Seleziona una pagina

*** Radiodelcapo.it non ha alcuna responsabilità sulla mancata comunicazione di spostamenti e/o annullamenti degli eventi inseriti nel sito www.radiodelcapo.it ***

clicca sulla zona di interesse per vedere gli eventi in programma

ZONA LECCE     

ZONA CASARANO GALLIPOLI  NARDO’ 

ZONA MAGLIE GALATINA OTRANTO

ZONA LEUCA TRICASE PRESICCE

Salento Book Festival – il programma

Festival Cameristico del Capo di Leuca – il programma

***

< 2022 >
Aprile
«
»
Dom
Lun
Mar
Mer
Gio
Ven
Sab
Marzo
Marzo
Marzo
Marzo
Marzo
1
  • Don Chisciotte Sancio Panza
    20:30 -23:59
    2022.04.01

     

    La figura del cavaliere don Chisciotte, legata a filo doppio a quella del suo scudiero Sancio Panza, è quella di un visionario che, esaltato da storie fantastiche, va in cerca d’avventure e combatte contro i mulini a vento convinto di affrontare dei giganti.
    E’ l’uomo al quale la fuga in un mondo immaginario serve quasi da risarcimento alle frustrazioni inflitte dalla vita quotidiana.
    Don Chisciotte sogna l’avventura come quelle dei grandi cavalieri celebrati da poemi e romanzi. Prova, però, il bisogno di ancorarsi, in qualche modo, alla realtà e si riflette, benché antiteticamente, nella figura del suo scudiero Sancio, sua “invenzione”. Ma il fervore dell’immaginazione trova il suo rovescio nella sconfitta. Rassegnarsi: è solo questo che resta da fare? Si può rinunciare ad essere quel che si è?
    Don Chisciotte e Sancio Panza sono capaci di riscattare orgogliosamente il proprio destino e di proporsi per quello che sono: personaggi, immortali Personaggi. Al fascino delle avventure narrate, slegate da un tempo e da un ambiente storico determinati, contribuiscono costumi e scenografia, semplici e fantasiosi, e musiche e canzoni che rendono magica la storia…
    ______
    BOTTEGHINO:
    – costo biglietto: € 7
    – ingresso gratuito per i minori di 18 anni e per gli abbonati alla rassegna “MessInScena”
    _________
    INFO E PRENOTAZIONI:
    🕤 ingresso: ore 20:30 – sipario: ore 20:45
    📍 Teatro Comunale di Tuglie
    📲 346 3450613 | 333 7161061 | 338 9016288
    📧 info@calandrateatro.it

    📌 L’evento si svolgerà nel rispetto delle vigenti misure anti Covid.
  • I Malfattori al Terminal di Leuca
    20:30 -23:59
    2022.04.01

    1 Aprile spettacolo MalfAttori a Leuca, Hotel Terminal. Per info e prenotazioni contattare il numero 0833758242.

  • Julielle live al Jungle di Nardò
    21:30 -23:59
    2022.04.01

    JULIELLE 👩‍🎤
    Live al Jungle
    Venerdì 1 aprile h 21:30
    🌿🌿🌿🌿🌿🌿🌿
    Artista di origini salentine, Julielle ha cominciato a suonare quando aveva 10 anni e da allora non ha più smesso. La sua musica è il frutto di un percorso che si divide tra musica elettronica (in particolare quella di Flume, Bonobo e Son Lux), la passione per Edith Piaf e i Beatles. Alcuni mesi dopo l’uscita del primo singolo “Toys” con la produzione artistica di GodBlessComputers e la partecipazione al Reeperbahn Festival di Amburgo e Medimex di Taranto (in apertura a Cigarettes after Sex) ecco il suo primo EP “Across”.
    Ora a più di due anni dall’uscita di (A)cross, la promessa salentina Julielle pubblica il nuovo singolo “Bad News”, uscito il 10 dicembre su tutte le piattaforme digitali!

  • SCRICCHIOLII – Show itineranti by Sagra del Diavolo
    22:00 -23:59
    2022.04.01

    👀 Scricchiolii – Show itineranti by Sagra del Diavolo 👀
    🎸 + Jam del Diavolo ore 22:30
    📆 Venerdì 1 aprile alle ⏰ ore 21:00 il Collettivo Sbam inaugura il nuovo format “Scricchiolii”, una serie di show itineranti aspettando la Sagra del Diavolo IX (19-20 agosto), che vedranno il coinvolgimento e l’interazione del pubblico con alcuni grandi nomi dello scenario culturale e virale italiano.
    L’evento vedrà la presenza dello scrittore Adamo Romano, da tutti conosciuto come MalEdizioni, il quale interagirà con il pubblico attraverso i suoi lavori, ormai diventati virali nel web, e che lo hanno portato a pubblicare nel 2021 il suo libro Mondadori, “Domani è un altro giorno (del c***o) – Guida completa per vivere una vita piena (di disagio e inadeguatezza)”.
    🎸 Dopo la serata, sono tutti invitati a partecipare alla “Jam del Diavolo”, la Jam Session che vedrà il coinvolgimento di MalEdizioni stesso, in quanto musicista de “Il rimorso di Eva”.
    ~~~~~~~~~~~~~~~
    “Mal Edizioni è il mio nome d’arte (io sono Adam Romano, U̶n̶ ̶u̶m̶i̶l̶e̶ ̶f̶a̶l̶e̶g̶n̶a̶m̶e̶ ̶d̶i̶ ̶N̶a̶z̶a̶r̶e̶t̶h̶) e da tempo lotto contro una terribile malattia: gli analfabeti funzionali che continuano a pensare che MalEdizioni sia il nome di una casa editrice, e mi parlano al plurale.
    ECCO DEGLI ESEMPI PARTICOLARMENTE IRRITANTI
    •”Ma siete dei geni” (nel senso di aggregazione di materiale genetico, forse…) •”Ahaha mi fate morire” (e poi non muoiono mai!)
    •”Ma come vi vengono certe idee” (siamo in molti a pensare… nella mia testa! Evidentemente.) E… il capolavoro assoluto:
    •”Dove posso comprare i vostri libri?”
    Ve lo giuro! C’è gente che crede che io sia una FOTTUTA LIBRERIA!
    Eppure si vede chiaramente che queste copertine sono più false dell’appoggio di Renzi al governo!
    Vabbè… In ogni caso la psicologa mi ha detto di chiarire con voi una volta e per tutte
    CHE IO SONO UN UMILE E SINGOLO AUTORE
    Comunque datemi del tu, sennò poi finisce che mi convinco che le voci nella testa sono vere, e mi portate sulla coscienza.”
    ~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~
    📍 Donegal Pub – Via Carmeliti, 21, Nardò (Le)
    ⚠️ Ingresso gratuito con Green Pass ⚠️
    Per info: sagradeldiavolo@gmail.com
    Prenotazioni al +39 3427319505
  • The sound of silent – NINOTCHKA PLAYS SILENT MOVIES
    22:00 -23:59
    2022.04.01

    La musica elettronica degli anni ’20 del nuovo millennio incontra le immagini degli anni ’20 del Novecento.
    Ninotchka inaugura un suo progetto parallelo in duo: “THE SOUND OF SILENT. Ninotchka plays silent movies”.
    𝐒𝐨𝐧𝐨𝐫𝐢𝐳𝐳𝐚𝐳𝐢𝐨𝐧𝐞 𝐝𝐚𝐥 𝐯𝐢𝐯𝐨 𝐝𝐢 𝐟𝐢𝐥𝐦 𝐦𝐮𝐭𝐢 degli Anni Venti con musiche inedite di Ninotchka: una vera e propria jam musicale più una proiezione cinematografica, tutto rigorosamente live.
    Il meglio del cinema muto di registi quali Vigo, Chaplin, Keaton, Bunuel, Lang, Murnau e tanti altri.
    I film e le musiche cambiano a ogni live, quindi è sempre una performance diversa.
    Le atmosfere trip-hop ed elettroniche del progetto Ninotchka accompagnano il pubblico in un viaggio, lungo un’ora, nel
    mondo poetico “dell’acrobata della malinconia”: il cinema muto europeo di inizio Novecento.
    NINOTCHKA sono:
    ▪︎ Mimmo Pesare _ synth, campionatore,
    loops, sequencer, theremin;
    ▪︎Ester Ambra Giannelli _ violoncello
    Ingresso gratuito.
  • Tuma live al Jack n Jill di Cutrofiano
    22:00 -23:59
    2022.04.01

    𝐍𝐄𝐗𝐓 𝐋𝐈𝐕𝐄 𝐜𝐨𝐧 Tuma, Io non sono figo 😎
    👉 VENERDI 01 APRILE 2022 👈

    🎙 Giovane cantautore di Nardò che ama fare ironia sulle sue disgrazie, come ci canta nel suo disco “Tuma01″.

    Buona musica e tanta ironia: ASSOLUTAMENTE DA NON PERDERE!💣💣💣

    After Liveshow: Roberto Serra

    TUTTI I NOSTRI EVENTI SONO ORGANIZZATI SECONDO LE NORME ANTI-COVID, IN TOTALE SICUREZZA

    Per info e prenotazioni tavoli:
    ☎ 338 61 11 661
    o tramite il nostro sito www.jacknjill.it

  • Elisir di Mannarino live al Malisud di Corigliano
    22:00 -23:59
    2022.04.01

  • Thunderblack -ACDC tribute- live al Central bar di Gagliano
    22:00 -23:59
    2022.04.01

  • Altri eventi
    • Don Chisciotte Sancio Panza
      20:30 -23:59
      2022.04.01

       

      La figura del cavaliere don Chisciotte, legata a filo doppio a quella del suo scudiero Sancio Panza, è quella di un visionario che, esaltato da storie fantastiche, va in cerca d’avventure e combatte contro i mulini a vento convinto di affrontare dei giganti.
      E’ l’uomo al quale la fuga in un mondo immaginario serve quasi da risarcimento alle frustrazioni inflitte dalla vita quotidiana.
      Don Chisciotte sogna l’avventura come quelle dei grandi cavalieri celebrati da poemi e romanzi. Prova, però, il bisogno di ancorarsi, in qualche modo, alla realtà e si riflette, benché antiteticamente, nella figura del suo scudiero Sancio, sua “invenzione”. Ma il fervore dell’immaginazione trova il suo rovescio nella sconfitta. Rassegnarsi: è solo questo che resta da fare? Si può rinunciare ad essere quel che si è?
      Don Chisciotte e Sancio Panza sono capaci di riscattare orgogliosamente il proprio destino e di proporsi per quello che sono: personaggi, immortali Personaggi. Al fascino delle avventure narrate, slegate da un tempo e da un ambiente storico determinati, contribuiscono costumi e scenografia, semplici e fantasiosi, e musiche e canzoni che rendono magica la storia…
      ______
      BOTTEGHINO:
      – costo biglietto: € 7
      – ingresso gratuito per i minori di 18 anni e per gli abbonati alla rassegna “MessInScena”
      _________
      INFO E PRENOTAZIONI:
      🕤 ingresso: ore 20:30 – sipario: ore 20:45
      📍 Teatro Comunale di Tuglie
      📲 346 3450613 | 333 7161061 | 338 9016288
      📧 info@calandrateatro.it

      📌 L’evento si svolgerà nel rispetto delle vigenti misure anti Covid.
    • I Malfattori al Terminal di Leuca
      20:30 -23:59
      2022.04.01

      1 Aprile spettacolo MalfAttori a Leuca, Hotel Terminal. Per info e prenotazioni contattare il numero 0833758242.

    • Julielle live al Jungle di Nardò
      21:30 -23:59
      2022.04.01
      JULIELLE 👩‍🎤
      Live al Jungle
      Venerdì 1 aprile h 21:30
      🌿🌿🌿🌿🌿🌿🌿
      Artista di origini salentine, Julielle ha cominciato a suonare quando aveva 10 anni e da allora non ha più smesso. La sua musica è il frutto di un percorso che si divide tra musica elettronica (in particolare quella di Flume, Bonobo e Son Lux), la passione per Edith Piaf e i Beatles. Alcuni mesi dopo l’uscita del primo singolo “Toys” con la produzione artistica di GodBlessComputers e la partecipazione al Reeperbahn Festival di Amburgo e Medimex di Taranto (in apertura a Cigarettes after Sex) ecco il suo primo EP “Across”.
      Ora a più di due anni dall’uscita di (A)cross, la promessa salentina Julielle pubblica il nuovo singolo “Bad News”, uscito il 10 dicembre su tutte le piattaforme digitali!

    • SCRICCHIOLII - Show itineranti by Sagra del Diavolo
      22:00 -23:59
      2022.04.01
      👀 Scricchiolii – Show itineranti by Sagra del Diavolo 👀
      🎸 + Jam del Diavolo ore 22:30
      📆 Venerdì 1 aprile alle ⏰ ore 21:00 il Collettivo Sbam inaugura il nuovo format “Scricchiolii”, una serie di show itineranti aspettando la Sagra del Diavolo IX (19-20 agosto), che vedranno il coinvolgimento e l’interazione del pubblico con alcuni grandi nomi dello scenario culturale e virale italiano.
      L’evento vedrà la presenza dello scrittore Adamo Romano, da tutti conosciuto come MalEdizioni, il quale interagirà con il pubblico attraverso i suoi lavori, ormai diventati virali nel web, e che lo hanno portato a pubblicare nel 2021 il suo libro Mondadori, “Domani è un altro giorno (del c***o) – Guida completa per vivere una vita piena (di disagio e inadeguatezza)”.
      🎸 Dopo la serata, sono tutti invitati a partecipare alla “Jam del Diavolo”, la Jam Session che vedrà il coinvolgimento di MalEdizioni stesso, in quanto musicista de “Il rimorso di Eva”.
      ~~~~~~~~~~~~~~~
      “Mal Edizioni è il mio nome d’arte (io sono Adam Romano, U̶n̶ ̶u̶m̶i̶l̶e̶ ̶f̶a̶l̶e̶g̶n̶a̶m̶e̶ ̶d̶i̶ ̶N̶a̶z̶a̶r̶e̶t̶h̶) e da tempo lotto contro una terribile malattia: gli analfabeti funzionali che continuano a pensare che MalEdizioni sia il nome di una casa editrice, e mi parlano al plurale.
      ECCO DEGLI ESEMPI PARTICOLARMENTE IRRITANTI
      •”Ma siete dei geni” (nel senso di aggregazione di materiale genetico, forse…) •”Ahaha mi fate morire” (e poi non muoiono mai!)
      •”Ma come vi vengono certe idee” (siamo in molti a pensare… nella mia testa! Evidentemente.) E… il capolavoro assoluto:
      •”Dove posso comprare i vostri libri?”
      Ve lo giuro! C’è gente che crede che io sia una FOTTUTA LIBRERIA!
      Eppure si vede chiaramente che queste copertine sono più false dell’appoggio di Renzi al governo!
      Vabbè… In ogni caso la psicologa mi ha detto di chiarire con voi una volta e per tutte
      CHE IO SONO UN UMILE E SINGOLO AUTORE
      Comunque datemi del tu, sennò poi finisce che mi convinco che le voci nella testa sono vere, e mi portate sulla coscienza.”
      ~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~
      📍 Donegal Pub – Via Carmeliti, 21, Nardò (Le)
      ⚠️ Ingresso gratuito con Green Pass ⚠️
      Per info: sagradeldiavolo@gmail.com
      Prenotazioni al +39 3427319505
    • The sound of silent - NINOTCHKA PLAYS SILENT MOVIES
      22:00 -23:59
      2022.04.01
      La musica elettronica degli anni ’20 del nuovo millennio incontra le immagini degli anni ’20 del Novecento.
      Ninotchka inaugura un suo progetto parallelo in duo: “THE SOUND OF SILENT. Ninotchka plays silent movies”.
      𝐒𝐨𝐧𝐨𝐫𝐢𝐳𝐳𝐚𝐳𝐢𝐨𝐧𝐞 𝐝𝐚𝐥 𝐯𝐢𝐯𝐨 𝐝𝐢 𝐟𝐢𝐥𝐦 𝐦𝐮𝐭𝐢 degli Anni Venti con musiche inedite di Ninotchka: una vera e propria jam musicale più una proiezione cinematografica, tutto rigorosamente live.
      Il meglio del cinema muto di registi quali Vigo, Chaplin, Keaton, Bunuel, Lang, Murnau e tanti altri.
      I film e le musiche cambiano a ogni live, quindi è sempre una performance diversa.
      Le atmosfere trip-hop ed elettroniche del progetto Ninotchka accompagnano il pubblico in un viaggio, lungo un’ora, nel
      mondo poetico “dell’acrobata della malinconia”: il cinema muto europeo di inizio Novecento.
      NINOTCHKA sono:
      ▪︎ Mimmo Pesare _ synth, campionatore,
      loops, sequencer, theremin;
      ▪︎Ester Ambra Giannelli _ violoncello
      Ingresso gratuito.
    • Tuma live al Jack n Jill di Cutrofiano
      22:00 -23:59
      2022.04.01

      𝐍𝐄𝐗𝐓 𝐋𝐈𝐕𝐄 𝐜𝐨𝐧 Tuma, Io non sono figo 😎
      👉 VENERDI 01 APRILE 2022 👈

      🎙 Giovane cantautore di Nardò che ama fare ironia sulle sue disgrazie, come ci canta nel suo disco “Tuma01″.

      Buona musica e tanta ironia: ASSOLUTAMENTE DA NON PERDERE!💣💣💣

      After Liveshow: Roberto Serra

      TUTTI I NOSTRI EVENTI SONO ORGANIZZATI SECONDO LE NORME ANTI-COVID, IN TOTALE SICUREZZA

      Per info e prenotazioni tavoli:
      ☎ 338 61 11 661
      o tramite il nostro sito www.jacknjill.it

    • Elisir di Mannarino live al Malisud di Corigliano
      22:00 -23:59
      2022.04.01

    • Thunderblack -ACDC tribute- live al Central bar di Gagliano
      22:00 -23:59
      2022.04.01

2
3
  • Pingu Starr live a Depressa
    19:30 -23:59
    2022.04.03

    X Info: 📱340 4572294 – ☎️ 0833 1934033

  • Valentina Marra live a Lucugnano
    20:30 -23:59
    2022.04.03

    Domenica 3 Aprile
    🕗 Ore 20.30
    📍 Saletta Convegni di Casa Comi
    “L’amor che move il sole e l’altre stelle”
    𝐕𝐚𝐥𝐞𝐧𝐭𝐢𝐧𝐚 𝐌𝐚𝐫𝐫𝐚 𝐢𝐧 𝐜𝐨𝐧𝐜𝐞𝐫𝐭𝐨
    𝐿’𝑎𝑚𝑜𝑟𝑒, 𝑞𝑢𝑒𝑙𝑙’𝑎𝑚𝑜𝑟𝑒 𝑐ℎ𝑒 𝑒̀ 𝑝𝑟𝑖𝑛𝑐𝑖𝑝𝑖𝑜 𝑒 𝑎𝑛𝑖𝑚𝑎 𝑑𝑒𝑙𝑙’𝑢𝑛𝑖𝑣𝑒𝑟𝑠𝑜, 𝑞𝑢𝑒𝑙𝑙’𝑎𝑚𝑜𝑟𝑒 𝑐ℎ𝑒 𝑚𝑢𝑜𝑣𝑒 𝑖𝑙 𝑠𝑜𝑙𝑒 𝑒 𝑙𝑒 𝑠𝑡𝑒𝑙𝑙𝑒 𝑒̀ 𝑖𝑙 𝑓𝑖𝑙𝑜 𝑐𝑜𝑛𝑑𝑢𝑡𝑡𝑜𝑟𝑒 𝑑𝑖 𝑞𝑢𝑒𝑠𝑡𝑜 𝑣𝑖𝑎𝑔𝑔𝑖𝑜 𝑖𝑛 𝑐𝑢𝑖 𝑙𝑎 𝑚𝑢𝑠𝑖𝑐𝑎 𝑑𝑖 𝑉𝑎𝑙𝑒𝑛𝑡𝑖𝑛𝑎 𝑀𝑎𝑟𝑟𝑎, 𝑎𝑡𝑡𝑟𝑎𝑣𝑒𝑟𝑠𝑜 𝑖𝑙 𝑣𝑖𝑜𝑙𝑖𝑛𝑜 𝑒 𝑙𝑎 𝑚𝑢𝑠𝑖𝑐𝑎 𝑒𝑙𝑒𝑡𝑡𝑟𝑜𝑛𝑖𝑐𝑎, 𝑡𝑜𝑐𝑐𝑎 𝑙𝑒 𝑐𝑜𝑟𝑑𝑒 𝑝𝑖𝑢̀ 𝑝𝑟𝑜𝑓𝑜𝑛𝑑𝑒 𝑑𝑒𝑙𝑙𝑒 𝑛𝑜𝑠𝑡𝑟𝑒 𝑎𝑛𝑖𝑚𝑒.
    Valentina Marra
    Inizia a studiare il violino all’età di 6 anni.
    Nel 2003 si diploma e subito dopo viene ammessa al Corso di Alto Perfezionamento Orchestrale dell’Orchestra Giovanile Italiana presso la Scuola di Musica di Fiesole. Lì studia con i maestri Alina Company, Boris Baraz, Andrea Nannoni, Thomas Brandis e con l’orchestra si esibisce nei più grandi teatri sia italiani (Bologna, Modena, Pisa, Firenze, Torino ecc) che esteri (Berlino, Buenos Aires, Santiago, Cordoba ecc.).
    Ha frequentato numerosi corsi di perfezionamento con i maestri Angeleri, Pagliani e Alessandro Quarta. Nel 2007 si è laureata in Discipline Musicali presso il Conservatorio “B. Maderna” di Cesena.
    Dal 2006 al 2013 ho fatto parte dell’Orchestra Giovanile “L.Cherubini” diretta dal M° R.Muti. Ha collaborato con numerose orchestre come l’Orchestra Sinfonica di Tenerife, l’Orchestra Teatro Petruzzelli, l’Orchestra della Magna Grecia e l’Orchestra Oles.
    Ho partecipato alla registrazione del disco “Mentre tutto scorre” dei Negramaro.
    Nel 2019 pubblica il suo primo album da solista OPHELIA (Miraloop Diamonds), una raccolta di brani per violino ed elettronica composti da lei stessa.
    È stata docente di violino presso i corsi preaccademici del Conservatorio di Lecce.
    Attualmente insegna presso l’Istituto Comprensivo di Racale e frequenta il Corso Accademico di II livello in Composizione di Musica Elettronica presso il Conservatorio “E. Duni” di Matera.
    Ingresso Libero con prenotazione consigliata (posti limitati)
    𝐆𝐑𝐄𝐄𝐍 𝐏𝐀𝐒𝐒 𝐑𝐀𝐅𝐅𝐎𝐑𝐙𝐀𝐓𝐎 necessario
    Info e prenotazioni 📱 380/4580810
  • Ròma – suoni, parole, tamburi della cultura rom
    20:30 -23:59
    2022.04.03

