti in diversi progetti tra i quali quello con Nicola Conte. Poi l'incontro per magia con Vittoria e con il polistrumentista Antonio (The Octopus) sancisce l'inizio dei concerti e dei live della band.

    Così, nel 2015, arriva il loro primo tour fuori dall'Italia nei migliori clubs di Londra tra i quali Proud Camden, Jazz After Dark, Fiddler's Elbow, solo per citarne alcuni. La produzione del brano "In the Family" li lancia nel mondo della radio su oltre 200 radio locali italiane e 5 network europei. E nel 2016, selezionati da Red Ronnie, partecipano al live di FIAT Music Tour.

    Giovedì, tra le nostre mura, presenteranno alla città "I'M INTO THAT" (Phony Art Records/Believe Digital), il loro primo ep d'esordio, un disco pop ma profondamente rock nelle intenzioni e soul nell'anima.

    Pronti a respirare un po' d'aria internazionale?

    🚧 Start h 22 🚧
    Ingresso gratuito come sempre, birra in mano.
    \
    Direzione artistica a cura di Titti Stomeo - TTevents.

  • 2019-10-17 21:30 - 2019-10-17 23:59
    Officine Cantelmo

    Viale Michele De Pietro, 73100 Lecce

    Maria Antonietta e Giorgio Poi sono i primi due ospiti confermati di SEIYoung, una nuova rassegna promossa da CoolClub.it con il sostegno di Mibac e di SIAE nell'ambito del programma "Per chi crea", dedicata a giovani band e artisti under 35.

    📆 Giovedì 17 ottobre (ore 21.30 - ingresso 5 euro) le Officine Cantelmo di Lecce ospiteranno la cantautrice marchigiana Maria Antonietta con un reading/concerto ispirato dal suo libro d'esordio “Sette ragazze imperdonabili” (Rizzoli). Affiancata da Daniele Rossi (chitarra baritona, violoncello, tastiere e banjo) proporrà letture musicate e canzoni tratte dal suo repertorio suonate in una veste del tutto inedita.

    “Sette ragazze imperdonabili” è un omaggio alle sue sorelle maggiori Cristina Campo, Etty Hillesum, Antonia Pozzi, Emily Dickinson, Sylvia Plath, Marina Cvetaeva, Giovanna d’Arco. Femmine radicali, impazienti, oneste e spesso antipatiche, che l’hanno ispirata negli anni e alle quali ha voluto dedicare una serie di racconti e poesie.

    "Le protagoniste difendono la propria vocazione, il proprio tesoro, i propri segreti, difendono la propria complessità", ha dichiarato la cantautrice in una intervista su La Repubblica XL. "Per rendere giustizia a loro stesse e alla loro complessità non cedono alle semplificazioni, si accollano il rischio, sempre e continuamente, di risultare radicali e antipatiche. A volte anche la ribellione è uno stereotipo, ed è stupendo percepire come anche in questa tensione a non conformarsi, in loro non ci sia nessun clichè all’opera. Nessuna retorica”.

    Maria Antonietta, al secolo Letizia Cesarinii, è una cantautrice nata a Pesaro nel 1987. Innamorata del regno animale e vegetale e appassionata di studi di genere, di arte medievale, di poesia e teologia, cerca costantemente di far quadrare tutte le sue passioni all’interno della sua opera (il che è come costruire una cattedrale, difficile).
    Dopo aver auto prodotto il suo primo disco nel luglio 2010 Marie Antoinette wants to suck your young blood e dopo aver fondato il progetto shoegaze Young Wrists nella sua Pesaro, confeziona l'esordio (omonimo) in italiano registrato e prodotto da Dario Brunori nel 2012.
    Nel frattempo scrive un racconto, Santa Caterina al Sinai, pubblicato da Minimum Fax per l'antologia Cosa volete Sentire.
    Seguono un lungo tour che dura quasi un anno e mezzo, un brano come Animali (con inclusa una cover di Gigliola Cinquetti) e poi il secondo album Sassi, prodotto insieme ai fratelli Imparato, che esce nel marzo 2014 per la Tempesta Dischi.
    A seguito del tour Maria Antonietta, accompagnata dai musicisti del gruppo Chewingum, decide di re-incidere i brani di Sassi in chiave elettronica, il risultato è l'EP Maria Antonietta Loves Chewingum del 2015.
    Dopo oltre 100 spettacoli dal vivo in poco più di sette mesi in Italia e un tour europeo, trascorre un anno a scrivere la sua tesi di laurea in Storia dell'Arte dedicata alle pratiche sommerse della creatività femminile, poi confeziona un singolo per i Tre Allegri Ragazzi Morti E invece niente e tiene una serie di reading dedicati alle sue poetesse del cuore (Dickinson, Plath, Cvetaeva, Campo…).
    A Gennaio 2018 esce il nuovo singolo “Deluderti” (brano più ascoltato nella Viral di Spotify) che anticipa il nuovo omonimo album pubblicato a Marzo, a cui segue un tour di successo nei principali club e festival italiani. A Gennaio 2019 chiude il tour con due soldout a Roma e Milano duettando con Brunori Sas, Calcutta, Francesca Michielin e Tre Allegri Ragazzi Morti.
    A Marzo 2019 è uscito il suo primo libro per Rizzoli, “Sette ragazze imperdonabili”, omaggio alle sue sorelle maggiori Cristina Campo, Etty Hillesum, Antonia Pozzi, Emily Dickinson, Sylvia Plath, Marina Cvetaeva, Giovanna d’Arco. Femmine radicali, impazienti, oneste e spesso antipatiche, che l’hanno ispirata negli anni e alle quali ha voluto dedicare una serie di racconti e poesie.
    ____________________________________________

