Seleziona una pagina
View Calendar
2020-02-02 16:00 - 23:59

****EVENTO RINVIATO A DOMENICA 2 FEBBRAIO ****

 

MINO DE SANTIS

Testimone di usi e tradizioni del meridione e del Salento, di storie di vita tra il triste ed il comico, senza perdere mai l'ironia e la musicalità tipica dei cantautori italiani come De Andrè o Stefano Rosso, è questo Mino De Santis.

UN’ODISSEA MEDITERRANEA

Trasportata dai venti vorticosi che illuminano le coste del mare orientale, la
BandAdriatica voga sulle onde agitate della musica salentina con elementi di tutte
le coste sonore mediterranee come una complessa “babilonia”, dove i linguaggi
iniziano ad armonizzarsi sulle melodie popolari nel fervore meticcio delle città
portuali.
Così le tradizioni pugliesi assumono una nuova risonanza e portano lontano
gli echi frenetici della musica del Salento attraverso suoni di feste, processioni,
funerali, serenate e viaggi di notte, di paese in paese che arrivano dopo dieci anni di ricerca sulle matrici musicali comuni delle sponde del Mare Adriatico,
confrontandosi con le musiche di Albania, Macedonia, Croazia, con le fanfare Serbe
e il Nord Africa e spingendosi fino al Mediterraneo più orientale.
L'esibizione della band ha affascinato la critica del Babel Med 2017 di
Marsiglia che l’ha definito "uno delle migliori proposte di tutta la Rassegna" e "uno
dei migliori live-act italiani".
La band ha collaborato con artisti come Bombino, Mercan Dede, Rony
Barrak, Savina Yannatou, Chieftains, Burhan Ochal, Kocani Orkestar,
Boban Markovic Orchestra, Fanfara Tirana, Eva Quartet, Cafer Naziblas.

PoPolar Tronic (a project by Queemose and Giuseppe Delle Donne)

Popolar Tronic, è un progetto curato dagli artisti salentini Queemose (Andrea Calella) e Giuseppe Delle Donne. Queemose è un eclettico producer, sound designer, dj e live performer da anni impegnato ad esportare il suo personalissimo sound e stile musicale nei più disparati club, festival ed eventi europei, cura diverse label indipendenti e progetti live. Giuseppe Delle Donne, è un tamburellista di tradizione e tammorraro per devozione e affascinato dalle sonorità del mondo. Suona abilmente strumenti come Cucchiai, Cupa Cupa e Cuica. I due artisti si incontrano in una performance carica di ritmo, sperimentazioni tra acustica ed elettronica, un connubio tra passato presente e futuro, tra drum machine, synth, controller elettronici, sensori audio e visionari e originali strumenti auto-costruiti e strumenti musicali tradizionali popolari.

Il sound che ne esce fuori è un flusso trascinante di ritmi e contaminazioni tribali, world, primitivi, contestualizzati in un live set ambient / futuristico e club-oriented.

WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com