    Domenica 3 aprile (ore 20:30 – ingresso 5 euro) ad Astràgali Teatro, per la Giornata mondiale dei Rom, sinti, caminanti (che si celebra l’8 aprile) appuntamento con “Ròma – suoni, parole, tamburi della cultura rom”, spettacolo-concerto sui canti e sulle narrazioni della cultura Rom a cura di Astràgali Teatro e Claudio Cavallo Giagnotti, leader dei Mascarimirì. Un viaggio in cui si incontrano parole, suoni e visioni per dire della bellezza e della forza di una tradizione e di una lingua sconosciute, spesso violentate da pregiudizi e ostilità. Storie e canti romanì si dipanano con la segreta speranza di sconfiggere il pregiudizio e favorire la conoscenza di una cultura straordinaria e ricchissima. In Ròma le musiche di Claudio Cavallo Giagnotti si intrecciano al tessuto di parole curato da Fabio Tolledi e alle video-proiezioni di immagini inedite, tratte dalla ricerca condotta tra le famiglie Rom del Salento. Lo spettacolo è infatti il frutto della collaborazione tra Astràgali Teatro, compagnia teatrale pugliese impegnata da anni in un lavoro di ricognizione e ricerca delle culture mediterranee e del vicino oriente, e Claudio ‘Cavallo’ Giagnotti, musicista di origini Rom che ha fatto della ‘tradinnovazione’ la cifra più propria e innovativa della sua ricerca musicale. Alle origini di Ròma vi è il lavoro di scavo condotto da Cavallo sulle origini e sulla storia della sua famiglia, divenuto ben presto un percorso di riscoperta delle radici sociali, economiche, culturali e artistiche delle famiglie Rom salentine. Riscoperta delle radici e, al contempo, del rapporto con il territorio intorno fatto di intrecci, ibridazioni, accettazione e rifiuto. Una vicenda straordinaria, le cui tracce vivissime arrivano intatte fino a noi. «Dal 2008 fino ad oggi abbiamo raccolto immagini, video, emozioni, racconti di persone straordinarie che hanno fatto la storia senza essere menzionati nella Storia», sottolinea il musicista. «Sono rimasti nell’ombra senza rivelarsi perché le loro origini sono Rom. Abbiamo raccolto queste persone, le loro storie, la loro energia all’interno di uno Stato immaginario che abbiamo chiamato Gitanistan, dove sono caduti i luoghi comuni, dove la verità ha rotto le bolle di sapone che avevamo davanti agli occhi. Da lì è cambiata la nostra percezione della realtà», prosegue.

    Info, programma e prenotazioni
    3892105991 – teatro@astragali.org –  www.astragali.it

  • Battisti&Friends live al Tesoretto di Poggiardo
    22:00 -23:59
    2022.04.03

  • Tekemaya al MaliSud di Corigliano
    22:00 -23:59
    2022.04.03

  • Altri eventi
    • Pingu Starr live a Depressa
      19:30 -23:59
      2022.04.03

      X Info: 📱340 4572294 – ☎️ 0833 1934033

    • Valentina Marra live a Lucugnano
      20:30 -23:59
      2022.04.03
      Domenica 3 Aprile
      🕗 Ore 20.30
      📍 Saletta Convegni di Casa Comi
      “L’amor che move il sole e l’altre stelle”
      𝐕𝐚𝐥𝐞𝐧𝐭𝐢𝐧𝐚 𝐌𝐚𝐫𝐫𝐚 𝐢𝐧 𝐜𝐨𝐧𝐜𝐞𝐫𝐭𝐨
      𝐿’𝑎𝑚𝑜𝑟𝑒, 𝑞𝑢𝑒𝑙𝑙’𝑎𝑚𝑜𝑟𝑒 𝑐ℎ𝑒 𝑒̀ 𝑝𝑟𝑖𝑛𝑐𝑖𝑝𝑖𝑜 𝑒 𝑎𝑛𝑖𝑚𝑎 𝑑𝑒𝑙𝑙’𝑢𝑛𝑖𝑣𝑒𝑟𝑠𝑜, 𝑞𝑢𝑒𝑙𝑙’𝑎𝑚𝑜𝑟𝑒 𝑐ℎ𝑒 𝑚𝑢𝑜𝑣𝑒 𝑖𝑙 𝑠𝑜𝑙𝑒 𝑒 𝑙𝑒 𝑠𝑡𝑒𝑙𝑙𝑒 𝑒̀ 𝑖𝑙 𝑓𝑖𝑙𝑜 𝑐𝑜𝑛𝑑𝑢𝑡𝑡𝑜𝑟𝑒 𝑑𝑖 𝑞𝑢𝑒𝑠𝑡𝑜 𝑣𝑖𝑎𝑔𝑔𝑖𝑜 𝑖𝑛 𝑐𝑢𝑖 𝑙𝑎 𝑚𝑢𝑠𝑖𝑐𝑎 𝑑𝑖 𝑉𝑎𝑙𝑒𝑛𝑡𝑖𝑛𝑎 𝑀𝑎𝑟𝑟𝑎, 𝑎𝑡𝑡𝑟𝑎𝑣𝑒𝑟𝑠𝑜 𝑖𝑙 𝑣𝑖𝑜𝑙𝑖𝑛𝑜 𝑒 𝑙𝑎 𝑚𝑢𝑠𝑖𝑐𝑎 𝑒𝑙𝑒𝑡𝑡𝑟𝑜𝑛𝑖𝑐𝑎, 𝑡𝑜𝑐𝑐𝑎 𝑙𝑒 𝑐𝑜𝑟𝑑𝑒 𝑝𝑖𝑢̀ 𝑝𝑟𝑜𝑓𝑜𝑛𝑑𝑒 𝑑𝑒𝑙𝑙𝑒 𝑛𝑜𝑠𝑡𝑟𝑒 𝑎𝑛𝑖𝑚𝑒.
      Valentina Marra
      Inizia a studiare il violino all’età di 6 anni.
      Nel 2003 si diploma e subito dopo viene ammessa al Corso di Alto Perfezionamento Orchestrale dell’Orchestra Giovanile Italiana presso la Scuola di Musica di Fiesole. Lì studia con i maestri Alina Company, Boris Baraz, Andrea Nannoni, Thomas Brandis e con l’orchestra si esibisce nei più grandi teatri sia italiani (Bologna, Modena, Pisa, Firenze, Torino ecc) che esteri (Berlino, Buenos Aires, Santiago, Cordoba ecc.).
      Ha frequentato numerosi corsi di perfezionamento con i maestri Angeleri, Pagliani e Alessandro Quarta. Nel 2007 si è laureata in Discipline Musicali presso il Conservatorio “B. Maderna” di Cesena.
      Dal 2006 al 2013 ho fatto parte dell’Orchestra Giovanile “L.Cherubini” diretta dal M° R.Muti. Ha collaborato con numerose orchestre come l’Orchestra Sinfonica di Tenerife, l’Orchestra Teatro Petruzzelli, l’Orchestra della Magna Grecia e l’Orchestra Oles.
      Ho partecipato alla registrazione del disco “Mentre tutto scorre” dei Negramaro.
      Nel 2019 pubblica il suo primo album da solista OPHELIA (Miraloop Diamonds), una raccolta di brani per violino ed elettronica composti da lei stessa.
      È stata docente di violino presso i corsi preaccademici del Conservatorio di Lecce.
      Attualmente insegna presso l’Istituto Comprensivo di Racale e frequenta il Corso Accademico di II livello in Composizione di Musica Elettronica presso il Conservatorio “E. Duni” di Matera.
      Ingresso Libero con prenotazione consigliata (posti limitati)
      𝐆𝐑𝐄𝐄𝐍 𝐏𝐀𝐒𝐒 𝐑𝐀𝐅𝐅𝐎𝐑𝐙𝐀𝐓𝐎 necessario
      Info e prenotazioni 📱 380/4580810
    • Ròma – suoni, parole, tamburi della cultura rom
      20:30 -23:59
      2022.04.03

      Domenica 3 aprile (ore 20:30 – ingresso 5 euro) ad Astràgali Teatro, per la Giornata mondiale dei Rom, sinti, caminanti (che si celebra l’8 aprile) appuntamento con “Ròma – suoni, parole, tamburi della cultura rom”, spettacolo-concerto sui canti e sulle narrazioni della cultura Rom a cura di Astràgali Teatro e Claudio Cavallo Giagnotti, leader dei Mascarimirì. Un viaggio in cui si incontrano parole, suoni e visioni per dire della bellezza e della forza di una tradizione e di una lingua sconosciute, spesso violentate da pregiudizi e ostilità. Storie e canti romanì si dipanano con la segreta speranza di sconfiggere il pregiudizio e favorire la conoscenza di una cultura straordinaria e ricchissima. In Ròma le musiche di Claudio Cavallo Giagnotti si intrecciano al tessuto di parole curato da Fabio Tolledi e alle video-proiezioni di immagini inedite, tratte dalla ricerca condotta tra le famiglie Rom del Salento. Lo spettacolo è infatti il frutto della collaborazione tra Astràgali Teatro, compagnia teatrale pugliese impegnata da anni in un lavoro di ricognizione e ricerca delle culture mediterranee e del vicino oriente, e Claudio ‘Cavallo’ Giagnotti, musicista di origini Rom che ha fatto della ‘tradinnovazione’ la cifra più propria e innovativa della sua ricerca musicale. Alle origini di Ròma vi è il lavoro di scavo condotto da Cavallo sulle origini e sulla storia della sua famiglia, divenuto ben presto un percorso di riscoperta delle radici sociali, economiche, culturali e artistiche delle famiglie Rom salentine. Riscoperta delle radici e, al contempo, del rapporto con il territorio intorno fatto di intrecci, ibridazioni, accettazione e rifiuto. Una vicenda straordinaria, le cui tracce vivissime arrivano intatte fino a noi. «Dal 2008 fino ad oggi abbiamo raccolto immagini, video, emozioni, racconti di persone straordinarie che hanno fatto la storia senza essere menzionati nella Storia», sottolinea il musicista. «Sono rimasti nell’ombra senza rivelarsi perché le loro origini sono Rom. Abbiamo raccolto queste persone, le loro storie, la loro energia all’interno di uno Stato immaginario che abbiamo chiamato Gitanistan, dove sono caduti i luoghi comuni, dove la verità ha rotto le bolle di sapone che avevamo davanti agli occhi. Da lì è cambiata la nostra percezione della realtà», prosegue.

      Info, programma e prenotazioni
      3892105991 – teatro@astragali.org –  www.astragali.it

    • Battisti&Friends live al Tesoretto di Poggiardo
      22:00 -23:59
      2022.04.03

    • Tekemaya al MaliSud di Corigliano
      22:00 -23:59
      2022.04.03

4
5
6
  • Medea, Desìr
    20:30 -23:59
    2022.04.06

    Mercoledì 6 e giovedì 7 aprile (ore 20:30 – ingresso 5 euro) sempre sul palco di Astràgali Teatro Lecce, la compagnia salentina mette in scena “Medea, Desìr“, spettacolo scritto e diretto da Fabio Tolledi (direttore artistico della compagnia, presidente del centro italiano e vicepresidente della rete mondiale dell’International Theatre Institute dell’Unesco) con Roberta Quarta, Simonetta Rotundo, Matteo Mele e Samuele Zecca.  Il mito non è semplicemente una storia, semmai è un infinito intreccio di storie. Per questo il mito è poesia. Questa molteplicità di storie rende il mito qualcosa di vivo, da scoprire, da interrogare, da svelare e rivelare. Medea è una storia che si moltiplica nei secoli. Christa Wolf, Ovidio, Apollonio Rodio, Euripide, Jean Anouilh, Franz Grillparzer, Corrado Alvaro, Corneille, Seneca, Quinto Ennio assieme a molti altri scrittori, musicisti, pittori hanno alimentato questo mito molteplice di una donna straniera. «La nostra scrittura teatrale si muove su alcuni piani: Medea è donna, straniera e selvaggia, creatura altra che resiste e ama. Ama al di là di ogni valore, al di là di ogni morale. Resiste e sfugge al potere, regina adolescente a cui tutto si può chiedere, depositaria di un sapere profondo e antico», sottolinea Fabio Tolledi. «La radice del suo nome, med, richiama la parola medicina. Il pharmakon che cura e avvelena. Che può salvare e uccidere. Radice del venenum, di qualcosa che trasforma e muta. Medea, scacciata e bandita dal potere, stigma della donna selvaggia, rivendica il solo orizzonte che incrina e mette in crisi il potere: il desiderio. Medea ama, Medea ama l’amore, Medea vive nel desiderio che prende e dona forma alla vita».

  • Medea, Desìr
    20:30 -23:59
    2022.04.06

    Mercoledì 6 e giovedì 7 aprile (ore 20:30 – ingresso 5 euro) sempre sul palco di Astràgali Teatro Lecce, la compagnia salentina mette in scena “Medea, Desìr“, spettacolo scritto e diretto da Fabio Tolledi (direttore artistico della compagnia, presidente del centro italiano e vicepresidente della rete mondiale dell’International Theatre Institute dell’Unesco) con Roberta Quarta, Simonetta Rotundo, Matteo Mele e Samuele Zecca.  Il mito non è semplicemente una storia, semmai è un infinito intreccio di storie. Per questo il mito è poesia. Questa molteplicità di storie rende il mito qualcosa di vivo, da scoprire, da interrogare, da svelare e rivelare. Medea è una storia che si moltiplica nei secoli. Christa Wolf, Ovidio, Apollonio Rodio, Euripide, Jean Anouilh, Franz Grillparzer, Corrado Alvaro, Corneille, Seneca, Quinto Ennio assieme a molti altri scrittori, musicisti, pittori hanno alimentato questo mito molteplice di una donna straniera. «La nostra scrittura teatrale si muove su alcuni piani: Medea è donna, straniera e selvaggia, creatura altra che resiste e ama. Ama al di là di ogni valore, al di là di ogni morale. Resiste e sfugge al potere, regina adolescente a cui tutto si può chiedere, depositaria di un sapere profondo e antico», sottolinea Fabio Tolledi. «La radice del suo nome, med, richiama la parola medicina. Il pharmakon che cura e avvelena. Che può salvare e uccidere. Radice del venenum, di qualcosa che trasforma e muta. Medea, scacciata e bandita dal potere, stigma della donna selvaggia, rivendica il solo orizzonte che incrina e mette in crisi il potere: il desiderio. Medea ama, Medea ama l’amore, Medea vive nel desiderio che prende e dona forma alla vita».

    Info, programma e prenotazioni
    3892105991 – teatro@astragali.org –  www.astragali.it

  • Fireball Deep Purple tribute live al Locale di Lecce
    21:30 -23:59
    2022.04.06

  • Mixtura Latina al Mamasana di Maglie
    21:30 -23:59
    2022.04.06

  • Altri eventi
    • Medea, Desìr
      20:30 -23:59
      2022.04.06

      Mercoledì 6 e giovedì 7 aprile (ore 20:30 – ingresso 5 euro) sempre sul palco di Astràgali Teatro Lecce, la compagnia salentina mette in scena “Medea, Desìr“, spettacolo scritto e diretto da Fabio Tolledi (direttore artistico della compagnia, presidente del centro italiano e vicepresidente della rete mondiale dell’International Theatre Institute dell’Unesco) con Roberta Quarta, Simonetta Rotundo, Matteo Mele e Samuele Zecca.  Il mito non è semplicemente una storia, semmai è un infinito intreccio di storie. Per questo il mito è poesia. Questa molteplicità di storie rende il mito qualcosa di vivo, da scoprire, da interrogare, da svelare e rivelare. Medea è una storia che si moltiplica nei secoli. Christa Wolf, Ovidio, Apollonio Rodio, Euripide, Jean Anouilh, Franz Grillparzer, Corrado Alvaro, Corneille, Seneca, Quinto Ennio assieme a molti altri scrittori, musicisti, pittori hanno alimentato questo mito molteplice di una donna straniera. «La nostra scrittura teatrale si muove su alcuni piani: Medea è donna, straniera e selvaggia, creatura altra che resiste e ama. Ama al di là di ogni valore, al di là di ogni morale. Resiste e sfugge al potere, regina adolescente a cui tutto si può chiedere, depositaria di un sapere profondo e antico», sottolinea Fabio Tolledi. «La radice del suo nome, med, richiama la parola medicina. Il pharmakon che cura e avvelena. Che può salvare e uccidere. Radice del venenum, di qualcosa che trasforma e muta. Medea, scacciata e bandita dal potere, stigma della donna selvaggia, rivendica il solo orizzonte che incrina e mette in crisi il potere: il desiderio. Medea ama, Medea ama l’amore, Medea vive nel desiderio che prende e dona forma alla vita».

    • Medea, Desìr
      20:30 -23:59
      2022.04.06

      Mercoledì 6 e giovedì 7 aprile (ore 20:30 – ingresso 5 euro) sempre sul palco di Astràgali Teatro Lecce, la compagnia salentina mette in scena “Medea, Desìr“, spettacolo scritto e diretto da Fabio Tolledi (direttore artistico della compagnia, presidente del centro italiano e vicepresidente della rete mondiale dell’International Theatre Institute dell’Unesco) con Roberta Quarta, Simonetta Rotundo, Matteo Mele e Samuele Zecca.  Il mito non è semplicemente una storia, semmai è un infinito intreccio di storie. Per questo il mito è poesia. Questa molteplicità di storie rende il mito qualcosa di vivo, da scoprire, da interrogare, da svelare e rivelare. Medea è una storia che si moltiplica nei secoli. Christa Wolf, Ovidio, Apollonio Rodio, Euripide, Jean Anouilh, Franz Grillparzer, Corrado Alvaro, Corneille, Seneca, Quinto Ennio assieme a molti altri scrittori, musicisti, pittori hanno alimentato questo mito molteplice di una donna straniera. «La nostra scrittura teatrale si muove su alcuni piani: Medea è donna, straniera e selvaggia, creatura altra che resiste e ama. Ama al di là di ogni valore, al di là di ogni morale. Resiste e sfugge al potere, regina adolescente a cui tutto si può chiedere, depositaria di un sapere profondo e antico», sottolinea Fabio Tolledi. «La radice del suo nome, med, richiama la parola medicina. Il pharmakon che cura e avvelena. Che può salvare e uccidere. Radice del venenum, di qualcosa che trasforma e muta. Medea, scacciata e bandita dal potere, stigma della donna selvaggia, rivendica il solo orizzonte che incrina e mette in crisi il potere: il desiderio. Medea ama, Medea ama l’amore, Medea vive nel desiderio che prende e dona forma alla vita».

      Info, programma e prenotazioni
      3892105991 – teatro@astragali.org –  www.astragali.it

    • Fireball Deep Purple tribute live al Locale di Lecce
      21:30 -23:59
      2022.04.06

    • Mixtura Latina al Mamasana di Maglie
      21:30 -23:59
      2022.04.06

7
  • Medea, Desìr
    20:30 -23:59
    2022.04.07

    Mercoledì 6 e giovedì 7 aprile (ore 20:30 – ingresso 5 euro) sempre sul palco di Astràgali Teatro Lecce, la compagnia salentina mette in scena “Medea, Desìr“, spettacolo scritto e diretto da Fabio Tolledi (direttore artistico della compagnia, presidente del centro italiano e vicepresidente della rete mondiale dell’International Theatre Institute dell’Unesco) con Roberta Quarta, Simonetta Rotundo, Matteo Mele e Samuele Zecca.  Il mito non è semplicemente una storia, semmai è un infinito intreccio di storie. Per questo il mito è poesia. Questa molteplicità di storie rende il mito qualcosa di vivo, da scoprire, da interrogare, da svelare e rivelare. Medea è una storia che si moltiplica nei secoli. Christa Wolf, Ovidio, Apollonio Rodio, Euripide, Jean Anouilh, Franz Grillparzer, Corrado Alvaro, Corneille, Seneca, Quinto Ennio assieme a molti altri scrittori, musicisti, pittori hanno alimentato questo mito molteplice di una donna straniera. «La nostra scrittura teatrale si muove su alcuni piani: Medea è donna, straniera e selvaggia, creatura altra che resiste e ama. Ama al di là di ogni valore, al di là di ogni morale. Resiste e sfugge al potere, regina adolescente a cui tutto si può chiedere, depositaria di un sapere profondo e antico», sottolinea Fabio Tolledi. «La radice del suo nome, med, richiama la parola medicina. Il pharmakon che cura e avvelena. Che può salvare e uccidere. Radice del venenum, di qualcosa che trasforma e muta. Medea, scacciata e bandita dal potere, stigma della donna selvaggia, rivendica il solo orizzonte che incrina e mette in crisi il potere: il desiderio. Medea ama, Medea ama l’amore, Medea vive nel desiderio che prende e dona forma alla vita».