    📆 Venerdì 1 Novembre (ore 21.30 – Ingresso 10 euro), sempre alle Officine Cantelmo, torna nel Salento il cantautore Giorgio Poi con una tappa del suo fortunato "Smog tour", che dopo oltre quaranta date nei club e nei festival di tutta Italia in primavera ed estate, prosegue anche in autunno. In scaletta, tra gli altri, i brani di Smog (Bomba Dischi) quello che lo stesso cantautore definisce il suo “primo secondo album“.
    Info Giorgio Poi a Lecce per SeiYoung

    Nelle prossime settimane tutti i dettagli sulla rassegna che proseguirà sino maggio.
    ____________________________________________

    🔎 SEI Young è una rassegna dedicata ad artisti e gruppi italiani under 35 che nasce dall’esperienza del festival SEI - Sud Est Indipendente. Un passaggio di testimone tra i grandi interpreti della scena musicale italiana e internazionale e le nuove generazioni.

    #PerChiCrea #PCC #Weareinpuglia #PiiilCulturaPuglia #PugliaEvents #PugliaPromozione #RegionePuglia

    📞 Info 3331803375 - coolclub.it

  • 2019-10-18 22:00 - 2019-10-18 23:59
    Locale - Birreria con Cucina

    via Giuseppe Giusti 2b, 73100 Lecce

    🔥🔥🔥 The Fillers 🔥🔥🔥
    🔥🔥10 years 🔥🔥
    🔥Rock'n'Roll Party🔥
    🔥FREE ENTRY🔥
    🎉🎉🎉🎉🎉🎉🎉🎉🎉🎉🎉
    💣💣💣💣💣💣💣💣💣💣💣
    🔥🔥🔥🔥🔥🔥🔥🔥🔥🔥🔥
    🎉🎉🎉🎉🎉🎉🎉🎉🎉🎉🎉

    BURDIELLUUUUUUUU!!!!!!
    TUTTI SUI TAVOLIIIIIIIIIIIIIII!!!!

    Ebbene sì, il momento di festeggiare 10 anni di scorribande è arrivato!!!!

    Andrea Camarda (voce e chitarra)
    Matteo Moscara (voce e chitarra)
    Dario Ancona ( voce e basso)
    Davide Mercaldi (batteria)

  • 2019-10-19 22:00 - 2019-10-19 23:59

    FESTA DEL “PORCU MEU”
    AREA MERCATALE - MURO LECCESE (LE)
    INGRESSO LIBERO

    SABATO 19 OTTOBRE
    ROBY S - CICCIO DJ - RICCIO GIRLS OSPITI DA Ciccio Riccio
    Folkabbestia IN CONCERTO

    DOMENICA 20 OTTOBRE
    TRIO DEL SALENTO
    CGS Canzoniere Grecanico Salentino IN CONCERTO

    Sabato 19 e Domenica 20 Ottobre torna nell’Area Mercatale di Muro Leccese (Le) la festa del “Porcu Meu” che giunge quest’anno alla trentaseiesima edizione. Una festa ormai diventata tradizione dell’autunno salentino tanto da richiamare migliaia di persone nell’area mercatale di Muro Leccese. L’appuntamento, organizzato dall’Associazione Pastorella, nato per caso dall’incontro di un gruppo di amici, è ormai atteso dal territorio tanto da richiamare in questo periodo numerosi cittadini che vivono all’estero e fuori dalla Puglia e che rientrano per l’occasione de lu Porcu Meu: tutti sanno che il terzo week end di ottobre è dedicato al buon mangiare con la gustosissima festa a una delle carni più succulente, saporite ed amata da sempre: il maiale che oggi, come ieri, è il re della festa, protagonista indiscusso di una due giorni, in cui si incontrano i sapori della gastronomia autunnale, il divertimento, la tradizione e la buona musica.