    Info, programma e prenotazioni
    3892105991 – teatro@astragali.org –  www.astragali.it

  • PIngu Starr live al Lulu’s di Maglie
    22:00 -23:59
    2022.04.07

  • FreeZap live al Richmond di Lecce
    22:00 -23:59
    2022.04.07

  • Andrea Maggino – Lucio Di Seclì djset al Coffee Bet di Miggiano
    22:00 -23:59
    2022.04.07

  • Io Te e Puccia live al Cantiere di Lecce
    22:00 -23:59
    2022.04.07

    viale dell’Università

  • Altri eventi
    • Medea, Desìr
      20:30 -23:59
      2022.04.07

      Mercoledì 6 e giovedì 7 aprile (ore 20:30 – ingresso 5 euro) sempre sul palco di Astràgali Teatro Lecce, la compagnia salentina mette in scena “Medea, Desìr“, spettacolo scritto e diretto da Fabio Tolledi (direttore artistico della compagnia, presidente del centro italiano e vicepresidente della rete mondiale dell’International Theatre Institute dell’Unesco) con Roberta Quarta, Simonetta Rotundo, Matteo Mele e Samuele Zecca.  Il mito non è semplicemente una storia, semmai è un infinito intreccio di storie. Per questo il mito è poesia. Questa molteplicità di storie rende il mito qualcosa di vivo, da scoprire, da interrogare, da svelare e rivelare. Medea è una storia che si moltiplica nei secoli. Christa Wolf, Ovidio, Apollonio Rodio, Euripide, Jean Anouilh, Franz Grillparzer, Corrado Alvaro, Corneille, Seneca, Quinto Ennio assieme a molti altri scrittori, musicisti, pittori hanno alimentato questo mito molteplice di una donna straniera. «La nostra scrittura teatrale si muove su alcuni piani: Medea è donna, straniera e selvaggia, creatura altra che resiste e ama. Ama al di là di ogni valore, al di là di ogni morale. Resiste e sfugge al potere, regina adolescente a cui tutto si può chiedere, depositaria di un sapere profondo e antico», sottolinea Fabio Tolledi. «La radice del suo nome, med, richiama la parola medicina. Il pharmakon che cura e avvelena. Che può salvare e uccidere. Radice del venenum, di qualcosa che trasforma e muta. Medea, scacciata e bandita dal potere, stigma della donna selvaggia, rivendica il solo orizzonte che incrina e mette in crisi il potere: il desiderio. Medea ama, Medea ama l’amore, Medea vive nel desiderio che prende e dona forma alla vita».

      Info, programma e prenotazioni
      3892105991 – teatro@astragali.org –  www.astragali.it

    • PIngu Starr live al Lulu's di Maglie
      22:00 -23:59
      2022.04.07

    • FreeZap live al Richmond di Lecce
      22:00 -23:59
      2022.04.07

    • Andrea Maggino - Lucio Di Seclì djset al Coffee Bet di Miggiano
      22:00 -23:59
      2022.04.07

    • Io Te e Puccia live al Cantiere di Lecce
      22:00 -23:59
      2022.04.07

      viale dell’Università

8
  • il musical originale Faerieland in scena al Teatro Apollo di Lecce
    20:30 -23:59
    2022.04.08

    Venerdì 8 aprile – ore 21
    Teatro Apollo – Lecce
    Biglietti da 15 a 30 euro + diritti di prevendita
    Prevendite circuito www.vivaticket.com

    Info www.artisticmindproduction.com

    FAERIELAND
    Venerdì 8 aprile il Teatro Apollo di Lecce ospita la prima assoluta del nuovo musical firmato da Artistic Mind Production per la regia di Silvio Coppola, autore delle musiche e coautore del libretto con il fratello Nicolas. Un musical originale con alcune tra le più belle fiabe della tradizione classica europea. Una storia nuova e un personaggio misterioso uniranno le sorti di Jack, Cappuccetto Rosso, Hansel e Gretel in una lotta contro il lato oscuro che tutti devono affrontare per scoprire chi sono davvero.

    Un musical originale con alcune tra le più belle fiabe della tradizione classica europea: venerdì 8 aprile (ore 21 – ingresso da 15 a 30 euro + dp – info e biglietti www.vivaticket.com – www.artisticmindproduction.com) il Teatro Apollo di Lecce ospita la prima  di “Faerieland“. La nuova e inedita produzione della giovane azienda salentina di musical Artistic Mind Production, è organizzata con il sostegno della Regione Puglia nel Programma Straordinario 2020 in materia di Cultura e Spettacolo in collaborazione con Provincia e Comune di Lecce. Venti artisti sul palcoscenico, scenografie in movimento e abbaglianti effetti luce per scoprire che il mondo delle fiabe non è poi così diverso da quello reale. Un musical per tutta la famiglia, in cui grandi e piccoli possono sorridere e commuoversi, ma soprattutto conoscere più profondamente il mondo fuori e dentro di sé. Una storia nuova e un personaggio misterioso uniranno le sorti di JackCappuccetto Rosso, Hansel e Gretel in una lotta contro il lato oscuro, che tutti devono affrontare per scoprire chi sono davvero. Musiche nuove accompagneranno il pubblico in questo fantastico viaggio: coralità e melodie entusiasmanti e il suono di una grande orchestra regaleranno grandi emozioni.

    «Il nostro progetto nasce in famiglia, da una comune passione per la musica, il teatro e l’arte in genere», sottolinea il compositore e regista Silvio Coppola, autore delle musiche dello spettacolo e coautore del libretto con il fratello Nicolas Coppola. «La creazione di prodotti artistici originali ci guida da sempre ed è alla base di ogni nostra iniziativa». Dopo dieci anni di esperienza nella realizzazione e nella produzione di spettacoli musicali, il team di Artistic Mind ha lavorato senza sosta negli ultimi mesi per portare in scena, con tutte le difficoltà dovute alla pandemia, questo nuovo spettacolo. «Il nostro obiettivo è quello di realizzare spettacoli inediti per intrattenere ed emozionare un pubblico di tutte le età. Vogliamo cercare di dare il nostro contributo alla crescita della produzione italiana di musical originali, che al momento è sempre lasciata troppo indietro. Ci sembrava ottimo cominciare raccontando al pubblico una fiaba», racconta Nicolas. «Sulle fiabe è stato visto tanto, ma è sempre incredibile riscontrare come il pubblico familiare trovi in questi racconti un punto di solida unione, che sul palcoscenico di un teatro non può che venire rafforzata», proseguono i due autori.

     
    Anche seguendo la direzione della trama originaria di ciascuna fiaba, la storia ruota intorno a un misterioso personaggio femminile, la cui identità si scoprirà soltanto a teatro. La sua contrapposizione con l’antagonista Tremotino farà nascere numerose occasioni per parlare di libertà di essere veramente sé stessi, di lotta contro le imposizioni esterne e contro i dettami della società. Un musical che prende il nome da una terra magica, ma che parla fortemente di realtà. E in questo momento storico, per affrontare la realtà, può più che mai essere d’aiuto una fiaba. La colonna sonora si rifà un po’ alle atmosfere tipiche del musical classico di Broadway, riprendendone anche degli standard strutturali o ritmici, senza trascurare alcuni elementi di modernità. Il giovanissimo cast ha già registrato i 30 brani che compongono lo spettacolo, le cui tracce saranno disponibili nei prossimi mesi sulle piattaforme streaming. «L’intento, sin dall’inizio,  è stato quello di dare spazio al talento di giovani creativi, artisti e performers, portando sulla scena uno spettacolo di ottimo livello qualitativo sotto tutti i punti di vista. Tutto il team creativo, il cast e lo staff tecnico, sono composti da giovani talentuosi affiancati da esperti qualificati», continua Silvio Coppola. Il viaggio musicale nel mondo di Faerieland inizierà con questa prima serale al Teatro Apollo e con una serie di matineé per le scuole in attesa della tournée in giro per l’Italia.

  • Il Cotto e il Crudo -con E. Solfrizzi e A. Stornaiolo ad Alessano
    21:00 -23:59
    2022.04.08

    𝐈𝐋 𝐂𝐎𝐓𝐓𝐎 𝐄 𝐈𝐋 𝐂𝐑𝐔𝐃𝐎
    𝐒𝐩𝐞𝐭𝐭𝐚𝐜𝐨𝐥𝐨 𝐭𝐞𝐚𝐭𝐫𝐚𝐥𝐞 𝐝𝐢 𝐞 𝐜𝐨𝐧 𝐄𝐦𝐢𝐥𝐢𝐨 𝐒𝐨𝐥𝐟𝐫𝐢𝐳𝐳𝐢 𝐞𝐝 𝐀𝐧𝐭𝐨𝐧𝐢𝐨 𝐒𝐭𝐨𝐫𝐧𝐚𝐢𝐨𝐥𝐨
    👉𝐕𝐞𝐧𝐞𝐫𝐝ì 𝟖 𝐚𝐩𝐫𝐢𝐥𝐞 𝐨𝐫𝐞 𝟐𝟏:𝟎𝟎 presso Auditorium Benedetto XVI, Alessano (SS 275 Alessano – Lucugnano)
    🔹 Con le affilate armi dell’ironia e della leggerezza, attraverso pensieri laterali, dialoghi serrati, poesie demenziali, fraseggi comici, esilaranti calembour, lo spettacolo propone in scena una coppia storica della comicità pugliese.
    E proprio la Puglia, come regione, come territorio ricco di attrattive, ma soprattutto come luogo dell’anima dove ritrovarsi, è tra le protagoniste della messa in scena.
    Dopo gli iniziali convenevoli e cerimonie, tra Emilio ed Antonio scoppia un conflitto senza precedenti che, in breve tempo, li porterà inesorabilmente “al chi sono io ed al chi sei tu”.
    Niente e nessuno potrà fermare la “resa dei conti” tra i due, mentre parleranno di crisi economica, di energie alternative, di ricordi d’infanzia, di poesia e di metalinguistica.
    Uno spettacolo per chi ama l’improvvisazione, i salti nel vuoto e, soprattutto, il ragù che cuoce dalle cinque di mattina.
    🔹 In scena:
    Emilio Solfrizzi
    Antonio Stornaiolo
    Presenta MARCO ANTONIO ROMANO
    ⚠️ Accesso allo spettacolo nel rispetto delle norme anticovid: Super green pass (+12 anni) e mascherina FFP2.
    🎟 BIGLIETTO SU CIRCUITO VIVATICKET € 19,45 prevendita compresa
    👉 Link biglietti https://bit.ly/3MXV9MB
    ☎️ Maggiori informazioni al numero 320 3318599
  • Black Out live al GiannaRock di Veglie
    22:00 -23:59
    2022.04.08

  • Hound Dogs live al Locale di Lecce
    22:00 -23:59
    2022.04.08

  • Altri eventi
    • il musical originale Faerieland in scena al Teatro Apollo di Lecce
      20:30 -23:59
      2022.04.08
      Venerdì 8 aprile – ore 21
      Teatro Apollo – Lecce
      Biglietti da 15 a 30 euro + diritti di prevendita
      Prevendite circuito www.vivaticket.com

      Info www.artisticmindproduction.com

      FAERIELAND
      Venerdì 8 aprile il Teatro Apollo di Lecce ospita la prima assoluta del nuovo musical firmato da Artistic Mind Production per la regia di Silvio Coppola, autore delle musiche e coautore del libretto con il fratello Nicolas. Un musical originale con alcune tra le più belle fiabe della tradizione classica europea. Una storia nuova e un personaggio misterioso uniranno le sorti di Jack, Cappuccetto Rosso, Hansel e Gretel in una lotta contro il lato oscuro che tutti devono affrontare per scoprire chi sono davvero.

      Un musical originale con alcune tra le più belle fiabe della tradizione classica europea: venerdì 8 aprile (ore 21 – ingresso da 15 a 30 euro + dp – info e biglietti www.vivaticket.com – www.artisticmindproduction.com) il Teatro Apollo di Lecce ospita la prima  di “Faerieland“. La nuova e inedita produzione della giovane azienda salentina di musical Artistic Mind Production, è organizzata con il sostegno della Regione Puglia nel Programma Straordinario 2020 in materia di Cultura e Spettacolo in collaborazione con Provincia e Comune di Lecce. Venti artisti sul palcoscenico, scenografie in movimento e abbaglianti effetti luce per scoprire che il mondo delle fiabe non è poi così diverso da quello reale. Un musical per tutta la famiglia, in cui grandi e piccoli possono sorridere e commuoversi, ma soprattutto conoscere più profondamente il mondo fuori e dentro di sé. Una storia nuova e un personaggio misterioso uniranno le sorti di JackCappuccetto Rosso, Hansel e Gretel in una lotta contro il lato oscuro, che tutti devono affrontare per scoprire chi sono davvero. Musiche nuove accompagneranno il pubblico in questo fantastico viaggio: coralità e melodie entusiasmanti e il suono di una grande orchestra regaleranno grandi emozioni.

      «Il nostro progetto nasce in famiglia, da una comune passione per la musica, il teatro e l’arte in genere», sottolinea il compositore e regista Silvio Coppola, autore delle musiche dello spettacolo e coautore del libretto con il fratello Nicolas Coppola. «La creazione di prodotti artistici originali ci guida da sempre ed è alla base di ogni nostra iniziativa». Dopo dieci anni di esperienza nella realizzazione e nella produzione di spettacoli musicali, il team di Artistic Mind ha lavorato senza sosta negli ultimi mesi per portare in scena, con tutte le difficoltà dovute alla pandemia, questo nuovo spettacolo. «Il nostro obiettivo è quello di realizzare spettacoli inediti per intrattenere ed emozionare un pubblico di tutte le età. Vogliamo cercare di dare il nostro contributo alla crescita della produzione italiana di musical originali, che al momento è sempre lasciata troppo indietro. Ci sembrava ottimo cominciare raccontando al pubblico una fiaba», racconta Nicolas. «Sulle fiabe è stato visto tanto, ma è sempre incredibile riscontrare come il pubblico familiare trovi in questi racconti un punto di solida unione, che sul palcoscenico di un teatro non può che venire rafforzata», proseguono i due autori.

       
      Anche seguendo la direzione della trama originaria di ciascuna fiaba, la storia ruota intorno a un misterioso personaggio femminile, la cui identità si scoprirà soltanto a teatro. La sua contrapposizione con l’antagonista Tremotino farà nascere numerose occasioni per parlare di libertà di essere veramente sé stessi, di lotta contro le imposizioni esterne e contro i dettami della società. Un musical che prende il nome da una terra magica, ma che parla fortemente di realtà. E in questo momento storico, per affrontare la realtà, può più che mai essere d’aiuto una fiaba. La colonna sonora si rifà un po’ alle atmosfere tipiche del musical classico di Broadway, riprendendone anche degli standard strutturali o ritmici, senza trascurare alcuni elementi di modernità. Il giovanissimo cast ha già registrato i 30 brani che compongono lo spettacolo, le cui tracce saranno disponibili nei prossimi mesi sulle piattaforme streaming. «L’intento, sin dall’inizio,  è stato quello di dare spazio al talento di giovani creativi, artisti e performers, portando sulla scena uno spettacolo di ottimo livello qualitativo sotto tutti i punti di vista. Tutto il team creativo, il cast e lo staff tecnico, sono composti da giovani talentuosi affiancati da esperti qualificati», continua Silvio Coppola. Il viaggio musicale nel mondo di Faerieland inizierà con questa prima serale al Teatro Apollo e con una serie di matineé per le scuole in attesa della tournée in giro per l’Italia.

    • Il Cotto e il Crudo -con E. Solfrizzi e A. Stornaiolo ad Alessano
      21:00 -23:59
      2022.04.08
      𝐈𝐋 𝐂𝐎𝐓𝐓𝐎 𝐄 𝐈𝐋 𝐂𝐑𝐔𝐃𝐎
      𝐒𝐩𝐞𝐭𝐭𝐚𝐜𝐨𝐥𝐨 𝐭𝐞𝐚𝐭𝐫𝐚𝐥𝐞 𝐝𝐢 𝐞 𝐜𝐨𝐧 𝐄𝐦𝐢𝐥𝐢𝐨 𝐒𝐨𝐥𝐟𝐫𝐢𝐳𝐳𝐢 𝐞𝐝 𝐀𝐧𝐭𝐨𝐧𝐢𝐨 𝐒𝐭𝐨𝐫𝐧𝐚𝐢𝐨𝐥𝐨
      👉𝐕𝐞𝐧𝐞𝐫𝐝ì 𝟖 𝐚𝐩𝐫𝐢𝐥𝐞 𝐨𝐫𝐞 𝟐𝟏:𝟎𝟎 presso Auditorium Benedetto XVI, Alessano (SS 275 Alessano – Lucugnano)
      🔹 Con le affilate armi dell’ironia e della leggerezza, attraverso pensieri laterali, dialoghi serrati, poesie demenziali, fraseggi comici, esilaranti calembour, lo spettacolo propone in scena una coppia storica della comicità pugliese.
      E proprio la Puglia, come regione, come territorio ricco di attrattive, ma soprattutto come luogo dell’anima dove ritrovarsi, è tra le protagoniste della messa in scena.
      Dopo gli iniziali convenevoli e cerimonie, tra Emilio ed Antonio scoppia un conflitto senza precedenti che, in breve tempo, li porterà inesorabilmente “al chi sono io ed al chi sei tu”.
      Niente e nessuno potrà fermare la “resa dei conti” tra i due, mentre parleranno di crisi economica, di energie alternative, di ricordi d’infanzia, di poesia e di metalinguistica.
      Uno spettacolo per chi ama l’improvvisazione, i salti nel vuoto e, soprattutto, il ragù che cuoce dalle cinque di mattina.
      🔹 In scena:
      Emilio Solfrizzi
      Antonio Stornaiolo
      Presenta MARCO ANTONIO ROMANO
      ⚠️ Accesso allo spettacolo nel rispetto delle norme anticovid: Super green pass (+12 anni) e mascherina FFP2.
      🎟 BIGLIETTO SU CIRCUITO VIVATICKET € 19,45 prevendita compresa
      👉 Link biglietti https://bit.ly/3MXV9MB
      ☎️ Maggiori informazioni al numero 320 3318599
    • Black Out live al GiannaRock di Veglie
      22:00 -23:59
      2022.04.08

    • Hound Dogs live al Locale di Lecce
      22:00 -23:59
      2022.04.08

9
  • CANTO DI PASSIONE a cura di Enza Pagliara Dario Muci e Antongiulio Galeandro
    20:30 -23:59
    2022.04.09

    L’ idea di uno spettacolo sulla passione è sorta cantando, praticando i canti di tradizione orale. Risulta subito evidente che la poesia popolare raggiunge una delle sue più alte espressioni proprio nelle vicende che narrano la vita e la morte di Cristo. Teatro, canto, poesia mai come in questa vicenda si incarnano una nell’altra. “Canto di Passione” è la visione portata dalle cantrici e dai cantori tradizionali sugli ultimi momenti della vita di Gesù. Un racconto che si srotola tra le parole e le incantazioni, lungo un percorso in cui i testi si rincorrono e si sorpassano in un dinamismo che è a un passo dal silenzio. Lo incontra e subito lo perde.
    Nei testi dei canti è possibile guardare, attraverso il proprio sgomento, lo sgomento di Gesù uomo, individuato nell’urlo sulla croce di fronte alla morte. Solo di fronte alla morte. Solo nella sua condizione umana e carnale con la propria responsabilità e tragica consapevolezza.
    I canti viventi vengono dal Salento, dalla Puglia, dalla Sicilia, dal Lazio dalla Toscana e dalla Corsica.
    “Canto di Passione” è un omaggio alle tante contadine, contadini o semplicemente donne uomini che fino a oggi hanno ricordato, trasmesso, custodito, espresso, urlato, pianto e riso il cantare.
    ACCESSO AL CONCERTO
    Saranno predisposte tutte le misure indispensabili per garantire la sicurezza del pubblico, degli artisti, degli operatori. L’accesso avverrà nel rispetto assoluto delle norme anti covid.
    Ingresso gratuito fino ad esaurimento posti. Apertura porte ore 20.30
    Evento organizzato da Nauna Cantieri Musicali e Assessorato alla Cultura – Comune di Leverano

    Teatro Comunale di Leverano

  • In Fila per Tre
    20:30 -23:59
    2022.04.09

  • Hound Dogs live al Mercato24Re di Leuca
    21:30 -23:59
    2022.04.09

10
11
12
13
14
  • Il cantico dei cantici per lingua madre
    20:30 -23:59
    2022.04.14

    Giovedì 14 aprile (ore 20:30 – ingresso 5 euro) appuntamento a Lecce con “Il cantico dei cantici per lingua madre” di Astràgali Teatro ed Ensemble Montesardo, scritto e diretto da Fabio Tolledi. Tra i testi più misteriosi e segreti della tradizione sapienziale, presente nella Bibbia ebraica e cristiana, “canto assoluto d’amore e di conoscenza”, il Cantico (in ebraico Shir hashirim, in latino Canticum canticorum) già nel nome dice il suo essere il più sublime di tutti i canti, il suo adagiarsi tra le nuvole. Fabio Tolledi (attore, regista, autore, direttore artistico di Astràgali Teatro, vice presidente per l’Europa del network mondiale e presidente del Centro Italiano dell’International Theatre Institute – Unesco) traduce e reinterpreta il testo poetico, attribuito al Re Salomone, in una lingua madre neo-salentina. In scena, le attrici Roberta Quarta e Simonetta Rotundo sono accompagnate dalle musiche eseguite dall’Ensemble Montesardo, coordinato dal Maestro Luca Tarantino (tiorba) e composto dal soprano Ludovica Casilli, dal mezzosoprano Kairi Kosk e Livio Grasso (tiorba). «Ogni anno scompaiono nel mondo oltre 20 lingue madri, una ogni due settimane. Di questo passo nell’arco di un secolo la metà delle 5mila lingue che si parlano oggi sulla terra saranno estinte», sottolinea Fabio Tolledi. «Le parole vivono e muoiono come gli esseri naturali e quando una lingua sparisce non si perdono solo i testi ma muore un modo di comprendere la natura, di ragionare, di percepire il mondo, di metterlo in parole, di dire l’amore. La traduzione del più grande poema d’amore mai scritto, il Cantico dei Cantici, in una lingua madre che abbiamo chiamato neo-salentino va esattamente nel senso opposto: ritrovare una lingua e, insieme, il mondo che in questa lingua dimorava. Diciamo l’amore, la morte, il desiderio, l’illusione, lo smarrimento, tutte figure presentissime nel Cantico, in una lingua arcaica e potente. Una lingua dove il suono è più forte e avvolgente del senso». Lo spettacolo è anche un libro/cd prodotto da Astràgali Edizioni – Eufonia Multimedia con il sostegno della Regione Puglia (Art 8, LR 12.2005 – Iniziative per la pace e per lo sviluppo delle relazioni tra i popoli del Mediterraneo).

    Info, programma e prenotazioni
    3892105991 – teatro@astragali.org –  www.astragali.it

  • Mario Verzin – Donato Costa – Roberto Spels live al Lulu’s di Maglie
    22:00 -23:59
    2022.04.14

15
16
  • Io che amo solo te. Le Voci di Genova alle Officine Cantelmo di Lecce
    20:30 -23:59
    2022.04.16

    Sabato 16 aprile – ore 21
    Officine Cantelmo
    Viale Michele De Pietro 8/A – Lecce
    Ingresso 20 euro
    Prevendite circuito VivaTicket => urly.it/3m3v8
    Info 0832304896 – 3486087776
    info@officinecantelmo.it

    IO CHE AMO SOLO TE. LE VOCI DI GENOVA

    Sabato 16 aprile le Officine Cantelmo di Lecce ospitano il progetto originale di Serena Spedicato (canto, voce recitante) e dello scrittore Osvaldo Piliego (testi) con arrangiamenti di Vince Abbracciante (fisarmonica) affiancato da Nando Di Modugno (chitarra classica) e Giorgio Vendola (contrabbasso) per la regia di Riccardo Lanzarone. Testi inediti accompagnano una selezione di brani di Luigi TencoFabrizio De AndréGino PaoliSergio EndrigoUmberto BindiBruno Lauzi per un omaggio potente e commosso a Genova superba eppure ferita, “a una città e a un tempo del cuore … che in queste note e in queste parole hanno imparato l’amore”. La serata è promossa dall’etichetta salentina DodiciluneEskape Music e Coolclub in collaborazione con Officine Cantelmo con il sostegno della Regione Puglia e del main sponsor “Carofalo – Agenti di assicurazione dal 1989“. Dal 12 aprile in distribuzione il libro/cd dello spettacolo.


    Sabato 16 aprile (ore 21 – ingresso 20 euro – info 3486087776 – biglietti disponibili nel circuito VivaTicket) le Officine Cantelmo di Lecce ospitano il concerto/spettacolo “Io che amo solo te. Le Voci di Genova“. Sono gli incontri felici a generare bellezza, nella vita così come nell’arte. È stato così per “La scuola di Genova” un luogo e un tempo fatti di amici capaci di inaugurare una nuova stagione del cantautorato italiano che ha esplorato e cantato l’amore come mai prima. In questo progetto originale, la cantante Serena Spedicato e lo scrittore Osvaldo Piliego decidono di “raccontar-cantando” le storie e le vite straordinarie che si nascondono dietro le canzoni di Luigi Tenco, Fabrizio De AndréGino PaoliSergio EndrigoUmberto BindiBruno Lauzi. Testi inediti accompagnano una selezione di alcuni brani tra i più belli e rappresentativi della canzone d’autore di tutti i tempi rielaborati in una forma nuova grazie agli arrangiamenti firmati dal fisarmonicista Vince Abbracciante affiancato da Nando Di Modugno (chitarra classica) e Giorgio Vendola (contrabbasso) con la regia di Riccardo Lanzarone. Un omaggio potente e commosso a Genova superba eppure ferita, “a una città e a un tempo del cuore … che in queste note e in queste parole hanno imparato l’amore”. Durante la serata, promossa dall’etichetta salentina DodiciluneEskape e Coolclub in collaborazione con Officine Cantelmo con il sostegno della Regione Puglia nel Programma Straordinario 2020 in materia di Cultura e Spettacolo e del main sponsor “Carofalo – Agenti di assicurazione dal 1989“, sarà disponibile il libro/cd dello spettacolo (sempre prodotto da Dodicilune in collaborazione con Eskape e Coolclub) distribuito da martedì 12 aprile in Italia e all’estero da IRD e nei migliori store on line da Believe.


    Serena Spedicato è una cantante eclettica e poliedrica con un’intensa attività concertistica in numerose formazioni jazz, corali e polifoniche e una lunga lista di incisioni tra le quali spiccano i due lavori discografici “The Shining of Things. Dedicated to David Sylvian” e “My Waits. Tom Waits Songbook”, entrambi usciti per Dodicilune. Osvaldo Piliego è uno scrittore con numerose pubblicazioni di prosa e poesia al suo attivo, fondatore della Cooperativa Coolclub e ideatore e produttore di eventi.  Vince Abbracciante, definito “stella nascente della fisarmonica in Italia” (dal Dizionario del Jazz italiano), vincitore nel 2021 e nel 2022 dell’Orpheus Award nella categoria jazz, si è esibito in festival e jazz club in tutto il mondo suonando insieme ai nomi più prestigiosi del panorama musicale internazionale. Nando Di Modugno è uno dei chitarristi più rappresentativi della scena classica e jazz internazionale, docente di Chitarra presso il Conservatorio Piccinni di Bari e una carriera che lo vede collaborare con artisti del calibro di Ennio Morricone, Nicola Piovani e Fabrizio Bosso. Giorgio Vendola è un contrabbassista che spazia dal rock al pop e etnico con una predilezione per il jazz, attivo anche come compositore e una carriera che lo vede esibirsi per i festival più prestigiosi di tutta Europa. Riccardo Lanzarone, attore, scrittore, regista siciliano, tra i fondatori della Compagnia Vico Quarto Mazzini e docente di recitazione alla Civica Accademia D’Arte Drammatica Nico Pepe di Udine e presso l’Atelier Teatro Fisico di Lecce.

    «”La mia più grande ambizione è quella di fare in modo che la gente possa capire chi sono io attraverso le mie canzoni, cosa che non è ancora successa”, dichiarava Tenco nel 1962 durante un’intervista. Il senso di questo spettacolo è racchiuso in questa espressione: ”chi sono io attraverso”. Non è un luogo della conservazione di una memoria. È un luogo vivo. Del presente. Per dire, io ti vedo. Ho compreso chi sei,  ti riconosco. Questo è “Io che Amo solo te. Le voci di Genova”, non altro», sottolinea Serena Spedicato. «L’approccio che ho avuto nell’arrangiare questi brani è stato di profondo rispetto per la melodia e i testi, mettendoli in risalto con nuove soluzioni armoniche o ritmiche. In ogni brano è sempre presente un frammento legato agli autori originali, che può essere una parte armonica, una coda o una introduzione. Per esempio su “Ritornerai” è citata la melodia introduttiva che fischiettava Bruno Lauzi nei concerti live», spiega Vince Abbracciante. «Lavorando al mio ultimo romanzo ho approfondito lo studio della canzone italiana degli anni ’60, un modo per riconciliarmi con la mia infanzia, un periodo che ho scoperto essere anche l’inizio di un percorso di emancipazione sentimentale del nostro paese. Nei mesi successivi all’uscita di “Se tu fossi una brava ragazza” Serena mi ha spesso accompagnato nelle mie presentazioni interpretando alcuni dei brani citati al suo interno. Spontaneamente è nata l’idea di rimettere mano a un suo vecchio progetto con una nuova narrazione, più personale e aderente al suo sentire i brani della scuola genovese. Sono nate così le storie che accompagnano la scaletta di “Io che amo solo te”. Una manciata di aneddoti e alcuni piccoli consigli per l’ascolto e la lettura di queste canzoni e delle storie e le vite che le accompagnano», racconta Osvaldo Piliego.

    Dodicilune – Edizioni Discografiche & Musicali
    Via Ferecide Siro 1/E – Lecce
    0832091231 – info@dodiciluneshop.it
    www.dodiciluneshop.it
  • Jam Session ad Alessano
    21:30 -23:59
    2022.04.16

  • Alta Frequenza live al Lulu’s di Maglie
    21:30 -23:59
    2022.04.16

  • Ballarock al Live75 di Monteroni
    23:00 -23:59
    2022.04.16

  • Altri eventi
    • Io che amo solo te. Le Voci di Genova alle Officine Cantelmo di Lecce
      20:30 -23:59
      2022.04.16
      Sabato 16 aprile – ore 21
      Officine Cantelmo
      Viale Michele De Pietro 8/A – Lecce
      Ingresso 20 euro
      Prevendite circuito VivaTicket => urly.it/3m3v8
      Info 0832304896 – 3486087776
      info@officinecantelmo.it

      IO CHE AMO SOLO TE. LE VOCI DI GENOVA

      Sabato 16 aprile le Officine Cantelmo di Lecce ospitano il progetto originale di Serena Spedicato (canto, voce recitante) e dello scrittore Osvaldo Piliego (testi) con arrangiamenti di Vince Abbracciante (fisarmonica) affiancato da Nando Di Modugno (chitarra classica) e Giorgio Vendola (contrabbasso) per la regia di Riccardo Lanzarone. Testi inediti accompagnano una selezione di brani di Luigi TencoFabrizio De AndréGino PaoliSergio EndrigoUmberto BindiBruno Lauzi per un omaggio potente e commosso a Genova superba eppure ferita, “a una città e a un tempo del cuore … che in queste note e in queste parole hanno imparato l’amore”. La serata è promossa dall’etichetta salentina DodiciluneEskape Music e Coolclub in collaborazione con Officine Cantelmo con il sostegno della Regione Puglia e del main sponsor “Carofalo – Agenti di assicurazione dal 1989“. Dal 12 aprile in distribuzione il libro/cd dello spettacolo.


      Sabato 16 aprile (ore 21 – ingresso 20 euro – info 3486087776 – biglietti disponibili nel circuito VivaTicket) le Officine Cantelmo di Lecce ospitano il concerto/spettacolo “Io che amo solo te. Le Voci di Genova“. Sono gli incontri felici a generare bellezza, nella vita così come nell’arte. È stato così per “La scuola di Genova” un luogo e un tempo fatti di amici capaci di inaugurare una nuova stagione del cantautorato italiano che ha esplorato e cantato l’amore come mai prima. In questo progetto originale, la cantante Serena Spedicato e lo scrittore Osvaldo Piliego decidono di “raccontar-cantando” le storie e le vite straordinarie che si nascondono dietro le canzoni di Luigi Tenco, Fabrizio De AndréGino PaoliSergio EndrigoUmberto BindiBruno Lauzi. Testi inediti accompagnano una selezione di alcuni brani tra i più belli e rappresentativi della canzone d’autore di tutti i tempi rielaborati in una forma nuova grazie agli arrangiamenti firmati dal fisarmonicista Vince Abbracciante affiancato da Nando Di Modugno (chitarra classica) e Giorgio Vendola (contrabbasso) con la regia di Riccardo Lanzarone. Un omaggio potente e commosso a Genova superba eppure ferita, “a una città e a un tempo del cuore … che in queste note e in queste parole hanno imparato l’amore”. Durante la serata, promossa dall’etichetta salentina DodiciluneEskape e Coolclub in collaborazione con Officine Cantelmo con il sostegno della Regione Puglia nel Programma Straordinario 2020 in materia di Cultura e Spettacolo e del main sponsor “Carofalo – Agenti di assicurazione dal 1989“, sarà disponibile il libro/cd dello spettacolo (sempre prodotto da Dodicilune in collaborazione con Eskape e Coolclub) distribuito da martedì 12 aprile in Italia e all’estero da IRD e nei migliori store on line da Believe.


      Serena Spedicato è una cantante eclettica e poliedrica con un’intensa attività concertistica in numerose formazioni jazz, corali e polifoniche e una lunga lista di incisioni tra le quali spiccano i due lavori discografici “The Shining of Things. Dedicated to David Sylvian” e “My Waits. Tom Waits Songbook”, entrambi usciti per Dodicilune. Osvaldo Piliego è uno scrittore con numerose pubblicazioni di prosa e poesia al suo attivo, fondatore della Cooperativa Coolclub e ideatore e produttore di eventi.  Vince Abbracciante, definito “stella nascente della fisarmonica in Italia” (dal Dizionario del Jazz italiano), vincitore nel 2021 e nel 2022 dell’Orpheus Award nella categoria jazz, si è esibito in festival e jazz club in tutto il mondo suonando insieme ai nomi più prestigiosi del panorama musicale internazionale. Nando Di Modugno è uno dei chitarristi più rappresentativi della scena classica e jazz internazionale, docente di Chitarra presso il Conservatorio Piccinni di Bari e una carriera che lo vede collaborare con artisti del calibro di Ennio Morricone, Nicola Piovani e Fabrizio Bosso. Giorgio Vendola è un contrabbassista che spazia dal rock al pop e etnico con una predilezione per il jazz, attivo anche come compositore e una carriera che lo vede esibirsi per i festival più prestigiosi di tutta Europa. Riccardo Lanzarone, attore, scrittore, regista siciliano, tra i fondatori della Compagnia Vico Quarto Mazzini e docente di recitazione alla Civica Accademia D’Arte Drammatica Nico Pepe di Udine e presso l’Atelier Teatro Fisico di Lecce.

      «”La mia più grande ambizione è quella di fare in modo che la gente possa capire chi sono io attraverso le mie canzoni, cosa che non è ancora successa”, dichiarava Tenco nel 1962 durante un’intervista. Il senso di questo spettacolo è racchiuso in questa espressione: ”chi sono io attraverso”. Non è un luogo della conservazione di una memoria. È un luogo vivo. Del presente. Per dire, io ti vedo. Ho compreso chi sei,  ti riconosco. Questo è “Io che Amo solo te. Le voci di Genova”, non altro», sottolinea Serena Spedicato. «L’approccio che ho avuto nell’arrangiare questi brani è stato di profondo rispetto per la melodia e i testi, mettendoli in risalto con nuove soluzioni armoniche o ritmiche. In ogni brano è sempre presente un frammento legato agli autori originali, che può essere una parte armonica, una coda o una introduzione. Per esempio su “Ritornerai” è citata la melodia introduttiva che fischiettava Bruno Lauzi nei concerti live», spiega Vince Abbracciante. «Lavorando al mio ultimo romanzo ho approfondito lo studio della canzone italiana degli anni ’60, un modo per riconciliarmi con la mia infanzia, un periodo che ho scoperto essere anche l’inizio di un percorso di emancipazione sentimentale del nostro paese. Nei mesi successivi all’uscita di “Se tu fossi una brava ragazza” Serena mi ha spesso accompagnato nelle mie presentazioni interpretando alcuni dei brani citati al suo interno. Spontaneamente è nata l’idea di rimettere mano a un suo vecchio progetto con una nuova narrazione, più personale e aderente al suo sentire i brani della scuola genovese. Sono nate così le storie che accompagnano la scaletta di “Io che amo solo te”. Una manciata di aneddoti e alcuni piccoli consigli per l’ascolto e la lettura di queste canzoni e delle storie e le vite che le accompagnano», racconta Osvaldo Piliego.

      Dodicilune – Edizioni Discografiche & Musicali
      Via Ferecide Siro 1/E – Lecce
      0832091231 – info@dodiciluneshop.it
      www.dodiciluneshop.it
    • Jam Session ad Alessano
      21:30 -23:59
      2022.04.16

    • Alta Frequenza live al Lulu's di Maglie
      21:30 -23:59
      2022.04.16

    • Ballarock al Live75 di Monteroni
      23:00 -23:59
      2022.04.16

17
18
19
20
  • La Rosa bianca
    20:30 -23:59
    2022.04.20

    Mercoledì 20 e giovedì 21 aprile (ore 20:30 – ingresso 5 euro) la rassegna Teatri a Sud” prosegue ad Astràgali con “La rosa bianca“, coproduzione con Diaghilev. Un intreccio affascinante sul profondo legame tra musica e poesia con i suoni di Mauro Tre (piano), Marco Girardo (batteria), Stefano Rielli (contrabbasso) e le voci di Roberta Quarta e Fabio Tolledi. Legame antico, sotterraneo e mai abbastanza esplorato. A partire dagli anni ’50 del secolo scorso molti poeti si sono misurati con questa modalità sempre attuale. Pasolini, Fortini, Calvino, Sanguineti, hanno fornito le parole a cui compositori importanti come Fiorenzo Carpi, Pietro Umiliani, Carlo Rustichelli hanno dato la musica. Il mondo della canzone pop ha, dal canto suo, immediatamente aderito con interpreti e autori del calibro di Domenico Modugno, Sergio Endrigo, Fabrizio De André, Enzo Jannacci. Questo percorso ha trovato ancora più forza nella pratica del teatro canzone, partendo dalla nascita del cabaret italiano. Dall’esperienza di Canta Cronache al teatro di Dario Fo, dalla ricerca del Canzoniere Italiano al lavoro di revival del folklore italiano che ancora oggi determina – anche nel territorio salentino – una forma vivace di ricerca e di esplorazione poetica. Non ultimo è da segnare la ricerca del sound del jazz italiano, che ha trovato in questo ambito una vitalità straordinaria ed un ulteriore terreno di sviluppo.

     

    Info, programma e prenotazioni
    3892105991 – teatro@astragali.org –  www.astragali.it

  • Rockin Fingers Dire Straits tribute live al MaliSud di Corigliano
    22:00 -23:59
    2022.04.20

    Mercoledì 20 Aprile!
    DIRE STRAITS TRIBUTE

    Vieni da MaliSud!🔥

    ⏰ Tutti i giorni dalle ore 18:00
    🔥Ti aspettiamo!
    📍Siamo in P.zza Vittoria a Corigliano

    ☎️Per info e prenotazioni chiama al numero 380 909 9509
    (anche whatsapp)

21
  • La Rosa bianca
    20:30 -23:59
    2022.04.21

    Mercoledì 20 e giovedì 21 aprile (ore 20:30 – ingresso 5 euro) la rassegna Teatri a Sud” prosegue ad Astràgali con “La rosa bianca“, coproduzione con Diaghilev. Un intreccio affascinante sul profondo legame tra musica e poesia con i suoni di Mauro Tre (piano), Marco Girardo (batteria), Stefano Rielli (contrabbasso) e le voci di Roberta Quarta e Fabio Tolledi. Legame antico, sotterraneo e mai abbastanza esplorato. A partire dagli anni ’50 del secolo scorso molti poeti si sono misurati con questa modalità sempre attuale. Pasolini, Fortini, Calvino, Sanguineti, hanno fornito le parole a cui compositori importanti come Fiorenzo Carpi, Pietro Umiliani, Carlo Rustichelli hanno dato la musica. Il mondo della canzone pop ha, dal canto suo, immediatamente aderito con interpreti e autori del calibro di Domenico Modugno, Sergio Endrigo, Fabrizio De André, Enzo Jannacci. Questo percorso ha trovato ancora più forza nella pratica del teatro canzone, partendo dalla nascita del cabaret italiano. Dall’esperienza di Canta Cronache al teatro di Dario Fo, dalla ricerca del Canzoniere Italiano al lavoro di revival del folklore italiano che ancora oggi determina – anche nel territorio salentino – una forma vivace di ricerca e di esplorazione poetica. Non ultimo è da segnare la ricerca del sound del jazz italiano, che ha trovato in questo ambito una vitalità straordinaria ed un ulteriore terreno di sviluppo.