    Un cast artistico di primo livello, infatti, animerà le due serate con ospiti alcuni dei nomi più conosciuti della musica attuale. Direzione artistica e Comunicazione affidate a Dilinò che ha realizzato un programma ricco e variegato. Sabato 19 ottobre alle ore 19 apertura degli stand gastronomici. Ad accendere il main stage dell’Area Mercatale di Muro Leccese ci saranno lo Spettacolo e Animazione di Ciccio Riccio con Roby S, Ciccio DJ e le Riccio Girls che riscalderanno l’area live con le maggiori hit internazionali e regaleranno Gadget e T- Shirt evento, per dare spazio al concerto dei Folkabbestia che tornano in Salento per presentare il loro nuovissimo album “Il Fricchettone 2.0” con uno spettacolo live nuovo e coinvolgente. La loro musica, una mescolanza di folk-rock, canzone d’autore e popolare, ska-punk fa ballare da anni le piazze di tutta Italia. Tornano in Salento per presentare il loro nuovo lavoro discografico prodotto da Nrg Coop con il sostegno di Puglia Sounds e con all’interno numerosi ospiti tra cui Erriquez e Finaz della Bandabardò e Dudu e Fry dei Modena City Ramblers. Una festa itinerante che farà ballare il pubblico de lu Porcu Meu. Con loro ospite a sorpresa.
    Dopo il concerto dei Folkabbestia ritornano sul palco Roby S, Ciccio DJ e le Riccio Girls ospiti da Ciccio Riccio per continuare a ballare e cantare fino a notte fonda.

    Si prosegue con il ricco programma di appuntamenti Domenica 20 Ottobre: alle ore 8,00 la Fiera Mercato per le vie del paese messapico e alle ore 17,00, come da antica tradizione, appuntamento imperdibile con la storica Cuccagna “Porcu Meu”, un gioco e un rito che si ripete nel tempo e che richiama migliaia di persone ai piedi della Cuccagna dove diverse squadre di partecipanti gareggiano tra gli applausi del numeroso pubblico. Alle 19 apertura degli stand gastronomici. Si accende il palco con la musica popolare, liscio e folk del Trio del Salento per dare poi spazio al progetto headliner della manifestazione. Vincitore quest’anno del Songlines Music Awards, gli Oscar della World Music e protagonista con un concerto nello storico tempio della musica mondiale, la Royal Albert Hall di Londra, approda a Muro Leccese il Canzoniere Grecanico Salentino, con il suo travolgente live di musica popolare salentina e world music, tappa di tour mondiale che sta portando il collettivo salentino nei maggiori festival internazionali. Mauro Durante, Emanuele Licci, Giancarlo Paglialunga, Giulio Bianco, Massimiliano Morabito, Alessia Tondo e Silvia Perrone faranno danzare e cantare con il loro repertorio il numeroso pubblico. Con loro ospiti a sorpresa.
    Un programma davvero unico che accompagnerà il pubblico mentre tra i vari stand allestiti nell’Area Mercatale sono tante le bontà che si potranno gustare, l’immancabile bollito, la carne alla griglia e altre prelibatezze a base di carne e diverse specialità tipiche. Anche quest’anno sarà allestito uno stand gluten free.

    Un appuntamento da non perdere Sabato 19 e Domenica 20 Ottobre a Muro Leccese con il “Porcu Meu”.

    Ingresso Libero.

  • 2019-10-19 21:00 - 2019-10-19 23:59

    In un piccolo paese di provincia, in Italia, oggi, Isabella Messina si candida a sindaco nelle fila di un partito di estrema destra. Questo partito è "I.S.A. - Italiani Sovranisti e Autarchici".
    Questo è il set che abbiamo scelto per catapultare nel nostro tempo le novelle del #DECAMERON di Boccaccio. E per farlo partiamo dalla quinta della quarta giornata, il racconto di Isabetta da Messina e il suo amore osteggiato dalle regole del rango sociale e del suo tempo.
    Anche la nostra Isabella si troverà a fare i conti con un amore che non trova spazio nei codici rigidi del suo contesto di riferimento, un amore improvviso e inatteso che si accende all'arrivo di Lorenza.

    #ISA l'ultima produzione di #ALIBIteatro torna in scena a #Essenza sabato 19 Ottobre alle ore 21.00

    Essenza e-

    Via Moncenisio, 10, 73022 Corigliano d'Otranto
  • 2019-10-19 18:30 - 2019-10-19 23:59
    Sabato 19 ottobre
    Ore 18:30 - Proiezione
    Ore 19:30 - Assemblea
    Ore 21:30 - Barbonaggio Teatrale

    Piazza Sant'Oronzo e Centro Storico - Lecce
    Ingresso libero
    Info 3474741759 / 3471979005
    www.ippolitochiarello.it

     

    OLTRE SESSANTA ATTORI "BARBONI PER UN GIORNO" A LECCE PER I DIECI ANNI DEL BARBONAGGIO TEATRALE DI IPPOLITO CHIARELLO
    Sabato 19 ottobre in Piazza Sant'Oronzo e nel Centro storico di Lecce edizione speciale
     di "Barboni per un giorno", per festeggiare i dieci anni del Barbonaggio Teatraleprogetto artistico nato dall'esperienza dell'attore e regista salentino Ippolito Chiarello. Tra gli oltre 60 partecipanti di quest'anno, Eleonora Cadeddu, (Annuccia in "Un Medico in Famiglia"), le attrici e gli attori Cecilia Montomoli e Maina Le Goff (in arrivo dalla Francia), Franco Ferrante, Giusy Frallonardo, Sara Bevilacqua, Arianna Gambaccini, Otto Marco Mercante, Pierfrancesco Rampino, Roberta Natalini, la danzatrice e coreografa Barbara Toma, le cantanti Alessandra Caiulo e  Emanuela Gabrieli, i menestrelli Pasquale Quarata e Donna Lucia, il progetto voce e violoncello “Papillon De Nuit” di Valeria Montesardo e Luca Basile, i barboni sui trampoli Dario Cadei e Marcella Buttazzo. Dopo la proiezione del documentario "Ogni volta che parlo con me" di Chiarello e Matteo Greco (ore 18:30) e un'assemblea pubblica sull'esperienza teatrale (ore 19:30) nell'Open Space di Palazzo Carafa, alle 21.30 l'arpista Maria Grazia Annesi e la consueta "Preghiera del clown" di Antonio "Totò" de Curtis, letta dal sindaco  di Lecce Carlo Salvemini darà il via alle performance dei "barboni" tra Piazza Sant'Oronzo e le strade limitrofe. Martedì 29 ottobre, inoltre, "I Fatti Vostri", la trasmissione del mattino di Rai2 condotta da Giancarlo Magalli, ospiterà l'incontro a distanza di dieci anni tra Chiarello e il piccolo Alberto, ragazzino oggi dodicenne, che si rese inconsapevole protagonista di una foto simbolo agli esordi del Barbonaggio Teatrale e ritrovato dopo un appello lanciato sui social.

     

    Eleonora Cadeddu (Annuccia in "Un Medico in Famiglia"), gli attori e le attrici Cecilia Montomoli e Maina Le Goff (entrambe in arrivo dalla Francia), Franco FerranteGiusy FrallonardoSara BevilacquaArianna GambacciniOtto Marco MercantePierfrancesco RampinoRoberta Natalini, la danzatrice e coreografa Barbara Toma, le cantanti Alessandra Caiulo ed  Emanuela Gabrieli, l'arpista Maria Grazia Annesi, i menestrelli Pasquale Quarata e Donna Lucia, il progetto voce e violoncello Papillon De Nuit di Valeria Montesardo e Luca Basile, gli attori barboni sui trampoli Dario Cadei e Marcella Buttazzo sono alcuni, tra gli oltre 60 partecipanti, dei "Barboni per un giorno" che sabato 19 ottobre animeranno le piazze e le strade del centro storico di Lecce. Dalle 18:30 (ingresso libero), infatti, si festeggeranno i dieci anni del Barbonaggio teatrale, modalità di proposta artistica indipendente “dal basso” nata dall'esperienza dell'attore e regista salentino Ippolito Chiarello, per ridare l'arte alla gente, al pubblico e per restituire il contatto diretto, il coinvolgimento al di là delle confezioni, che ha attraversato l'Europa, è approdato oltreoceano a Vancouver in Canada e sbarcherà anche Nantes, in Francia, con il progetto permanente “Le conte des contes” (dal prossimo novembre fino a maggio 2020).
     
    La lunga serata si aprirà nella sala dell'Open Space di Piazza Sant'Oronzo, con la proiezione del film "Ogni volta che parlo con me" di Ippolito Chiarello e Matteo Greco, un viaggio poetico del barbone nel cuore delle capitali europee. A seguire (ore 19:30) spazio all'assemblea pubblica e informale nel corso della quale critici, operatori, artisti e pubblico si confronteranno sul significato dell'esperienza del barbonaggio teatrale che da movimento locale ha poi valicato i confini italiani per diffondersi e radicarsi in altri Paesi. Alle 21.30 l'arpista Maria Grazia Annesi e la consueta "Preghiera del clown" di Antonio de Curtis - che quest'anno sarà letta dal sindaco  di Lecce Carlo Salvemini -  darà il via alle performance di circa sessanta attori barboni che fino alle 23 si esibiranno tra Piazza Sant'Oronzo e le strade limitrofe.