    Info, programma e prenotazioni
    3892105991 – teatro@astragali.org –  www.astragali.it

  • Anna Maria Badia Nikiforova a Galatina
    21:00 -23:59
    2022.04.21

    MUSICA & MUSICA
    📍Teatro Cavallino Bianco, via Grassi – Galatina
    ▪️21 Aprile 2022 ore 21 – Anna Maria Badia Nikiforova € 10
    ▪️28 Aprile 2022 ore 21 – Sergio Cammariere Quartet € 15
    💥Abbonamento online € 20 +ddp+comm.serv.
    ⚠️ La biglietteria del teatro è aperta il mercoledì e il venerdì dalle ore 17 alle 19.
    Prenota online o allo 06 0406 (anche Whatsapp) e paga in contanti nei Punti Mooney (bar, tabaccherie, edicole), oppure acquista online con carta di credito e prepagata.
    E’ possibile acquistare biglietti e abbonamenti anche con 18 App e Bonus Docenti.
    📧 18app@diyticket.cloud – bonuscultura@diyticket.cloud
    ✅ Per tutti gli eventi è necessario essere in possesso del Super Green Pass a partire dai 12 anni di età (avvenuta vaccinazione contro il Covid-19 oppure certificazione di avvenuta guarigione dal Covid-19)
  • Animali di Zona Litfiba tribute al Lulu’s di Maglie
    22:00 -23:59
    2022.04.21

  • Tributo a Califano a Gallipoli
    22:00 -23:59
    2022.04.21

  • Red Hot Chili Peppers tribute live a Corsano
    22:00 -23:59
    2022.04.21

     

  • Altri eventi
    • La Rosa bianca
      20:30 -23:59
      2022.04.21

      Mercoledì 20 e giovedì 21 aprile (ore 20:30 – ingresso 5 euro) la rassegna Teatri a Sud” prosegue ad Astràgali con “La rosa bianca“, coproduzione con Diaghilev. Un intreccio affascinante sul profondo legame tra musica e poesia con i suoni di Mauro Tre (piano), Marco Girardo (batteria), Stefano Rielli (contrabbasso) e le voci di Roberta Quarta e Fabio Tolledi. Legame antico, sotterraneo e mai abbastanza esplorato. A partire dagli anni ’50 del secolo scorso molti poeti si sono misurati con questa modalità sempre attuale. Pasolini, Fortini, Calvino, Sanguineti, hanno fornito le parole a cui compositori importanti come Fiorenzo Carpi, Pietro Umiliani, Carlo Rustichelli hanno dato la musica. Il mondo della canzone pop ha, dal canto suo, immediatamente aderito con interpreti e autori del calibro di Domenico Modugno, Sergio Endrigo, Fabrizio De André, Enzo Jannacci. Questo percorso ha trovato ancora più forza nella pratica del teatro canzone, partendo dalla nascita del cabaret italiano. Dall’esperienza di Canta Cronache al teatro di Dario Fo, dalla ricerca del Canzoniere Italiano al lavoro di revival del folklore italiano che ancora oggi determina – anche nel territorio salentino – una forma vivace di ricerca e di esplorazione poetica. Non ultimo è da segnare la ricerca del sound del jazz italiano, che ha trovato in questo ambito una vitalità straordinaria ed un ulteriore terreno di sviluppo.

      Info, programma e prenotazioni
      3892105991 – teatro@astragali.org –  www.astragali.it

    • Anna Maria Badia Nikiforova a Galatina
      21:00 -23:59
      2022.04.21
      MUSICA & MUSICA
      📍Teatro Cavallino Bianco, via Grassi – Galatina
      ▪️21 Aprile 2022 ore 21 – Anna Maria Badia Nikiforova € 10
      ▪️28 Aprile 2022 ore 21 – Sergio Cammariere Quartet € 15
      💥Abbonamento online € 20 +ddp+comm.serv.
      ⚠️ La biglietteria del teatro è aperta il mercoledì e il venerdì dalle ore 17 alle 19.
      Prenota online o allo 06 0406 (anche Whatsapp) e paga in contanti nei Punti Mooney (bar, tabaccherie, edicole), oppure acquista online con carta di credito e prepagata.
      E’ possibile acquistare biglietti e abbonamenti anche con 18 App e Bonus Docenti.
      📧 18app@diyticket.cloud – bonuscultura@diyticket.cloud
      ✅ Per tutti gli eventi è necessario essere in possesso del Super Green Pass a partire dai 12 anni di età (avvenuta vaccinazione contro il Covid-19 oppure certificazione di avvenuta guarigione dal Covid-19)
    • Animali di Zona Litfiba tribute al Lulu's di Maglie
      22:00 -23:59
      2022.04.21

    • Tributo a Califano a Gallipoli
      22:00 -23:59
      2022.04.21

    • Red Hot Chili Peppers tribute live a Corsano
      22:00 -23:59
      2022.04.21

       

22
  • Tutto Amor – Ensemble Terra del Sole a Carpignano
    20:00 -23:59
    2022.04.22

  • Marco Rollo live al Fondo Verri di Lecce
    20:30 -23:59
    2022.04.22

  • Saverio Raimondo a Lecce
    21:00 -23:59
    2022.04.22

    DA GIOVEDÌ 21 A DOMENICA 24 APRILE SAVERIO RAIMONDO IN PUGLIA
    Il comico romano proporrà il suo nuovo spettacolo di stand up comedy a Gallipoli (giovedì 21), Lecce (venerdì 22), Bari (sabato 23) e Foggia (domenica 24).
     
    Da giovedì 21 a domenica 24 aprile la stand up comedy di Saverio Raimondo torna in Puglia per quattro serate da non perdere. Il mini tour, promosso da Diffondiamo idee di valore e Conversazioni sul futuro, partirà giovedì 21 aprile (ore 20:30 – contributo associativo 10 euro – info 3483819266 – zeromeccanicoteatro@gmail.com) da Spazio.Zero a Gallipoli (Le), come data extra di BabeleOff, rassegna artistica indipendente a cura di ZeroMeccanico TeatroVenerdì 22 aprile (ore 21 – ingresso 10 euro –  Biglietti su Eventbrite e al botteghino – info 3394313397 – 3486087776) Raimondo sarà alle Officine Cantelmo di LecceSabato 23 aprile (ore 21 – ingresso 12 euro –  Biglietti  su TicketOne – info 0805947301) il comico romano si esibirà all’Officina degli Esordi di BariDomenica 24 aprile (ore 21 – ingresso 12 euro – info e prevendite 3293848435 – 08811961158), infine, dopo l’opening di Adelmo Monachese, sarà ospite del Piccolo Teatro Impertinente di Foggia.
     

    Saverio Raimondo è un vigliacco in tempo di guerra, un ipocondriaco durante una pandemia, un borghese alle prese con il disagio economico ed energetico, un maschio bianco eterosessuale ai tempi del politicamente corretto, un intollerante al caldo durante il riscaldamento globale: in poche parole, l’uomo sbagliato al momento sbagliato. Ma nel posto giusto, quando si trova su un palco a fare stand-up comedy. Con la sua ironia militante, la sua satira feroce e la sua spontanea irriverenza, il Satiro Parlante di Netflix demolisce tutto e tutti, a cominciare da sé stesso. Perché Saverio Raimondo non ha paura di mostrarsi umano, cioè ridicolo. Classe 1984, Raimondo inizia come autore di Serena Dandini a 18 anni. Ha partecipato a diversi programmi tv, radiofonici e ha lavorato con tutti i fratelli Guzzanti. Negli anni è stato definito «l’unico stand up comedian italiano che sembra vero» (Riccardo Staglianò – la Repubblica), «il più bravo comico in circolazione» (Aldo Grasso – Corriere della Sera), «miglior satiro attualmente in Italia» (Riccardo Bocca – L’Espresso). Nel 2021 l’artista ha prestato la sua inconfondibile voce  sia nella versione originale inglese che nel doppiaggio in italiano a Ercole Visconti, il cattivo di “Luca“, pellicola Pixar – Disney diretta da Enrico Casarosa, candidata come miglior film d’animazione ai recenti Premi Oscar.

     

    Info
    3394313397 – conversazionisulfuturo.it
    Ufficio Stampa


    Società Cooperativa Coolclub
    Piazzetta Cloe Elmo 10 – 73100 Lecce
    www.coolclub.it – ufficiostampa@coolclub.it – 0832303707
    Pierpaolo Lala – pierpaolo@coolclub.it – 3394313397
    Cristiana Alessia Francioso – cristiana@coolclub.it – 3889311218

  • Jam Session ad Alessano
    21:30 -23:59
    2022.04.22

  • Lucia Golemi-Annalucia Fracasso live a Taviano
    21:30 -23:59
    2022.04.22

  • FreeZap live al Bar del Porto di Leuca
    22:00 -23:59
    2022.04.22

  • Battisti&Friends live a Gallipoli
    22:00 -23:59
    2022.04.22

  • Nandu Popu live al Saloon di Gallipoli
    22:00 -23:59
    2022.04.22

  • Thunderblack ACDC tribute live al Bakayoko di Parabita
    22:00 -23:59
    2022.04.22

  • Altri eventi
    • Tutto Amor - Ensemble Terra del Sole a Carpignano
      20:00 -23:59
      2022.04.22

    • Marco Rollo live al Fondo Verri di Lecce
      20:30 -23:59
      2022.04.22

    • Saverio Raimondo a Lecce
      21:00 -23:59
      2022.04.22
      DA GIOVEDÌ 21 A DOMENICA 24 APRILE SAVERIO RAIMONDO IN PUGLIA
      Il comico romano proporrà il suo nuovo spettacolo di stand up comedy a Gallipoli (giovedì 21), Lecce (venerdì 22), Bari (sabato 23) e Foggia (domenica 24).
       
      Da giovedì 21 a domenica 24 aprile la stand up comedy di Saverio Raimondo torna in Puglia per quattro serate da non perdere. Il mini tour, promosso da Diffondiamo idee di valore e Conversazioni sul futuro, partirà giovedì 21 aprile (ore 20:30 – contributo associativo 10 euro – info 3483819266 – zeromeccanicoteatro@gmail.com) da Spazio.Zero a Gallipoli (Le), come data extra di BabeleOff, rassegna artistica indipendente a cura di ZeroMeccanico TeatroVenerdì 22 aprile (ore 21 – ingresso 10 euro –  Biglietti su Eventbrite e al botteghino – info 3394313397 – 3486087776) Raimondo sarà alle Officine Cantelmo di LecceSabato 23 aprile (ore 21 – ingresso 12 euro –  Biglietti  su TicketOne – info 0805947301) il comico romano si esibirà all’Officina degli Esordi di BariDomenica 24 aprile (ore 21 – ingresso 12 euro – info e prevendite 3293848435 – 08811961158), infine, dopo l’opening di Adelmo Monachese, sarà ospite del Piccolo Teatro Impertinente di Foggia.
       

      Saverio Raimondo è un vigliacco in tempo di guerra, un ipocondriaco durante una pandemia, un borghese alle prese con il disagio economico ed energetico, un maschio bianco eterosessuale ai tempi del politicamente corretto, un intollerante al caldo durante il riscaldamento globale: in poche parole, l’uomo sbagliato al momento sbagliato. Ma nel posto giusto, quando si trova su un palco a fare stand-up comedy. Con la sua ironia militante, la sua satira feroce e la sua spontanea irriverenza, il Satiro Parlante di Netflix demolisce tutto e tutti, a cominciare da sé stesso. Perché Saverio Raimondo non ha paura di mostrarsi umano, cioè ridicolo. Classe 1984, Raimondo inizia come autore di Serena Dandini a 18 anni. Ha partecipato a diversi programmi tv, radiofonici e ha lavorato con tutti i fratelli Guzzanti. Negli anni è stato definito «l’unico stand up comedian italiano che sembra vero» (Riccardo Staglianò – la Repubblica), «il più bravo comico in circolazione» (Aldo Grasso – Corriere della Sera), «miglior satiro attualmente in Italia» (Riccardo Bocca – L’Espresso). Nel 2021 l’artista ha prestato la sua inconfondibile voce  sia nella versione originale inglese che nel doppiaggio in italiano a Ercole Visconti, il cattivo di “Luca“, pellicola Pixar – Disney diretta da Enrico Casarosa, candidata come miglior film d’animazione ai recenti Premi Oscar.

       

      Info
      3394313397 – conversazionisulfuturo.it
      Ufficio Stampa


      Società Cooperativa Coolclub
      Piazzetta Cloe Elmo 10 – 73100 Lecce
      www.coolclub.it – ufficiostampa@coolclub.it – 0832303707
      Pierpaolo Lala – pierpaolo@coolclub.it – 3394313397
      Cristiana Alessia Francioso – cristiana@coolclub.it – 3889311218

    • Jam Session ad Alessano
      21:30 -23:59
      2022.04.22

    • Lucia Golemi-Annalucia Fracasso live a Taviano
      21:30 -23:59
      2022.04.22

    • FreeZap live al Bar del Porto di Leuca
      22:00 -23:59
      2022.04.22

    • Battisti&Friends live a Gallipoli
      22:00 -23:59
      2022.04.22

    • Nandu Popu live al Saloon di Gallipoli
      22:00 -23:59
      2022.04.22

    • Thunderblack ACDC tribute live al Bakayoko di Parabita
      22:00 -23:59
      2022.04.22

23
  • Fiera di San Giorgio a Corigliano
    10:00 -23:59
    2022.04.23

  • Festa di San Giorgio Martire a Matino
    20:00 -23:59
    2022.04.23

  • Enzo Petrachi live a San Cesario
    20:30 -23:59
    2022.04.23

  • Queen Rockumentary
    20:30 -23:59
    2022.04.23

    God Save The Queen 👑
    Rockumentary – Live concert
    📌 Sabato 23 Aprile ore 20:30
    TEATRO TITO SCHIPA GALLIPOLI
    La stupenda voce di Michele Cortese sarà sul palcoscenico del Teatro Tito Schipa, tra canzoni, aneddoti storici, filmati inediti e momenti iconici della Band che ha rivoluzionato la storia del Rock mondiale.
    🎟 Biglietti disponibili
    Intero € 15,00
    Promozione x 2 € 24,00
    Ridotto € 12,00 (giovani fino a 18 anni, studenti universitari)
    Botteghino – Teatro
    al Lunedì al Venerdì
    9:30 – 12:30 – 17:00 – 20:30
    Sabato 17:00-20:00
    Domenica 17:00-20:00
    #queen #freddymercury #concertolive #gallipoli #teatrotitoschipa #suilsipario #live #concerto #musica #music
  • Festa Madonna delle Grazie a Tutino
    21:00 -23:59
    2022.04.23

  • La festa della Liberazione a Lu Mbroia di Corigliano
    21:00 -23:59
    2022.04.23

    LA FESTA DELLA LIBERAZIONE A LU MBROIA:
    Tre giorni di concerti, di riflessioni in musica, di memoria e futuro.
    Si parte, con un live serale, di Antonio Castrignanò, sabato 23 aprile.
    A seguire, domenica 24, Mino de Santis in concerto.
    Si conclude con una giornata intensa, lunedì 25 aprile, a partire dalla mattina, con un doppio live: Arditi del Coro e, a seguire, Dario Muci.
    Qui di seguito tutti i dettagli, orari, contributi associativi, ecc.
    Vi aspettiamo!
    Sabato 23 aprile ore 19:30
    Presso Art&Lab Lu Mbroia
    Per informazioni e prenotazioni: 3381200398 – lumbroia@massimodonno.it
    Apertura ore 19:30 – Start live ore 21:00
    Contributo associativo: 10 euro
    Presso Art&Lab Lu Mbroia – Via Vicinale di Sternatia – Corigliano D’Otranto
    Prenotazione consigliata – posti limitati
    Festa della Liberazione a Lu Mbroia
    Antonio Castrignanò in “Opillopillopi -Lavoro e Libertà”
    Serata di festa, di memoria, di riflessione. Un evento necessario che inizia oggi e proseguirà domani con il concerto del cantautore Mino de Santis. La tre giorni terminerà lunedì 25, dalla mattina fino alla sera, coinvolgendo gli artisti Dario Muci e Arditi del Coro. Una tre giorni per riflettere insieme sulla nostra storia e su quanto si sta vivendo in questo periodo storico, coltivando la memoria e la speranza nel futuro.
    L’associazione apre alle 19:30. È possibile prenotare un tavolo per il pre-concerto, nel quale ci si può accomodare per degustare cibi e bevande: saranno preparati primi e secondi piatti, insalatone, verdure, secondo stagionalità e freschezza, panini, focacce, ecc. in continuità con le precedenti stagioni artistiche. Alle 21 inizia il live di Antonio Castrignanò “Opillopillopi -Lavoro e Libertà”. Musicista e cantante, Castrignanò è tra gli artisti più rappresentativi della scena popolare salentina.
    Castrignanò entra a far parte della musica popolare salentina ancora adolescente prendendo parte a formazioni storiche ed esordendo negli Aramirè per poi continuare la sua formazione attraverso il Canzoniere Grecanico Salentino ed il Canzoniere di Terra d’Otranto. “Il suo percorso artistico, anziché confondersi con quel fenomeno che gli cresceva al fianco, ha finito per tratteggiarne gli sviluppi e segnare una svolta nell’inflazionata febbre della pizzica che ormai contagia il Salento e si dirige ben oltre i confini nazionali”.
    Sabato 23 aprile ore 19:30
    Presso Art&Lab Lu Mbroia
    Per informazioni e prenotazioni: 3381200398 – lumbroia@massimodonno.it
    Apertura ore 19:30 – Start live ore 21:00
    Contributo associativo: 10 euro
    Presso Art&Lab Lu Mbroia – Via Vicinale di Sternatia – Corigliano D’Otranto
    Prenotazione consigliata – posti limitati
    Domenica 24 aprile ore 19:30
    Presso Art&Lab Lu Mbroia
    Per informazioni e prenotazioni: 3381200398 – lumbroia@massimodonno.it
    Apertura ore 19:30 – Start live ore 21:00
    Contributo associativo: 7 euro
    Presso Art&Lab Lu Mbroia – Via Vicinale di Sternatia – Corigliano D’Otranto
    Prenotazione consigliata – posti limitati
    Festa della Liberazione a Lu Mbroia
    Mino De Santis in Concerto
    Serata di festa, di memoria, di riflessione. Un evento necessario che è iniziato ieri con il live di Antonio Castrignanò, e finirà lunedì 25, dalla mattina fino alla sera, con i live di Dario Muci e degli Arditi del Coro. Una tre giorni per riflettere insieme sulla nostra storia e su quanto si sta vivendo in questo periodo storico, coltivando la memoria e la speranza nel futuro.
    L’associazione apre alle 19:30. È possibile prenotare un tavolo per il pre-concerto, nel quale ci si può accomodare per degustare cibi e bevande: saranno preparati primi e secondi piatti, insalatone, verdure, secondo stagionalità e freschezza, panini, focacce, ecc. in continuità con le precedenti stagioni artistiche. Alle 21 inizia il live di Mino de Santis, cantautore salentino che, con voce e chitarra, ci porterà nel suo personale universo, nelle tante storie che ormai da anni porta in giro per il Salento.
    “Il Salento trova nuove parole, quelle puntute, del graffio autoriale. Anarchiche quanto basta per tener desto l’animo e l’occhio allo sguardo: quello dritto, che mai s’inchina e fa riverenza. Mino De Santis è così, ama il ridere, il soffio e lo spiffero.” (Mauro Marino)
    Domenica 24 aprile ore 19:30
    Presso Art&Lab Lu Mbroia – Via Vicinale di Sternatia – Corigliano D’Otranto
    Per informazioni e prenotazioni: 3381200398 – lumbroia@massimodonno.it
    Apertura ore 19:30
    Contributo associativo: 7 euro. Prenotazione consigliata – posti limitati
    Lunedì 25 aprile ore 12:00
    Presso Art&Lab Lu Mbroia
    Per informazioni e prenotazioni: 3381200398 – lumbroia@massimodonno.it
    Apertura ore 12:00 – inizio live ore 15:30
    Contributo associativo: 3 euro
    Presso Art&Lab Lu Mbroia – via Vicinale di Sternatia – Corigliano D’Otranto
    Prenotazione consigliata – posti limitati
    Festa della Liberazione a Lu Mbroia
    Con Arditi del Coro, Dario Muci
    Giornata di festa, di memoria, di riflessione. Una giornata necessaria, per riflettere insieme sulla nostra storia e su quanto si sta vivendo in questo periodo storico, coltivando la memoria e la speranza nel futuro.
    L’associazione apre alle 12:00 e sarà possibile sia portarsi i cibi da casa che acquistare direttamente sul posto panini, focacce, insalate e verdure, primi e secondi piatti, aperitivi, dolci e frutta, ecc.
    Per chi decidesse di pranzare a Lu Mbroia, c’è la possibilità di prenotare tavoli e sedie.
    Dalle 15:30 iniziano i live.
    Il palco de Lu Mbroia accoglierà due progetti interessanti e densi di riferimenti alla giornata in particolare. Si comincia con il live degli Arditi del Coro, coro di compagne e compagni impegnato nella diffusione dei canti della tradizione comunista, anarchica e socialista italiana. Il nome Arditi del coro altro non è che un gioco di parole con Arditi del Popolo, la storica formazione di stampo militare che per prima si oppose all’ascesa del regime fascista. Al suo interno militavano compagni di ogni tipo, comunisti, anarchici, repubblicani ognuno proveniente da esperienze diverse ma tutti uniti da una grande sentire comune: l’antifascismo. Nell’epoca dell’oblio e della cancellazione della memoria, cerchiamo di mantenere vivi i canti che hanno accompagnato decenni di lotte e di conquiste, consci che non si tratta di soli canti, ma di parte fondamentale della storia dell’antifascismo italiano. Ed è da questi presupposti che si muove il lavoro di ricerca e riproposta del protagonista del secondo concerto della giornata: Dario Muci. Il musicista e cantante salentino proporrà un live dal titolo “Fattu veru – Storie di rivolte salentine”.
    Una presa di posizione forte e senza compromessi che unisce ricerca sul campo ed impegno sociale, dando vita ad un repertorio tradizionale ed originale, che apre uno “spaccato” sulla condizione dei contadini e operai, vittime oggi come ieri di grandi disparità sociali. Un repertorio rabbioso, a tratti ironico e dolce, che narra gli scenari sociali e politici in cui versa il nostro paese, in particolare il Sud, intrecciato a momenti storici significativi che hanno caratterizzato la vita di milioni di Italiani. La Resistenza, L’eccidio di Parabita, la tragedia di San Donaci e Le occupazioni delle terre, l’Emigrazione, Il caporalato neritino, il Sud di ieri che somiglia al sud di oggi, immobile, inesorabilmente sempre uguale.
    Il contributo associativo per l’ingresso è di 3 euro
    Per info e prenotazioni: 3381200398 – lumbroia@massimodonno.it
    P.S.: Se hai un banchetto e vuoi esporre, chiamaci!
    Lunedì 25 aprile ore 12:00
    Presso Art&Lab Lu Mbroia – via Vicinale di Sternatia – Corigliano D’Otranto
    Apertura ore 12:00 – inizio live ore 15:30
    Contributo associativo: 3 euro. Prenotazione consigliata – posti limitati
  • Cherri Voncelle live al Barrio Verde di Alezio
    21:00 -23:59
    2022.04.23