    "Era il pomeriggio del 28 agosto 2009", racconta Ippolito Chiarello, "e con assoluta incoscienza stendevo a terra un tappeto, piazzavo un lume e un gradino di legno nero e dorato, infilavo il mio inseparabile impermeabile e tra gli sguardi increduli dei miei colleghi e del pubblico della strada, vendevo il mio primo pezzo di spettacolo con questa modalità, che chiamai barbonaggio teatrale. Con la stessa incoscienza, con caparbietà e molta fatica ho realizzato in questi 10 anni la mia utopia: fare ogni giorno il mio lavoro, viverci e avere pubblico che mi ascolti". Nato dal disagio e da un moto di rifiuto per un sistema teatrale chiuso in se stesso, spesso autoreferenziale e legato a logiche di mercato, il Barbonaggio Teatrale è un modo per ripensare il teatro nei suoi processi di scrittura, produzione e distribuzione. Un’esperienza che si è ramificata e arricchita nel tempo, moltiplicandosi con articolazioni inaspettate, una maniera per uscire dai luoghi deputati della cultura e ritornare alle origini di un'arte pubblica e politica, con un diretto contatto col pubblico, ripartendo dalla strada, dalla piazza, dall'idea di agorà. Una modalità oggi riconosciuta anche dalla critica (segnalazione al premio Rete Critica e al Premio UBU nel 2014) e che, dopo 250 città in Italia, tappe a Barcellona, Madrid, Parigi, Londra e Berlino, passando dal palco dei Negramaro, è approdata in Canada nell'autunno 2016 e farà tappa a Nantes dal prossimo novembre.

    Martedì 29 ottobre, inoltre, "I Fatti Vostri", la trasmissione del mattino di Rai2 condotta da Giancarlo Magalli, ospiterà l'incontro a distanza di dieci anni tra Ippolito Chiarello e il piccolo Alberto, ragazzino oggi dodicenne, che si rese inconsapevole protagonista di una foto simbolo agli esordi del Barbonaggio Teatrale. Chiarello nelle scorse settimane si era messo sulle tracce di quanti, in un modo o nell'altro, hanno partecipato ai primi dieci anni di vita del Barbonaggio Teatrale. Tra le foto che hanno segnato queste dieci edizioni ne spicca una su tutte, lo scatto che ritrae l'artista intento nella sua performance e un bambino di appena due anni che lo ascolta rapito. Un momento speciale che rappresenta il senso del Barbonaggio secondo il suo ideatore: la strada, l'attore, l'incanto negli occhi dello spettatore. Chiarello ha deciso di cercare quel bambino lanciando un messaggio sui social, l'appello diventato virale ha permesso di ritrovare il piccolo spettatore. Alberto oggi ha 12 anni, vive a Nardò ed è un appassionato di teatro "Quel giorno - racconta il padre - avevo dato due euro a mio figlio e gli ho insegnato che la cultura si paga, qualche anno dopo, per la prima volta, è entrato in un teatro e dopo aver assistito allo spettacolo mi ha detto: papà io voglio rimanere qui".

     
    Barboni per un giorno - progetto artistico dell’associazione Nasca Teatri di Terra, diretto da Ippolito Chiarello, curato con Marcella ButtazzoMariliana Bergamo e Francesca D’Ippolito - è organizzato con il patrocinio del Comune di Lecce, dell’Assessorato all’Industria Turistica e Culturale – Gestione e Valorizzazione dei Beni Culturali della Regione Puglia, del Teatro Pubblico Pugliese e dell’Associazione Nazionale dei Critici di Teatro in network con C.re.s.co. - Coordinamento delle realtà della scena contemporanea, gemellato in Francia con la compagnia Les Ethern’Elles e Le projet “Le conte des contes”, sostenuto dalla città di Nantes nell'ambito di "Créations partagées".

    Per info e iscrizioni al laboratorio e per partecipare al barbonaggio collettivo come attori, come aiutanti o offrire un alloggio per gli artisti: 3474741759 / 3471979005 – nasca@ippolitochiarello.it.

     
    Ufficio stampa
    Società Cooperativa Coolclub
    Piazza Giorgio Baglivi 10, Lecce
    ufficiostampa@coolclub.it - 0832303707
    Pierpaolo Lala - pierpaolo@coolclub.it - 3394313397
    Antonietta Rosato - antonietta@coolclub.it - 3404722974
  • 2019-10-19 21:00 - 2019-10-19 23:59

    Vi aspettiamo sabato, 19 Ottobre a Campi Salentina, in occasione dell'evento Degustando 2019

    Suoneremo sul palco in Piazza Unità d'Italia.

  • 2019-10-20 22:00 - 2019-10-20 23:59

    FESTA DEL “PORCU MEU”
    AREA MERCATALE - MURO LECCESE (LE)
    INGRESSO LIBERO

    SABATO 19 OTTOBRE
    ROBY S - CICCIO DJ - RICCIO GIRLS OSPITI DA Ciccio Riccio
    Folkabbestia IN CONCERTO

    DOMENICA 20 OTTOBRE
    TRIO DEL SALENTO
    CGS Canzoniere Grecanico Salentino IN CONCERTO

    Sabato 19 e Domenica 20 Ottobre torna nell’Area Mercatale di Muro Leccese (Le) la festa del “Porcu Meu” che giunge quest’anno alla trentaseiesima edizione. Una festa ormai diventata tradizione dell’autunno salentino tanto da richiamare migliaia di persone nell’area mercatale di Muro Leccese. L’appuntamento, organizzato dall’Associazione Pastorella, nato per caso dall’incontro di un gruppo di amici, è ormai atteso dal territorio tanto da richiamare in questo periodo numerosi cittadini che vivono all’estero e fuori dalla Puglia e che rientrano per l’occasione de lu Porcu Meu: tutti sanno che il terzo week end di ottobre è dedicato al buon mangiare con la gustosissima festa a una delle carni più succulente, saporite ed amata da sempre: il maiale che oggi, come ieri, è il re della festa, protagonista indiscusso di una due giorni, in cui si incontrano i sapori della gastronomia autunnale, il divertimento, la tradizione e la buona musica.

    Un cast artistico di primo livello, infatti, animerà le due serate con ospiti alcuni dei nomi più conosciuti della musica attuale. Direzione artistica e Comunicazione affidate a Dilinò che ha realizzato un programma ricco e variegato. Sabato 19 ottobre alle ore 19 apertura degli stand gastronomici. Ad accendere il main stage dell’Area Mercatale di Muro Leccese ci saranno lo Spettacolo e Animazione di Ciccio Riccio con Roby S, Ciccio DJ e le Riccio Girls che riscalderanno l’area live con le maggiori hit internazionali e regaleranno Gadget e T- Shirt evento, per dare spazio al concerto dei Folkabbestia che tornano in Salento per presentare il loro nuovissimo album “Il Fricchettone 2.0” con uno spettacolo live nuovo e coinvolgente. La loro musica, una mescolanza di folk-rock, canzone d’autore e popolare, ska-punk fa ballare da anni le piazze di tutta Italia. Tornano in Salento per presentare il loro nuovo lavoro discografico prodotto da Nrg Coop con il sostegno di Puglia Sounds e con all’interno numerosi ospiti tra cui Erriquez e Finaz della Bandabardò e Dudu e Fry dei Modena City Ramblers. Una festa itinerante che farà ballare il pubblico de lu Porcu Meu. Con loro ospite a sorpresa.
    Dopo il concerto dei Folkabbestia ritornano sul palco Roby S, Ciccio DJ e le Riccio Girls ospiti da Ciccio Riccio per continuare a ballare e cantare fino a notte fonda.

    Si prosegue con il ricco programma di appuntamenti Domenica 20 Ottobre: alle ore 8,00 la Fiera Mercato per le vie del paese messapico e alle ore 17,00, come da antica tradizione, appuntamento imperdibile con la storica Cuccagna “Porcu Meu”, un gioco e un rito che si ripete nel tempo e che richiama migliaia di persone ai piedi della Cuccagna dove diverse squadre di partecipanti gareggiano tra gli applausi del numeroso pubblico. Alle 19 apertura degli stand gastronomici. Si accende il palco con la musica popolare, liscio e folk del Trio del Salento per dare poi spazio al progetto headliner della manifestazione. Vincitore quest’anno del Songlines Music Awards, gli Oscar della World Music e protagonista con un concerto nello storico tempio della musica mondiale, la Royal Albert Hall di Londra, approda a Muro Leccese il Canzoniere Grecanico Salentino, con il suo travolgente live di musica popolare salentina e world music, tappa di tour mondiale che sta portando il collettivo salentino nei maggiori festival internazionali. Mauro Durante, Emanuele Licci, Giancarlo Paglialunga, Giulio Bianco, Massimiliano Morabito, Alessia Tondo e Silvia Perrone faranno danzare e cantare con il loro repertorio il numeroso pubblico. Con loro ospiti a sorpresa.
    Un programma davvero unico che accompagnerà il pubblico mentre tra i vari stand allestiti nell’Area Mercatale sono tante le bontà che si potranno gustare, l’immancabile bollito, la carne alla griglia e altre prelibatezze a base di carne e diverse specialità tipiche. Anche quest’anno sarà allestito uno stand gluten free.

    Un appuntamento da non perdere Sabato 19 e Domenica 20 Ottobre a Muro Leccese con il “Porcu Meu”.

    Ingresso Libero.

  • 2019-10-20 20:30 - 2019-10-20 23:59
    LA MUSICA DI PAT BATTSTONE E GIORGIA SANTORO INCONTRA L'ARTE DI DANIELA CHIONNA. SABATO 19 A LUCUGNANO E DOMENICA 20 OTTOBRE A LECCE DOPPIO CONCERTO DI PRESENTAZIONE DI "DREAM NOTES".