    Sabato 23 aprile sarà la volta della carismatica Cherri Voncelle e della sua incredibile voce R&B, Pop e soul. Cantante e compositrice britannica, che colleziona esperienze in tournée mondiali al fianco dei veterani Incognito e molti altri ancora.
    #elbarrioverde si tinge di black music, non puoi mancare!
    Start ore 21:30 – ingresso 10€

  • 23-25/4 Festa Maria SS Annunziata a Castro
    21:00 -23:59
    2022.04.23

  • LAILA AL HABASH + Kamaji a Corigliano d’Otranto
    21:30 -23:59
    2022.04.23

    Laila Al habash in concerto con il suo MYSTIC MOTEL tour + Kamaji + After show a cura del dj Francesco Fisotti
    📅 Sabato 23 Aprile – Castello Volante di Corigliano d’Otranto (LE)
    🎫 Acquista il biglietto:https://bit.ly/36iiIPP
    🎧 ore 21.30 – opening act / presentazione disco Crisalide del beatmaker leccese Kamaji
    🎧 ore 22.30 – start live Laila Al Habash
    🎧 ore 24.00 Aftershow con le selezioni in vinile di Francesco Fisotti
    _________________
    💿 Mystic Motel è l’album d’esordio di Laila Al Habash. Un viaggio lungo 12 tracce nella testa della giovane artista italo-palestinese, nel quale emerge tutto il suo talento e la sua personalità. Mystic Motel conferma quelle sue vibes e freschezza uniche nella scena italiana. Nel disco anche la collaborazione con Coez nella traccia “Sbronza”, unico feat.
    🔎 Classe 1998, sangue romano e palestinese, Laila Al Habash cresce con il mito di Raffaella Carrà e di Mina, suoi punti di riferimento tanto stilistici quanto musicali, che mescola nelle canzoni con influenze più contemporanee come Kali Uchis, Baustelle e Devendra Banhart. Nel 2019 pubblica per Bomba Dischi Come Quella Volta, Zattera e Bluetooth, tre canzoni incluse nella colonna sonora di Summertime, serie Netflix italiana che è arrivata ai primi posti nelle classifiche Netflix mondiali. Dopo aver conseguito la laurea in economia e management, nel 2020 si trasferisce a Milano per dedicarsi totalmente al suo progetto artistico. Quell’anno esce per Undamento “Rosè”, un brano onirico che racchiude preziose e brillanti arie disco e R’n’B composto con il visionario artista svizzero Tatum Rush. Nel 2021 entra a far parte dell’etichetta Undamento e il 26/02 pubblica il suo primo EP dal titolo “Moquette”, prodotto da Niccolò Contessa e Stabber. Moquette è un disco fatto di suoni avvolgenti e grezzi che fanno da sfondo a un flusso di parole dolci e sincere. Dopo l’estate annuncia l’uscita del suo primo album ufficiale, anticipato dai singoli “Ponza”, “Oracolo” e “Gelosa”. Nella sua musica dal sound fluido mescola un gusto pop sempre personale con melodie e una scrittura che richiamano altri mondi. Canzone dopo canzone e un primo tour ufficiale che ha toccato le più importanti città e festival italiani, Laila sta conquistando migliaia di persone, ottenendo ottimi riscontri sia da parte del pubblico che della stampa e addetti ai lavori.
  • Hound Dogs live all’Habitus di Taviano
    22:00 -23:59
    2022.04.23

  • CelentaRock live al Central Bar di Gagliano
    22:00 -23:59
    2022.04.23

  • Altri eventi
    • Fiera di San Giorgio a Corigliano
      10:00 -23:59
      2022.04.23

    • Festa di San Giorgio Martire a Matino
      20:00 -23:59
      2022.04.23

    • Enzo Petrachi live a San Cesario
      20:30 -23:59
      2022.04.23

    • Queen Rockumentary
      20:30 -23:59
      2022.04.23
      God Save The Queen 👑
      Rockumentary – Live concert
      📌 Sabato 23 Aprile ore 20:30
      TEATRO TITO SCHIPA GALLIPOLI
      La stupenda voce di Michele Cortese sarà sul palcoscenico del Teatro Tito Schipa, tra canzoni, aneddoti storici, filmati inediti e momenti iconici della Band che ha rivoluzionato la storia del Rock mondiale.
      🎟 Biglietti disponibili
      Intero € 15,00
      Promozione x 2 € 24,00
      Ridotto € 12,00 (giovani fino a 18 anni, studenti universitari)
      Botteghino – Teatro
      al Lunedì al Venerdì
      9:30 – 12:30 – 17:00 – 20:30
      Sabato 17:00-20:00
      Domenica 17:00-20:00
      #queen #freddymercury #concertolive #gallipoli #teatrotitoschipa #suilsipario #live #concerto #musica #music
    • Festa Madonna delle Grazie a Tutino
      21:00 -23:59
      2022.04.23

    • La festa della Liberazione a Lu Mbroia di Corigliano
      21:00 -23:59
      2022.04.23
      LA FESTA DELLA LIBERAZIONE A LU MBROIA:
      Tre giorni di concerti, di riflessioni in musica, di memoria e futuro.
      Si parte, con un live serale, di Antonio Castrignanò, sabato 23 aprile.
      A seguire, domenica 24, Mino de Santis in concerto.
      Si conclude con una giornata intensa, lunedì 25 aprile, a partire dalla mattina, con un doppio live: Arditi del Coro e, a seguire, Dario Muci.
      Qui di seguito tutti i dettagli, orari, contributi associativi, ecc.
      Vi aspettiamo!
      Sabato 23 aprile ore 19:30
      Presso Art&Lab Lu Mbroia
      Per informazioni e prenotazioni: 3381200398 – lumbroia@massimodonno.it
      Apertura ore 19:30 – Start live ore 21:00
      Contributo associativo: 10 euro
      Presso Art&Lab Lu Mbroia – Via Vicinale di Sternatia – Corigliano D’Otranto
      Prenotazione consigliata – posti limitati
      Festa della Liberazione a Lu Mbroia
      Antonio Castrignanò in “Opillopillopi -Lavoro e Libertà”
      Serata di festa, di memoria, di riflessione. Un evento necessario che inizia oggi e proseguirà domani con il concerto del cantautore Mino de Santis. La tre giorni terminerà lunedì 25, dalla mattina fino alla sera, coinvolgendo gli artisti Dario Muci e Arditi del Coro. Una tre giorni per riflettere insieme sulla nostra storia e su quanto si sta vivendo in questo periodo storico, coltivando la memoria e la speranza nel futuro.
      L’associazione apre alle 19:30. È possibile prenotare un tavolo per il pre-concerto, nel quale ci si può accomodare per degustare cibi e bevande: saranno preparati primi e secondi piatti, insalatone, verdure, secondo stagionalità e freschezza, panini, focacce, ecc. in continuità con le precedenti stagioni artistiche. Alle 21 inizia il live di Antonio Castrignanò “Opillopillopi -Lavoro e Libertà”. Musicista e cantante, Castrignanò è tra gli artisti più rappresentativi della scena popolare salentina.
      Castrignanò entra a far parte della musica popolare salentina ancora adolescente prendendo parte a formazioni storiche ed esordendo negli Aramirè per poi continuare la sua formazione attraverso il Canzoniere Grecanico Salentino ed il Canzoniere di Terra d’Otranto. “Il suo percorso artistico, anziché confondersi con quel fenomeno che gli cresceva al fianco, ha finito per tratteggiarne gli sviluppi e segnare una svolta nell’inflazionata febbre della pizzica che ormai contagia il Salento e si dirige ben oltre i confini nazionali”.
      Sabato 23 aprile ore 19:30
      Presso Art&Lab Lu Mbroia
      Per informazioni e prenotazioni: 3381200398 – lumbroia@massimodonno.it
      Apertura ore 19:30 – Start live ore 21:00
      Contributo associativo: 10 euro
      Presso Art&Lab Lu Mbroia – Via Vicinale di Sternatia – Corigliano D’Otranto
      Prenotazione consigliata – posti limitati
      Domenica 24 aprile ore 19:30
      Presso Art&Lab Lu Mbroia
      Per informazioni e prenotazioni: 3381200398 – lumbroia@massimodonno.it
      Apertura ore 19:30 – Start live ore 21:00
      Contributo associativo: 7 euro
      Presso Art&Lab Lu Mbroia – Via Vicinale di Sternatia – Corigliano D’Otranto
      Prenotazione consigliata – posti limitati
      Festa della Liberazione a Lu Mbroia
      Mino De Santis in Concerto
      Serata di festa, di memoria, di riflessione. Un evento necessario che è iniziato ieri con il live di Antonio Castrignanò, e finirà lunedì 25, dalla mattina fino alla sera, con i live di Dario Muci e degli Arditi del Coro. Una tre giorni per riflettere insieme sulla nostra storia e su quanto si sta vivendo in questo periodo storico, coltivando la memoria e la speranza nel futuro.
      L’associazione apre alle 19:30. È possibile prenotare un tavolo per il pre-concerto, nel quale ci si può accomodare per degustare cibi e bevande: saranno preparati primi e secondi piatti, insalatone, verdure, secondo stagionalità e freschezza, panini, focacce, ecc. in continuità con le precedenti stagioni artistiche. Alle 21 inizia il live di Mino de Santis, cantautore salentino che, con voce e chitarra, ci porterà nel suo personale universo, nelle tante storie che ormai da anni porta in giro per il Salento.
      “Il Salento trova nuove parole, quelle puntute, del graffio autoriale. Anarchiche quanto basta per tener desto l’animo e l’occhio allo sguardo: quello dritto, che mai s’inchina e fa riverenza. Mino De Santis è così, ama il ridere, il soffio e lo spiffero.” (Mauro Marino)
      Domenica 24 aprile ore 19:30
      Presso Art&Lab Lu Mbroia – Via Vicinale di Sternatia – Corigliano D’Otranto
      Per informazioni e prenotazioni: 3381200398 – lumbroia@massimodonno.it
      Apertura ore 19:30
      Contributo associativo: 7 euro. Prenotazione consigliata – posti limitati
      Lunedì 25 aprile ore 12:00
      Presso Art&Lab Lu Mbroia
      Per informazioni e prenotazioni: 3381200398 – lumbroia@massimodonno.it
      Apertura ore 12:00 – inizio live ore 15:30
      Contributo associativo: 3 euro
      Presso Art&Lab Lu Mbroia – via Vicinale di Sternatia – Corigliano D’Otranto
      Prenotazione consigliata – posti limitati
      Festa della Liberazione a Lu Mbroia
      Con Arditi del Coro, Dario Muci
      Giornata di festa, di memoria, di riflessione. Una giornata necessaria, per riflettere insieme sulla nostra storia e su quanto si sta vivendo in questo periodo storico, coltivando la memoria e la speranza nel futuro.
      L’associazione apre alle 12:00 e sarà possibile sia portarsi i cibi da casa che acquistare direttamente sul posto panini, focacce, insalate e verdure, primi e secondi piatti, aperitivi, dolci e frutta, ecc.
      Per chi decidesse di pranzare a Lu Mbroia, c’è la possibilità di prenotare tavoli e sedie.
      Dalle 15:30 iniziano i live.
      Il palco de Lu Mbroia accoglierà due progetti interessanti e densi di riferimenti alla giornata in particolare. Si comincia con il live degli Arditi del Coro, coro di compagne e compagni impegnato nella diffusione dei canti della tradizione comunista, anarchica e socialista italiana. Il nome Arditi del coro altro non è che un gioco di parole con Arditi del Popolo, la storica formazione di stampo militare che per prima si oppose all’ascesa del regime fascista. Al suo interno militavano compagni di ogni tipo, comunisti, anarchici, repubblicani ognuno proveniente da esperienze diverse ma tutti uniti da una grande sentire comune: l’antifascismo. Nell’epoca dell’oblio e della cancellazione della memoria, cerchiamo di mantenere vivi i canti che hanno accompagnato decenni di lotte e di conquiste, consci che non si tratta di soli canti, ma di parte fondamentale della storia dell’antifascismo italiano. Ed è da questi presupposti che si muove il lavoro di ricerca e riproposta del protagonista del secondo concerto della giornata: Dario Muci. Il musicista e cantante salentino proporrà un live dal titolo “Fattu veru – Storie di rivolte salentine”.
      Una presa di posizione forte e senza compromessi che unisce ricerca sul campo ed impegno sociale, dando vita ad un repertorio tradizionale ed originale, che apre uno “spaccato” sulla condizione dei contadini e operai, vittime oggi come ieri di grandi disparità sociali. Un repertorio rabbioso, a tratti ironico e dolce, che narra gli scenari sociali e politici in cui versa il nostro paese, in particolare il Sud, intrecciato a momenti storici significativi che hanno caratterizzato la vita di milioni di Italiani. La Resistenza, L’eccidio di Parabita, la tragedia di San Donaci e Le occupazioni delle terre, l’Emigrazione, Il caporalato neritino, il Sud di ieri che somiglia al sud di oggi, immobile, inesorabilmente sempre uguale.
      Il contributo associativo per l’ingresso è di 3 euro
      Per info e prenotazioni: 3381200398 – lumbroia@massimodonno.it
      P.S.: Se hai un banchetto e vuoi esporre, chiamaci!
      Lunedì 25 aprile ore 12:00
      Presso Art&Lab Lu Mbroia – via Vicinale di Sternatia – Corigliano D’Otranto
      Apertura ore 12:00 – inizio live ore 15:30
      Contributo associativo: 3 euro. Prenotazione consigliata – posti limitati
    • Cherri Voncelle live al Barrio Verde di Alezio
      21:00 -23:59
      2022.04.23

      Sabato 23 aprile sarà la volta della carismatica Cherri Voncelle e della sua incredibile voce R&B, Pop e soul. Cantante e compositrice britannica, che colleziona esperienze in tournée mondiali al fianco dei veterani Incognito e molti altri ancora.
      #elbarrioverde si tinge di black music, non puoi mancare!
      Start ore 21:30 – ingresso 10€

    • 23-25/4 Festa Maria SS Annunziata a Castro
      21:00 -23:59
      2022.04.23

    • LAILA AL HABASH + Kamaji a Corigliano d'Otranto
      21:30 -23:59
      2022.04.23
      Laila Al habash in concerto con il suo MYSTIC MOTEL tour + Kamaji + After show a cura del dj Francesco Fisotti
      📅 Sabato 23 Aprile – Castello Volante di Corigliano d’Otranto (LE)
      🎫 Acquista il biglietto:https://bit.ly/36iiIPP
      🎧 ore 21.30 – opening act / presentazione disco Crisalide del beatmaker leccese Kamaji
      🎧 ore 22.30 – start live Laila Al Habash
      🎧 ore 24.00 Aftershow con le selezioni in vinile di Francesco Fisotti
      _________________
      💿 Mystic Motel è l’album d’esordio di Laila Al Habash. Un viaggio lungo 12 tracce nella testa della giovane artista italo-palestinese, nel quale emerge tutto il suo talento e la sua personalità. Mystic Motel conferma quelle sue vibes e freschezza uniche nella scena italiana. Nel disco anche la collaborazione con Coez nella traccia “Sbronza”, unico feat.
      🔎 Classe 1998, sangue romano e palestinese, Laila Al Habash cresce con il mito di Raffaella Carrà e di Mina, suoi punti di riferimento tanto stilistici quanto musicali, che mescola nelle canzoni con influenze più contemporanee come Kali Uchis, Baustelle e Devendra Banhart. Nel 2019 pubblica per Bomba Dischi Come Quella Volta, Zattera e Bluetooth, tre canzoni incluse nella colonna sonora di Summertime, serie Netflix italiana che è arrivata ai primi posti nelle classifiche Netflix mondiali. Dopo aver conseguito la laurea in economia e management, nel 2020 si trasferisce a Milano per dedicarsi totalmente al suo progetto artistico. Quell’anno esce per Undamento “Rosè”, un brano onirico che racchiude preziose e brillanti arie disco e R’n’B composto con il visionario artista svizzero Tatum Rush. Nel 2021 entra a far parte dell’etichetta Undamento e il 26/02 pubblica il suo primo EP dal titolo “Moquette”, prodotto da Niccolò Contessa e Stabber. Moquette è un disco fatto di suoni avvolgenti e grezzi che fanno da sfondo a un flusso di parole dolci e sincere. Dopo l’estate annuncia l’uscita del suo primo album ufficiale, anticipato dai singoli “Ponza”, “Oracolo” e “Gelosa”. Nella sua musica dal sound fluido mescola un gusto pop sempre personale con melodie e una scrittura che richiamano altri mondi. Canzone dopo canzone e un primo tour ufficiale che ha toccato le più importanti città e festival italiani, Laila sta conquistando migliaia di persone, ottenendo ottimi riscontri sia da parte del pubblico che della stampa e addetti ai lavori.
    • Hound Dogs live all'Habitus di Taviano
      22:00 -23:59
      2022.04.23

    • CelentaRock live al Central Bar di Gagliano
      22:00 -23:59
      2022.04.23

24
  • Fiera di San Giorgio a Corigliano
    10:00 -23:59
    2022.04.24

  • Zimba Ca te Passa live al Mayapan di Santa Caterina
    16:00 -23:59
    2022.04.24

  • Giacomo Surdo-Angelo Surdo-Carlo Canaglia ad Alessano
    18:00 -23:59
    2022.04.24

  • Alta Frequenza live al Rione Terra di Salve
    19:00 -23:59
    2022.04.24

  • Ambaradan live al Central Bar di Gagliano
    19:30 -23:59
    2022.04.24

  • Festa di San Giorgio Martire a Matino
    20:00 -23:59
    2022.04.24

  • Festa Madonna delle Grazie a Tutino
    21:00 -23:59
    2022.04.24

  • Davide Sergi live all’Auditorium di Gagliano
    21:00 -23:59
    2022.04.24

  • La festa della Liberazione a Lu Mbroia di Corigliano
    21:00 -23:59
    2022.04.24

    LA FESTA DELLA LIBERAZIONE A LU MBROIA:
    Tre giorni di concerti, di riflessioni in musica, di memoria e futuro.
    Si parte, con un live serale, di Antonio Castrignanò, sabato 23 aprile.
    A seguire, domenica 24, Mino de Santis in concerto.
    Si conclude con una giornata intensa, lunedì 25 aprile, a partire dalla mattina, con un doppio live: Arditi del Coro e, a seguire, Dario Muci.
    Qui di seguito tutti i dettagli, orari, contributi associativi, ecc.
    Vi aspettiamo!
    Sabato 23 aprile ore 19:30
    Presso Art&Lab Lu Mbroia
    Per informazioni e prenotazioni: 3381200398 – lumbroia@massimodonno.it
    Apertura ore 19:30 – Start live ore 21:00
    Contributo associativo: 10 euro
    Presso Art&Lab Lu Mbroia – Via Vicinale di Sternatia – Corigliano D’Otranto
    Prenotazione consigliata – posti limitati
    Festa della Liberazione a Lu Mbroia
    Antonio Castrignanò in “Opillopillopi -Lavoro e Libertà”
    Serata di festa, di memoria, di riflessione. Un evento necessario che inizia oggi e proseguirà domani con il concerto del cantautore Mino de Santis. La tre giorni terminerà lunedì 25, dalla mattina fino alla sera, coinvolgendo gli artisti Dario Muci e Arditi del Coro. Una tre giorni per riflettere insieme sulla nostra storia e su quanto si sta vivendo in questo periodo storico, coltivando la memoria e la speranza nel futuro.
    L’associazione apre alle 19:30. È possibile prenotare un tavolo per il pre-concerto, nel quale ci si può accomodare per degustare cibi e bevande: saranno preparati primi e secondi piatti, insalatone, verdure, secondo stagionalità e freschezza, panini, focacce, ecc. in continuità con le precedenti stagioni artistiche. Alle 21 inizia il live di Antonio Castrignanò “Opillopillopi -Lavoro e Libertà”. Musicista e cantante, Castrignanò è tra gli artisti più rappresentativi della scena popolare salentina.
    Castrignanò entra a far parte della musica popolare salentina ancora adolescente prendendo parte a formazioni storiche ed esordendo negli Aramirè per poi continuare la sua formazione attraverso il Canzoniere Grecanico Salentino ed il Canzoniere di Terra d’Otranto. “Il suo percorso artistico, anziché confondersi con quel fenomeno che gli cresceva al fianco, ha finito per tratteggiarne gli sviluppi e segnare una svolta nell’inflazionata febbre della pizzica che ormai contagia il Salento e si dirige ben oltre i confini nazionali”.
    Sabato 23 aprile ore 19:30
    Presso Art&Lab Lu Mbroia
    Per informazioni e prenotazioni: 3381200398 – lumbroia@massimodonno.it
    Apertura ore 19:30 – Start live ore 21:00
    Contributo associativo: 10 euro
    Presso Art&Lab Lu Mbroia – Via Vicinale di Sternatia – Corigliano D’Otranto
    Prenotazione consigliata – posti limitati
    Domenica 24 aprile ore 19:30
    Presso Art&Lab Lu Mbroia
    Per informazioni e prenotazioni: 3381200398 – lumbroia@massimodonno.it
    Apertura ore 19:30 – Start live ore 21:00
    Contributo associativo: 7 euro
    Presso Art&Lab Lu Mbroia – Via Vicinale di Sternatia – Corigliano D’Otranto
    Prenotazione consigliata – posti limitati
    Festa della Liberazione a Lu Mbroia
    Mino De Santis in Concerto
    Serata di festa, di memoria, di riflessione. Un evento necessario che è iniziato ieri con il live di Antonio Castrignanò, e finirà lunedì 25, dalla mattina fino alla sera, con i live di Dario Muci e degli Arditi del Coro. Una tre giorni per riflettere insieme sulla nostra storia e su quanto si sta vivendo in questo periodo storico, coltivando la memoria e la speranza nel futuro.
    L’associazione apre alle 19:30. È possibile prenotare un tavolo per il pre-concerto, nel quale ci si può accomodare per degustare cibi e bevande: saranno preparati primi e secondi piatti, insalatone, verdure, secondo stagionalità e freschezza, panini, focacce, ecc. in continuità con le precedenti stagioni artistiche. Alle 21 inizia il live di Mino de Santis, cantautore salentino che, con voce e chitarra, ci porterà nel suo personale universo, nelle tante storie che ormai da anni porta in giro per il Salento.
    “Il Salento trova nuove parole, quelle puntute, del graffio autoriale. Anarchiche quanto basta per tener desto l’animo e l’occhio allo sguardo: quello dritto, che mai s’inchina e fa riverenza. Mino De Santis è così, ama il ridere, il soffio e lo spiffero.” (Mauro Marino)
    Domenica 24 aprile ore 19:30
    Presso Art&Lab Lu Mbroia – Via Vicinale di Sternatia – Corigliano D’Otranto
    Per informazioni e prenotazioni: 3381200398 – lumbroia@massimodonno.it
    Apertura ore 19:30
    Contributo associativo: 7 euro. Prenotazione consigliata – posti limitati
    Lunedì 25 aprile ore 12:00
    Presso Art&Lab Lu Mbroia
    Per informazioni e prenotazioni: 3381200398 – lumbroia@massimodonno.it
    Apertura ore 12:00 – inizio live ore 15:30
    Contributo associativo: 3 euro
    Presso Art&Lab Lu Mbroia – via Vicinale di Sternatia – Corigliano D’Otranto
    Prenotazione consigliata – posti limitati
    Festa della Liberazione a Lu Mbroia
    Con Arditi del Coro, Dario Muci
    Giornata di festa, di memoria, di riflessione. Una giornata necessaria, per riflettere insieme sulla nostra storia e su quanto si sta vivendo in questo periodo storico, coltivando la memoria e la speranza nel futuro.
    L’associazione apre alle 12:00 e sarà possibile sia portarsi i cibi da casa che acquistare direttamente sul posto panini, focacce, insalate e verdure, primi e secondi piatti, aperitivi, dolci e frutta, ecc.
    Per chi decidesse di pranzare a Lu Mbroia, c’è la possibilità di prenotare tavoli e sedie.
    Dalle 15:30 iniziano i live.
    Il palco de Lu Mbroia accoglierà due progetti interessanti e densi di riferimenti alla giornata in particolare. Si comincia con il live degli Arditi del Coro, coro di compagne e compagni impegnato nella diffusione dei canti della tradizione comunista, anarchica e socialista italiana. Il nome Arditi del coro altro non è che un gioco di parole con Arditi del Popolo, la storica formazione di stampo militare che per prima si oppose all’ascesa del regime fascista. Al suo interno militavano compagni di ogni tipo, comunisti, anarchici, repubblicani ognuno proveniente da esperienze diverse ma tutti uniti da una grande sentire comune: l’antifascismo. Nell’epoca dell’oblio e della cancellazione della memoria, cerchiamo di mantenere vivi i canti che hanno accompagnato decenni di lotte e di conquiste, consci che non si tratta di soli canti, ma di parte fondamentale della storia dell’antifascismo italiano. Ed è da questi presupposti che si muove il lavoro di ricerca e riproposta del protagonista del secondo concerto della giornata: Dario Muci. Il musicista e cantante salentino proporrà un live dal titolo “Fattu veru – Storie di rivolte salentine”.
    Una presa di posizione forte e senza compromessi che unisce ricerca sul campo ed impegno sociale, dando vita ad un repertorio tradizionale ed originale, che apre uno “spaccato” sulla condizione dei contadini e operai, vittime oggi come ieri di grandi disparità sociali. Un repertorio rabbioso, a tratti ironico e dolce, che narra gli scenari sociali e politici in cui versa il nostro paese, in particolare il Sud, intrecciato a momenti storici significativi che hanno caratterizzato la vita di milioni di Italiani. La Resistenza, L’eccidio di Parabita, la tragedia di San Donaci e Le occupazioni delle terre, l’Emigrazione, Il caporalato neritino, il Sud di ieri che somiglia al sud di oggi, immobile, inesorabilmente sempre uguale.
    Il contributo associativo per l’ingresso è di 3 euro
    Per info e prenotazioni: 3381200398 – lumbroia@massimodonno.it
    P.S.: Se hai un banchetto e vuoi esporre, chiamaci!
    Lunedì 25 aprile ore 12:00
    Presso Art&Lab Lu Mbroia – via Vicinale di Sternatia – Corigliano D’Otranto
    Apertura ore 12:00 – inizio live ore 15:30
    Contributo associativo: 3 euro. Prenotazione consigliata – posti limitati
  • Omaggio a Morricone alle Cantelmo di Lecce
    21:00 -23:59
    2022.04.24

    Domenica 24 Aprile 2022 alle ore 20.45 omaggio alla musica di Ennio Morricone. Acquista qui il tuo biglietto: https://bit.ly/37LvNBy

    Biglietti disponibili sul circuito vivaticket e presso Officine Cantelmo

    10€ + prevendita
    10€ al botteghino
    Ingresso con green pass rafforzato

    ***
    Officine Cantelmo
    Viale Michele De Pietro 8/A – Lecce
    Info 0832304896 – 3486087776
    info@officinecantelmo.it

     

  • 23-25/4 Festa Maria SS Annunziata a Castro
    21:00 -23:59
    2022.04.24

  • Alla Bua live a Gallipoli
    21:30 -23:59
    2022.04.24

  • La Combriccola di Boe live a San Donato
    22:00 -23:59
    2022.04.24

    La Combriccola di Boe #live al Fish And Gin Bistrot di San Donato (LE) Fishandginbistrot 🎸#musica #divertimento e ogni tanto qualche #cartoon 🤭
    Domenica 24 #aprile start h. 22.00 🤙
    Per info e prenotazioni prendere la prima a destra e poi sempre dritto 🕶
    .
    .
    .
    #eventi
    #salento
    #rock
  • VascoRock live al Lulu’s di Maglie
    22:00 -23:59
    2022.04.24

  • Pingu Starr @MonCafé – Montesardo
    22:00 -23:59
    2022.04.24

    Serata in musica al MonCafè di Montesardo con I Pingu Starr e la musica dei Pinguini Tattici Nucleari.
    Vi aspettiamo!
    📞 Per info e prenotazioni: 3807596561
    Bar e Caffetteria, Pasticceria, Drinks, Aperitivi e live Music
  • 88Max live al Tesoretto di Poggiardo
    22:00 -23:59
    2022.04.24

  • Altri eventi
    • Fiera di San Giorgio a Corigliano
      10:00 -23:59
      2022.04.24

    • Zimba Ca te Passa live al Mayapan di Santa Caterina
      16:00 -23:59
      2022.04.24

    • Giacomo Surdo-Angelo Surdo-Carlo Canaglia ad Alessano
      18:00 -23:59
      2022.04.24

    • Alta Frequenza live al Rione Terra di Salve
      19:00 -23:59
      2022.04.24

    • Ambaradan live al Central Bar di Gagliano
      19:30 -23:59
      2022.04.24

    • Festa di San Giorgio Martire a Matino
      20:00 -23:59
      2022.04.24

    • Festa Madonna delle Grazie a Tutino
      21:00 -23:59
      2022.04.24

    • Davide Sergi live all'Auditorium di Gagliano
      21:00 -23:59
      2022.04.24

    • La festa della Liberazione a Lu Mbroia di Corigliano
      21:00 -23:59
      2022.04.24
      LA FESTA DELLA LIBERAZIONE A LU MBROIA:
      Tre giorni di concerti, di riflessioni in musica, di memoria e futuro.
      Si parte, con un live serale, di Antonio Castrignanò, sabato 23 aprile.
      A seguire, domenica 24, Mino de Santis in concerto.
      Si conclude con una giornata intensa, lunedì 25 aprile, a partire dalla mattina, con un doppio live: Arditi del Coro e, a seguire, Dario Muci.
      Qui di seguito tutti i dettagli, orari, contributi associativi, ecc.
      Vi aspettiamo!
      Sabato 23 aprile ore 19:30
      Presso Art&Lab Lu Mbroia
      Per informazioni e prenotazioni: 3381200398 – lumbroia@massimodonno.it
      Apertura ore 19:30 – Start live ore 21:00
      Contributo associativo: 10 euro
      Presso Art&Lab Lu Mbroia – Via Vicinale di Sternatia – Corigliano D’Otranto
      Prenotazione consigliata – posti limitati
      Festa della Liberazione a Lu Mbroia
      Antonio Castrignanò in “Opillopillopi -Lavoro e Libertà”
      Serata di festa, di memoria, di riflessione. Un evento necessario che inizia oggi e proseguirà domani con il concerto del cantautore Mino de Santis. La tre giorni terminerà lunedì 25, dalla mattina fino alla sera, coinvolgendo gli artisti Dario Muci e Arditi del Coro. Una tre giorni per riflettere insieme sulla nostra storia e su quanto si sta vivendo in questo periodo storico, coltivando la memoria e la speranza nel futuro.
      L’associazione apre alle 19:30. È possibile prenotare un tavolo per il pre-concerto, nel quale ci si può accomodare per degustare cibi e bevande: saranno preparati primi e secondi piatti, insalatone, verdure, secondo stagionalità e freschezza, panini, focacce, ecc. in continuità con le precedenti stagioni artistiche. Alle 21 inizia il live di Antonio Castrignanò “Opillopillopi -Lavoro e Libertà”. Musicista e cantante, Castrignanò è tra gli artisti più rappresentativi della scena popolare salentina.
      Castrignanò entra a far parte della musica popolare salentina ancora adolescente prendendo parte a formazioni storiche ed esordendo negli Aramirè per poi continuare la sua formazione attraverso il Canzoniere Grecanico Salentino ed il Canzoniere di Terra d’Otranto. “Il suo percorso artistico, anziché confondersi con quel fenomeno che gli cresceva al fianco, ha finito per tratteggiarne gli sviluppi e segnare una svolta nell’inflazionata febbre della pizzica che ormai contagia il Salento e si dirige ben oltre i confini nazionali”.
      Sabato 23 aprile ore 19:30
      Presso Art&Lab Lu Mbroia
      Per informazioni e prenotazioni: 3381200398 – lumbroia@massimodonno.it
      Apertura ore 19:30 – Start live ore 21:00
      Contributo associativo: 10 euro
      Presso Art&Lab Lu Mbroia – Via Vicinale di Sternatia – Corigliano D’Otranto
      Prenotazione consigliata – posti limitati
      Domenica 24 aprile ore 19:30
      Presso Art&Lab Lu Mbroia
      Per informazioni e prenotazioni: 3381200398 – lumbroia@massimodonno.it
      Apertura ore 19:30 – Start live ore 21:00
      Contributo associativo: 7 euro
      Presso Art&Lab Lu Mbroia – Via Vicinale di Sternatia – Corigliano D’Otranto
      Prenotazione consigliata – posti limitati
      Festa della Liberazione a Lu Mbroia
      Mino De Santis in Concerto
      Serata di festa, di memoria, di riflessione. Un evento necessario che è iniziato ieri con il live di Antonio Castrignanò, e finirà lunedì 25, dalla mattina fino alla sera, con i live di Dario Muci e degli Arditi del Coro. Una tre giorni per riflettere insieme sulla nostra storia e su quanto si sta vivendo in questo periodo storico, coltivando la memoria e la speranza nel futuro.
      L’associazione apre alle 19:30. È possibile prenotare un tavolo per il pre-concerto, nel quale ci si può accomodare per degustare cibi e bevande: saranno preparati primi e secondi piatti, insalatone, verdure, secondo stagionalità e freschezza, panini, focacce, ecc. in continuità con le precedenti stagioni artistiche. Alle 21 inizia il live di Mino de Santis, cantautore salentino che, con voce e chitarra, ci porterà nel suo personale universo, nelle tante storie che ormai da anni porta in giro per il Salento.
      “Il Salento trova nuove parole, quelle puntute, del graffio autoriale. Anarchiche quanto basta per tener desto l’animo e l’occhio allo sguardo: quello dritto, che mai s’inchina e fa riverenza. Mino De Santis è così, ama il ridere, il soffio e lo spiffero.” (Mauro Marino)
      Domenica 24 aprile ore 19:30
      Presso Art&Lab Lu Mbroia – Via Vicinale di Sternatia – Corigliano D’Otranto
      Per informazioni e prenotazioni: 3381200398 – lumbroia@massimodonno.it
      Apertura ore 19:30
      Contributo associativo: 7 euro. Prenotazione consigliata – posti limitati
      Lunedì 25 aprile ore 12:00
      Presso Art&Lab Lu Mbroia
      Per informazioni e prenotazioni: 3381200398 – lumbroia@massimodonno.it
      Apertura ore 12:00 – inizio live ore 15:30
      Contributo associativo: 3 euro
      Presso Art&Lab Lu Mbroia – via Vicinale di Sternatia – Corigliano D’Otranto
      Prenotazione consigliata – posti limitati
      Festa della Liberazione a Lu Mbroia
      Con Arditi del Coro, Dario Muci
      Giornata di festa, di memoria, di riflessione. Una giornata necessaria, per riflettere insieme sulla nostra storia e su quanto si sta vivendo in questo periodo storico, coltivando la memoria e la speranza nel futuro.
      L’associazione apre alle 12:00 e sarà possibile sia portarsi i cibi da casa che acquistare direttamente sul posto panini, focacce, insalate e verdure, primi e secondi piatti, aperitivi, dolci e frutta, ecc.
      Per chi decidesse di pranzare a Lu Mbroia, c’è la possibilità di prenotare tavoli e sedie.
      Dalle 15:30 iniziano i live.
      Il palco de Lu Mbroia accoglierà due progetti interessanti e densi di riferimenti alla giornata in particolare. Si comincia con il live degli Arditi del Coro, coro di compagne e compagni impegnato nella diffusione dei canti della tradizione comunista, anarchica e socialista italiana. Il nome Arditi del coro altro non è che un gioco di parole con Arditi del Popolo, la storica formazione di stampo militare che per prima si oppose all’ascesa del regime fascista. Al suo interno militavano compagni di ogni tipo, comunisti, anarchici, repubblicani ognuno proveniente da esperienze diverse ma tutti uniti da una grande sentire comune: l’antifascismo. Nell’epoca dell’oblio e della cancellazione della memoria, cerchiamo di mantenere vivi i canti che hanno accompagnato decenni di lotte e di conquiste, consci che non si tratta di soli canti, ma di parte fondamentale della storia dell’antifascismo italiano. Ed è da questi presupposti che si muove il lavoro di ricerca e riproposta del protagonista del secondo concerto della giornata: Dario Muci. Il musicista e cantante salentino proporrà un live dal titolo “Fattu veru – Storie di rivolte salentine”.
      Una presa di posizione forte e senza compromessi che unisce ricerca sul campo ed impegno sociale, dando vita ad un repertorio tradizionale ed originale, che apre uno “spaccato” sulla condizione dei contadini e operai, vittime oggi come ieri di grandi disparità sociali. Un repertorio rabbioso, a tratti ironico e dolce, che narra gli scenari sociali e politici in cui versa il nostro paese, in particolare il Sud, intrecciato a momenti storici significativi che hanno caratterizzato la vita di milioni di Italiani. La Resistenza, L’eccidio di Parabita, la tragedia di San Donaci e Le occupazioni delle terre, l’Emigrazione, Il caporalato neritino, il Sud di ieri che somiglia al sud di oggi, immobile, inesorabilmente sempre uguale.
      Il contributo associativo per l’ingresso è di 3 euro
      Per info e prenotazioni: 3381200398 – lumbroia@massimodonno.it
      P.S.: Se hai un banchetto e vuoi esporre, chiamaci!
      Lunedì 25 aprile ore 12:00
      Presso Art&Lab Lu Mbroia – via Vicinale di Sternatia – Corigliano D’Otranto
      Apertura ore 12:00 – inizio live ore 15:30
      Contributo associativo: 3 euro. Prenotazione consigliata – posti limitati
    • Omaggio a Morricone alle Cantelmo di Lecce
      21:00 -23:59
      2022.04.24

      Domenica 24 Aprile 2022 alle ore 20.45 omaggio alla musica di Ennio Morricone. Acquista qui il tuo biglietto: https://bit.ly/37LvNBy

      Biglietti disponibili sul circuito vivaticket e presso Officine Cantelmo

      10€ + prevendita
      10€ al botteghino
      Ingresso con green pass rafforzato

      ***
      Officine Cantelmo
      Viale Michele De Pietro 8/A – Lecce
      Info 0832304896 – 3486087776
      info@officinecantelmo.it

       

    • 23-25/4 Festa Maria SS Annunziata a Castro
      21:00 -23:59
      2022.04.24

    • Alla Bua live a Gallipoli
      21:30 -23:59
      2022.04.24

    • La Combriccola di Boe live a San Donato
      22:00 -23:59
      2022.04.24
      La Combriccola di Boe #live al Fish And Gin Bistrot di San Donato (LE) Fishandginbistrot 🎸#musica #divertimento e ogni tanto qualche #cartoon 🤭
      Domenica 24 #aprile start h. 22.00 🤙
      Per info e prenotazioni prendere la prima a destra e poi sempre dritto 🕶
      .
      .
      .
      #eventi
      #salento
      #rock
    • VascoRock live al Lulu's di Maglie
      22:00 -23:59
      2022.04.24

    • Pingu Starr @MonCafé - Montesardo
      22:00 -23:59
      2022.04.24
      Serata in musica al MonCafè di Montesardo con I Pingu Starr e la musica dei Pinguini Tattici Nucleari.
      Vi aspettiamo!
      📞 Per info e prenotazioni: 3807596561
      Bar e Caffetteria, Pasticceria, Drinks, Aperitivi e live Music
    • 88Max live al Tesoretto di Poggiardo
      22:00 -23:59
      2022.04.24

25
  • PARCO GONDAR OPENING
    11:00 -23:59
    2022.04.25

  • La festa della Liberazione a Lu Mbroia di Corigliano
    12:00 -23:59
    2022.04.25