    Sabato 19 ottobre (ore 20:30 - ingresso con prenotazione 3804580810 - 328422466), nelle sale di Palazzo Comi a Lucugnano, e domenica 20 ottobre (ore 20:15 - ingresso con prenotazione 0832304522), al Fondo Verri di Lecce, doppio appuntamento di presentazione di "Dream Notes". Le undici composizioni originali del nuovo album - pubblicato da Leo Records - del pianista e improvvisatore statunitense Pat Battstone e della flautista salentina Giorgia Santoro sono ispirate da “Appunti onirici”, opere pittoriche dell'artista Daniela Chionna. “Dream Notes” è la raccolta di appunti di un viaggio fatto in una foresta che abita il sogno; una rivelazione, un cammino incantato. A far traccia, insieme, il piano, il flauto e i suoni degli animali selvatici. «L'idea di riprodurre musica per le opere d'arte di Daniela è iniziata nell'estate del 2017. Grazie alla collaborazione con Giorgia, a partire dalle sessioni di “The new destination”, è stato impostato il progetto», ricorda Battstone. «I nostri incontri successivi hanno ulteriormente rafforzato la nostra intesa musicale: domande e risposte, cambiamento e adattamento, coesione emotiva e una profonda familiarità con la direzione dell'altro. I risultati sono una perfetta "sintonia", una sincronia sempre in armonia ed emotivamente connessa. Questo lavoro è il risultato della coltivazione e maturazione della visione condivisa tra Giorgia, Daniela e me». Un viaggio musicale tra e con le opere dell'artista. «Quando ascolto questa musica, il mio sguardo interiore si apre a nuovi scenari. È un viaggio attraverso territori sconosciuti, ma intriso di ricordi lontani nel tempo», sottolinea l'artista Daniela Chionna.

    Giorgia Santoro si è laureata con il massimo dei voti in Flauto e Jazz. Successivamente si è specializzata in Piccolo, in Musica Jazz, in Didattica dello Strumento e come solista per flauto. Ha frequentato numerosi corsi di perfezionamento in Italia e all'estero: per flauto con i Maestri Angelo Persichilli, Monica Berni, Antonio Amenduni, Gabriele Gallotta, Stefano Parrino e altri; per piccolo con i Maestri Nicola Mazzanti, Giuseppe Contaldo e per improvvisazione jazz con i Maestri Giorgio Gaslini, Nicola Stilo, Sante Palumbo, Stefano Battaglia, Paolo Damiani, Maurizio Giammarco, Butch Morris, Joelle Leandre, Marcus Stockhausen, Eugenio Colombo, William Parker , Kent Carter, Steve Potts, Greg Burk e altri. Ha vinto numerosi prestigiosi concorsi nazionali e internazionali: per l'Orchestra della Magna Grecia, per l'Orchestra Giovanile della Puglia e per l'Orchestra I.C.O. “T. Schipa ”di Lecce, con cui collabora dal 2001. Ha ricevuto borse di studio presso il Berklee College of Music, il Master Jazz tenuto dal M ° Giorgio Gaslini e per il corso di Improvvisazione condotto dal M ° Butch Morris al Roccella Jonica Jazz Festival. Ha lavorato con i compositori Giorgio Gaslini, Alessandro Solbiati, Marco Betta, Michele Dall'Ongaro, Raffaele Bellafronte, Salvatore Sciarrino, Luis De Pablo, Roberto Beccaceci, Kaija Saariaho, Emanuele Casale, Francesco Feledei, Geoffroy Drouin, Sylvano Bussotti, Karola Obermuller , Curt Cacioppo, Ivan Fedele e David Lang. È stata scelta dal regista Ferzan Ozpetek come attrice per il film "Mine Vaganti"; e inoltre ha suonato nella colonna sonora dei film “Nuovomondo” e “Balkan Bazar”. Si esibisce spesso in concerti in Italia e all'estero come solista, in orchestre e in vari gruppi da camera. È co-fondatrice degli ensemble "Tran (ce) formazione Quartet" (con cui ha registrato due cd: Ingresso nel 2011 e Nautilus nel 2014), "La Cantiga de la Serena" (La Serena - Workin' label, 2016 e La Fortuna - Dodicilune, 2019 ), “Déjà vu” e “Flatus Vocis”. Dal 2018 collabora con Pat Battstone (L'ultimo taxi: nuove destinazioni e Appunti Onirici). Oltre ad essere una performer, è anche professoressa di flauto al Conservatorio di Monopoli.

    Patrick Battstone ha iniziato a suonare musica professionalmente all'età di 14 anni, suonando in varie band rock, blues e R&B nel sud dell'Ohio. Quando aveva 18 anni, aveva ricevuto lezioni da Stan Kenton e Gary Burton, era stato mentore da Oscar Treadwell (Oska T) e aveva suonato con i sidemen di registrazione di James Brown e con i membri del musical "Hair". Nel 1973, ha frequentato il Berklee College of Music e subito dopo è diventato uno studente sia della signora Chaloff che di Charlie Banacos. Una delle sue band, che presentava Grover Mooney, amico della città natale, aprì il leggendario 1369 Club a Cambridge nel 1975. Durante gli anni 80, Patrick studiò le opere di Scriabin sotto il famoso Serge Conus. Nel 1986, è tornato al jazz, studiando con Joanne Brackeen per un periodo di 6 anni. Negli ultimi dieci anni ha goduto dell'amicizia e del tutoraggio di Paul Bley e Marilyn Crispell. È fluido in entrambe le apparizioni da solista e in importanti ensemble; sia in ambiente acustico che elettrico. I suoi ultimi 9 CD - Mystic Nights, The Last Taxi, Beyond the Horizon, From Dream to Dream, Rylesonable, Elements, In Transit, Travelling Light e New Destinations - hanno tutti avuto ottime recensioni e sono entrati nella metà degli adolescenti Classifiche jazz CMJ per un numero di settimane. Le sue ultime avventure sono state in collaborazione con i circoli musicali in Puglia, Italia. Ha registrato e prodotto 7 CD con musicisti e cantanti italiani dal 2016. È apparso con Gianna Montecalvo, Cinzia Eramo, Giorgia Santoro, Adolfo La Volpe, Francesco Massaro, Francesco Cusa, Giorgio Vendola, Camillo Pace, Nico Catacchio, Chris Rathbun, Marialuisa Capurso, tra gli altri. Fin dal suo arrivo in Italia, ha suonato al Jonio Jazz Festival, al Gela Jazz Festival, all'International Jazz Day (Siracusa) e al Jazzit Festival (Andria).

    Daniela Chionna si occupa di design e arte contemporanea dal 1989, ha approfondito e sperimentato, direttamente nelle botteghe artigiane e nelle officine del design, tecniche di lavorazione dei materiali con cui opera realizzando mobili scultura dalla forte valenza evocativa. Aria, Fuoco, Terra, Acqua si fanno materia funzionale; Arte da vivere. La collezione Mobili Evocativi fu presentata per la prima volta in occasione dello Spoleto Festival del 1995. Nel 2002 crea Quadri e Contenitori di Luce, strutture polimateriche luminose di ispirazione astrattista, progetto selezionato per il Salone Satellite 2002 in occasione del Salone Internazionale del Mobile di Milano, suscitando un notevole interesse da parte dei media nazionali e internazionali; un mix tra pittura e scultura dove la luce consegna l’intera opera a una nuova dimensione. Il suo modus operandi, sempre fluttuante tra rigore geometrico, gestualità e funzione, rivelano uno studio filosofico e pratico centrato non solo sull’opera ma anche sulla relazione che intercorre tra la stessa e lo spazio che la contiene. Dal 2013 intraprende un percorso dove la luce è intesa solo come elemento tecnologico aggiunto, lasciando spazio a una ricerca prevalentemente pittorica con saltuarie incursioni nella scultura e l’installazione. L’intento dell’artista non è più quello di rappresentare “qualcosa” ma lasciare che attraverso l’opera “qualcosa” si manifesti. Le superfici materiche dai colori essenziali e profondi, a volte disturbate da un segno libero o geometrico, diventano i non luoghi o luoghi della creazione; una riflessione sul campo quantico e le infinite energie che lo pervadono, dove mai è trascurata la dimensione onirica – simbolica sempre tesa ai differenti livelli di trasfigurazione astratta. Daniela Chionna lavora nella sua casa atelier, ha collezionisti in Europa, Stati Uniti, Africa, Giappone; collabora con architetti, curatori, scenografi, musicisti.

    Ufficio stampa
    Società Cooperativa Coolclub
    Piazza Giorgio Baglivi 10, Lecce
    ufficiostampa@coolclub.it - 0832303707
    Pierpaolo Lala - pierpaolo@coolclub.it - 3394313397

  • 2019-10-25 20:30 - 2019-10-25 23:59

    Teatro Politeama Greco

    Viale XXV Luglio, 30, 73100 Lecce
    STAGIONE TEATRALE 2019-20
    Inaugurazione

    'SOLO'
    di e con
    ARTURO BRACHETTI
    The legend of quick-change

    IL TOUR EUROPEO

    SOLO è un varietà surrealista e funambolico, un magico viaggio nella mente di Arturo Brachetti, nei suoi sogni, ricordi e fantasie, ma anche in quelli di tutti noi. Una casa della memoria e delle emozioni, nelle cui 7 stanze oltre 50 personaggi prendono vita grazie alla magia di Arturo, maestro dell’imprevedibile.

WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com