    LA FESTA DELLA LIBERAZIONE A LU MBROIA:
    Tre giorni di concerti, di riflessioni in musica, di memoria e futuro.
    Si parte, con un live serale, di Antonio Castrignanò, sabato 23 aprile.
    A seguire, domenica 24, Mino de Santis in concerto.
    Si conclude con una giornata intensa, lunedì 25 aprile, a partire dalla mattina, con un doppio live: Arditi del Coro e, a seguire, Dario Muci.
    Qui di seguito tutti i dettagli, orari, contributi associativi, ecc.
    Vi aspettiamo!
    Sabato 23 aprile ore 19:30
    Presso Art&Lab Lu Mbroia
    Per informazioni e prenotazioni: 3381200398 – lumbroia@massimodonno.it
    Apertura ore 19:30 – Start live ore 21:00
    Contributo associativo: 10 euro
    Presso Art&Lab Lu Mbroia – Via Vicinale di Sternatia – Corigliano D’Otranto
    Prenotazione consigliata – posti limitati
    Festa della Liberazione a Lu Mbroia
    Antonio Castrignanò in “Opillopillopi -Lavoro e Libertà”
    Serata di festa, di memoria, di riflessione. Un evento necessario che inizia oggi e proseguirà domani con il concerto del cantautore Mino de Santis. La tre giorni terminerà lunedì 25, dalla mattina fino alla sera, coinvolgendo gli artisti Dario Muci e Arditi del Coro. Una tre giorni per riflettere insieme sulla nostra storia e su quanto si sta vivendo in questo periodo storico, coltivando la memoria e la speranza nel futuro.
    L’associazione apre alle 19:30. È possibile prenotare un tavolo per il pre-concerto, nel quale ci si può accomodare per degustare cibi e bevande: saranno preparati primi e secondi piatti, insalatone, verdure, secondo stagionalità e freschezza, panini, focacce, ecc. in continuità con le precedenti stagioni artistiche. Alle 21 inizia il live di Antonio Castrignanò “Opillopillopi -Lavoro e Libertà”. Musicista e cantante, Castrignanò è tra gli artisti più rappresentativi della scena popolare salentina.
    Castrignanò entra a far parte della musica popolare salentina ancora adolescente prendendo parte a formazioni storiche ed esordendo negli Aramirè per poi continuare la sua formazione attraverso il Canzoniere Grecanico Salentino ed il Canzoniere di Terra d’Otranto. “Il suo percorso artistico, anziché confondersi con quel fenomeno che gli cresceva al fianco, ha finito per tratteggiarne gli sviluppi e segnare una svolta nell’inflazionata febbre della pizzica che ormai contagia il Salento e si dirige ben oltre i confini nazionali”.
    Sabato 23 aprile ore 19:30
    Presso Art&Lab Lu Mbroia
    Per informazioni e prenotazioni: 3381200398 – lumbroia@massimodonno.it
    Apertura ore 19:30 – Start live ore 21:00
    Contributo associativo: 10 euro
    Presso Art&Lab Lu Mbroia – Via Vicinale di Sternatia – Corigliano D’Otranto
    Prenotazione consigliata – posti limitati
    Domenica 24 aprile ore 19:30
    Presso Art&Lab Lu Mbroia
    Per informazioni e prenotazioni: 3381200398 – lumbroia@massimodonno.it
    Apertura ore 19:30 – Start live ore 21:00
    Contributo associativo: 7 euro
    Presso Art&Lab Lu Mbroia – Via Vicinale di Sternatia – Corigliano D’Otranto
    Prenotazione consigliata – posti limitati
    Festa della Liberazione a Lu Mbroia
    Mino De Santis in Concerto
    Serata di festa, di memoria, di riflessione. Un evento necessario che è iniziato ieri con il live di Antonio Castrignanò, e finirà lunedì 25, dalla mattina fino alla sera, con i live di Dario Muci e degli Arditi del Coro. Una tre giorni per riflettere insieme sulla nostra storia e su quanto si sta vivendo in questo periodo storico, coltivando la memoria e la speranza nel futuro.
    L’associazione apre alle 19:30. È possibile prenotare un tavolo per il pre-concerto, nel quale ci si può accomodare per degustare cibi e bevande: saranno preparati primi e secondi piatti, insalatone, verdure, secondo stagionalità e freschezza, panini, focacce, ecc. in continuità con le precedenti stagioni artistiche. Alle 21 inizia il live di Mino de Santis, cantautore salentino che, con voce e chitarra, ci porterà nel suo personale universo, nelle tante storie che ormai da anni porta in giro per il Salento.
    “Il Salento trova nuove parole, quelle puntute, del graffio autoriale. Anarchiche quanto basta per tener desto l’animo e l’occhio allo sguardo: quello dritto, che mai s’inchina e fa riverenza. Mino De Santis è così, ama il ridere, il soffio e lo spiffero.” (Mauro Marino)
    Domenica 24 aprile ore 19:30
    Presso Art&Lab Lu Mbroia – Via Vicinale di Sternatia – Corigliano D’Otranto
    Per informazioni e prenotazioni: 3381200398 – lumbroia@massimodonno.it
    Apertura ore 19:30
    Contributo associativo: 7 euro. Prenotazione consigliata – posti limitati
    Lunedì 25 aprile ore 12:00
    Presso Art&Lab Lu Mbroia
    Per informazioni e prenotazioni: 3381200398 – lumbroia@massimodonno.it
    Apertura ore 12:00 – inizio live ore 15:30
    Contributo associativo: 3 euro
    Presso Art&Lab Lu Mbroia – via Vicinale di Sternatia – Corigliano D’Otranto
    Prenotazione consigliata – posti limitati
    Festa della Liberazione a Lu Mbroia
    Con Arditi del Coro, Dario Muci
    Giornata di festa, di memoria, di riflessione. Una giornata necessaria, per riflettere insieme sulla nostra storia e su quanto si sta vivendo in questo periodo storico, coltivando la memoria e la speranza nel futuro.
    L’associazione apre alle 12:00 e sarà possibile sia portarsi i cibi da casa che acquistare direttamente sul posto panini, focacce, insalate e verdure, primi e secondi piatti, aperitivi, dolci e frutta, ecc.
    Per chi decidesse di pranzare a Lu Mbroia, c’è la possibilità di prenotare tavoli e sedie.
    Dalle 15:30 iniziano i live.
    Il palco de Lu Mbroia accoglierà due progetti interessanti e densi di riferimenti alla giornata in particolare. Si comincia con il live degli Arditi del Coro, coro di compagne e compagni impegnato nella diffusione dei canti della tradizione comunista, anarchica e socialista italiana. Il nome Arditi del coro altro non è che un gioco di parole con Arditi del Popolo, la storica formazione di stampo militare che per prima si oppose all’ascesa del regime fascista. Al suo interno militavano compagni di ogni tipo, comunisti, anarchici, repubblicani ognuno proveniente da esperienze diverse ma tutti uniti da una grande sentire comune: l’antifascismo. Nell’epoca dell’oblio e della cancellazione della memoria, cerchiamo di mantenere vivi i canti che hanno accompagnato decenni di lotte e di conquiste, consci che non si tratta di soli canti, ma di parte fondamentale della storia dell’antifascismo italiano. Ed è da questi presupposti che si muove il lavoro di ricerca e riproposta del protagonista del secondo concerto della giornata: Dario Muci. Il musicista e cantante salentino proporrà un live dal titolo “Fattu veru – Storie di rivolte salentine”.
    Una presa di posizione forte e senza compromessi che unisce ricerca sul campo ed impegno sociale, dando vita ad un repertorio tradizionale ed originale, che apre uno “spaccato” sulla condizione dei contadini e operai, vittime oggi come ieri di grandi disparità sociali. Un repertorio rabbioso, a tratti ironico e dolce, che narra gli scenari sociali e politici in cui versa il nostro paese, in particolare il Sud, intrecciato a momenti storici significativi che hanno caratterizzato la vita di milioni di Italiani. La Resistenza, L’eccidio di Parabita, la tragedia di San Donaci e Le occupazioni delle terre, l’Emigrazione, Il caporalato neritino, il Sud di ieri che somiglia al sud di oggi, immobile, inesorabilmente sempre uguale.
    Il contributo associativo per l’ingresso è di 3 euro
    Per info e prenotazioni: 3381200398 – lumbroia@massimodonno.it
    P.S.: Se hai un banchetto e vuoi esporre, chiamaci!
    Lunedì 25 aprile ore 12:00
    Presso Art&Lab Lu Mbroia – via Vicinale di Sternatia – Corigliano D’Otranto
    Apertura ore 12:00 – inizio live ore 15:30
    Contributo associativo: 3 euro. Prenotazione consigliata – posti limitati
  • Segunda Feira al Cotriero di Gallipoli
    17:00 -23:59
    2022.04.25

    Il loro repertorio negli anni è passato da “Smock under water” e “Gianna” a “I’m yours” e “One Love” di Bob Marley, toccando “L’ombelico del mondo” e “Sweet Home Chicago” fino ad arrivare alla scaletta attuale che spazia dalla musica popolare (non solo italiana), la Patchanka, lo Ska, il Rock ‘n Roll, i mostri sacri della musica contemporanea e anche degli inediti, tutto ovviamente rivisitato in chiave Segunda Feira. Nel 2020 sulle piattaforme digitali è uscito anche il primo singolo “Lost Christmas”, sintesi di questo percorso dalle cover in chiave ironica ai pezzi di successo internazionale.

    Cotriero
    Località Pizzo – Gallipoli (Le)
    Ingresso libero
    Info 3406662833

    Ufficio Stampa
    Società Cooperativa Coolclub
    Piazzetta Cloe Elmo 10 – 73100 Lecce
    www.coolclub.it – ufficiostampa@coolclub.it – 0832303707
    Pierpaolo Lala – pierpaolo@coolclub.it – 3394313397
    Cristiana Alessia Francioso – cristiana@coolclub.it – 3889311218

  • MoroSunset
    18:00 -23:59
    2022.04.25

  • Festa di San Giorgio Martire a Matino
    20:00 -23:59
    2022.04.25

  • Festa Madonna delle Grazie a Tutino
    21:00 -23:59
    2022.04.25

  • 23-25/4 Festa Maria SS Annunziata a Castro
    21:00 -23:59
    2022.04.25

  • Altri eventi
    • PARCO GONDAR OPENING
      11:00 -23:59
      2022.04.25

    • La festa della Liberazione a Lu Mbroia di Corigliano
      12:00 -23:59
      2022.04.25
      LA FESTA DELLA LIBERAZIONE A LU MBROIA:
      Tre giorni di concerti, di riflessioni in musica, di memoria e futuro.
      Si parte, con un live serale, di Antonio Castrignanò, sabato 23 aprile.
      A seguire, domenica 24, Mino de Santis in concerto.
      Si conclude con una giornata intensa, lunedì 25 aprile, a partire dalla mattina, con un doppio live: Arditi del Coro e, a seguire, Dario Muci.
      Qui di seguito tutti i dettagli, orari, contributi associativi, ecc.
      Vi aspettiamo!
      Sabato 23 aprile ore 19:30
      Presso Art&Lab Lu Mbroia
      Per informazioni e prenotazioni: 3381200398 – lumbroia@massimodonno.it
      Apertura ore 19:30 – Start live ore 21:00
      Contributo associativo: 10 euro
      Presso Art&Lab Lu Mbroia – Via Vicinale di Sternatia – Corigliano D’Otranto
      Prenotazione consigliata – posti limitati
      Festa della Liberazione a Lu Mbroia
      Antonio Castrignanò in “Opillopillopi -Lavoro e Libertà”
      Serata di festa, di memoria, di riflessione. Un evento necessario che inizia oggi e proseguirà domani con il concerto del cantautore Mino de Santis. La tre giorni terminerà lunedì 25, dalla mattina fino alla sera, coinvolgendo gli artisti Dario Muci e Arditi del Coro. Una tre giorni per riflettere insieme sulla nostra storia e su quanto si sta vivendo in questo periodo storico, coltivando la memoria e la speranza nel futuro.
      L’associazione apre alle 19:30. È possibile prenotare un tavolo per il pre-concerto, nel quale ci si può accomodare per degustare cibi e bevande: saranno preparati primi e secondi piatti, insalatone, verdure, secondo stagionalità e freschezza, panini, focacce, ecc. in continuità con le precedenti stagioni artistiche. Alle 21 inizia il live di Antonio Castrignanò “Opillopillopi -Lavoro e Libertà”. Musicista e cantante, Castrignanò è tra gli artisti più rappresentativi della scena popolare salentina.
      Castrignanò entra a far parte della musica popolare salentina ancora adolescente prendendo parte a formazioni storiche ed esordendo negli Aramirè per poi continuare la sua formazione attraverso il Canzoniere Grecanico Salentino ed il Canzoniere di Terra d’Otranto. “Il suo percorso artistico, anziché confondersi con quel fenomeno che gli cresceva al fianco, ha finito per tratteggiarne gli sviluppi e segnare una svolta nell’inflazionata febbre della pizzica che ormai contagia il Salento e si dirige ben oltre i confini nazionali”.
      Sabato 23 aprile ore 19:30
      Presso Art&Lab Lu Mbroia
      Per informazioni e prenotazioni: 3381200398 – lumbroia@massimodonno.it
      Apertura ore 19:30 – Start live ore 21:00
      Contributo associativo: 10 euro
      Presso Art&Lab Lu Mbroia – Via Vicinale di Sternatia – Corigliano D’Otranto
      Prenotazione consigliata – posti limitati
      Domenica 24 aprile ore 19:30
      Presso Art&Lab Lu Mbroia
      Per informazioni e prenotazioni: 3381200398 – lumbroia@massimodonno.it
      Apertura ore 19:30 – Start live ore 21:00
      Contributo associativo: 7 euro
      Presso Art&Lab Lu Mbroia – Via Vicinale di Sternatia – Corigliano D’Otranto
      Prenotazione consigliata – posti limitati
      Festa della Liberazione a Lu Mbroia
      Mino De Santis in Concerto
      Serata di festa, di memoria, di riflessione. Un evento necessario che è iniziato ieri con il live di Antonio Castrignanò, e finirà lunedì 25, dalla mattina fino alla sera, con i live di Dario Muci e degli Arditi del Coro. Una tre giorni per riflettere insieme sulla nostra storia e su quanto si sta vivendo in questo periodo storico, coltivando la memoria e la speranza nel futuro.
      L’associazione apre alle 19:30. È possibile prenotare un tavolo per il pre-concerto, nel quale ci si può accomodare per degustare cibi e bevande: saranno preparati primi e secondi piatti, insalatone, verdure, secondo stagionalità e freschezza, panini, focacce, ecc. in continuità con le precedenti stagioni artistiche. Alle 21 inizia il live di Mino de Santis, cantautore salentino che, con voce e chitarra, ci porterà nel suo personale universo, nelle tante storie che ormai da anni porta in giro per il Salento.
      “Il Salento trova nuove parole, quelle puntute, del graffio autoriale. Anarchiche quanto basta per tener desto l’animo e l’occhio allo sguardo: quello dritto, che mai s’inchina e fa riverenza. Mino De Santis è così, ama il ridere, il soffio e lo spiffero.” (Mauro Marino)
      Domenica 24 aprile ore 19:30
      Presso Art&Lab Lu Mbroia – Via Vicinale di Sternatia – Corigliano D’Otranto
      Per informazioni e prenotazioni: 3381200398 – lumbroia@massimodonno.it
      Apertura ore 19:30
      Contributo associativo: 7 euro. Prenotazione consigliata – posti limitati
      Lunedì 25 aprile ore 12:00
      Presso Art&Lab Lu Mbroia
      Per informazioni e prenotazioni: 3381200398 – lumbroia@massimodonno.it
      Apertura ore 12:00 – inizio live ore 15:30
      Contributo associativo: 3 euro
      Presso Art&Lab Lu Mbroia – via Vicinale di Sternatia – Corigliano D’Otranto
      Prenotazione consigliata – posti limitati
      Festa della Liberazione a Lu Mbroia
      Con Arditi del Coro, Dario Muci
      Giornata di festa, di memoria, di riflessione. Una giornata necessaria, per riflettere insieme sulla nostra storia e su quanto si sta vivendo in questo periodo storico, coltivando la memoria e la speranza nel futuro.
      L’associazione apre alle 12:00 e sarà possibile sia portarsi i cibi da casa che acquistare direttamente sul posto panini, focacce, insalate e verdure, primi e secondi piatti, aperitivi, dolci e frutta, ecc.
      Per chi decidesse di pranzare a Lu Mbroia, c’è la possibilità di prenotare tavoli e sedie.
      Dalle 15:30 iniziano i live.
      Il palco de Lu Mbroia accoglierà due progetti interessanti e densi di riferimenti alla giornata in particolare. Si comincia con il live degli Arditi del Coro, coro di compagne e compagni impegnato nella diffusione dei canti della tradizione comunista, anarchica e socialista italiana. Il nome Arditi del coro altro non è che un gioco di parole con Arditi del Popolo, la storica formazione di stampo militare che per prima si oppose all’ascesa del regime fascista. Al suo interno militavano compagni di ogni tipo, comunisti, anarchici, repubblicani ognuno proveniente da esperienze diverse ma tutti uniti da una grande sentire comune: l’antifascismo. Nell’epoca dell’oblio e della cancellazione della memoria, cerchiamo di mantenere vivi i canti che hanno accompagnato decenni di lotte e di conquiste, consci che non si tratta di soli canti, ma di parte fondamentale della storia dell’antifascismo italiano. Ed è da questi presupposti che si muove il lavoro di ricerca e riproposta del protagonista del secondo concerto della giornata: Dario Muci. Il musicista e cantante salentino proporrà un live dal titolo “Fattu veru – Storie di rivolte salentine”.
      Una presa di posizione forte e senza compromessi che unisce ricerca sul campo ed impegno sociale, dando vita ad un repertorio tradizionale ed originale, che apre uno “spaccato” sulla condizione dei contadini e operai, vittime oggi come ieri di grandi disparità sociali. Un repertorio rabbioso, a tratti ironico e dolce, che narra gli scenari sociali e politici in cui versa il nostro paese, in particolare il Sud, intrecciato a momenti storici significativi che hanno caratterizzato la vita di milioni di Italiani. La Resistenza, L’eccidio di Parabita, la tragedia di San Donaci e Le occupazioni delle terre, l’Emigrazione, Il caporalato neritino, il Sud di ieri che somiglia al sud di oggi, immobile, inesorabilmente sempre uguale.
      Il contributo associativo per l’ingresso è di 3 euro
      Per info e prenotazioni: 3381200398 – lumbroia@massimodonno.it
      P.S.: Se hai un banchetto e vuoi esporre, chiamaci!
      Lunedì 25 aprile ore 12:00
      Presso Art&Lab Lu Mbroia – via Vicinale di Sternatia – Corigliano D’Otranto
      Apertura ore 12:00 – inizio live ore 15:30
      Contributo associativo: 3 euro. Prenotazione consigliata – posti limitati
    • Segunda Feira al Cotriero di Gallipoli
      17:00 -23:59
      2022.04.25

      Il loro repertorio negli anni è passato da “Smock under water” e “Gianna” a “I’m yours” e “One Love” di Bob Marley, toccando “L’ombelico del mondo” e “Sweet Home Chicago” fino ad arrivare alla scaletta attuale che spazia dalla musica popolare (non solo italiana), la Patchanka, lo Ska, il Rock ‘n Roll, i mostri sacri della musica contemporanea e anche degli inediti, tutto ovviamente rivisitato in chiave Segunda Feira. Nel 2020 sulle piattaforme digitali è uscito anche il primo singolo “Lost Christmas”, sintesi di questo percorso dalle cover in chiave ironica ai pezzi di successo internazionale.

      Cotriero
      Località Pizzo – Gallipoli (Le)
      Ingresso libero
      Info 3406662833

      Ufficio Stampa
      Società Cooperativa Coolclub
      Piazzetta Cloe Elmo 10 – 73100 Lecce
      www.coolclub.it – ufficiostampa@coolclub.it – 0832303707
      Pierpaolo Lala – pierpaolo@coolclub.it – 3394313397
      Cristiana Alessia Francioso – cristiana@coolclub.it – 3889311218

    • MoroSunset
      18:00 -23:59
      2022.04.25

    • Festa di San Giorgio Martire a Matino
      20:00 -23:59
      2022.04.25

    • Festa Madonna delle Grazie a Tutino
      21:00 -23:59
      2022.04.25

    • 23-25/4 Festa Maria SS Annunziata a Castro
      21:00 -23:59
      2022.04.25

26
27
28
  • Therasia il garage delle arti
    20:30 -23:59
    2022.04.28

    Giovedì 28 aprile (ore 20:30 – ingresso 5 euro), la compagnia “Therasia il garage delle arti” mette in scena ad Astràgali “Il Cantico Spirituale (Sono io la tua sposa)“, adattamento da San Juan de la Cruz di e con Davide Morgagni (assistenti alla regia Valentina Sciurti ed Elisa Tondo). Il Cantico Spirituale segna l’apice dell’armonioso squilibrio tra l’esperienza mistica e l’espressione poetica di San Juan de la Cruz  – San Giovanni della Croce (1542-1591). Considerato fra i maggiori poeti in lingua spagnola, scrisse il poemetto Il Cantico Spirituale nel 1584, egloga tra la Sposa (l’anima) e lo Sposo (il corpo di Gesù) libera riscrittura dal Cantico dei Cantici, in un’epoca in cui era proibito tradurre la Bibbia in lingua volgare. “Dottor estatico”, Gran riformatore dell’Ordine Carmelitano e confessore di Santa Teresa D’Avila, “Il piccolo Seneca”, così da lei soprannominato, fu santificato nel 1726 e accolto nel 1926 tra i Dottori della Chiesa. Il Cantico Spirituale è la rivoluzione della mistica teresiana.

    Info, programma e prenotazioni
    3892105991 – teatro@astragali.org –  www.astragali.it

  • Sergio Cammariere 4tet a Galatina
    21:00 -23:59
    2022.04.28

    MUSICA & MUSICA
    📍Teatro Cavallino Bianco, via Grassi – Galatina
    ▪️21 Aprile 2022 ore 21 – Anna Maria Badia Nikiforova € 10
    ▪️28 Aprile 2022 ore 21 – Sergio Cammariere Quartet € 15
    💥Abbonamento online € 20 +ddp+comm.serv.
    ⚠️ La biglietteria del teatro è aperta il mercoledì e il venerdì dalle ore 17 alle 19.
    Prenota online o allo 06 0406 (anche Whatsapp) e paga in contanti nei Punti Mooney (bar, tabaccherie, edicole), oppure acquista online con carta di credito e prepagata.
    E’ possibile acquistare biglietti e abbonamenti anche con 18 App e Bonus Docenti.
    📧 18app@diyticket.cloud – bonuscultura@diyticket.cloud
    ✅ Per tutti gli eventi è necessario essere in possesso del Super Green Pass a partire dai 12 anni di età (avvenuta vaccinazione contro il Covid-19 oppure certificazione di avvenuta guarigione dal Covid-19).
  • Gli Avvocati Divorzisti live al Cantiere di Lecce
    22:00 -23:59
    2022.04.28

    L’ultima volta, sempre tra queste mura, con loro sul palco e la loro musica fu un delirio. Perché si sa, da dove passano, la voglia di cantare diventa contagiosa.
    🚧 Giovedì 28 aprile 🚧 tra le mura del Cantiere finalmente ritornano. Ancora più carichi, sempre più follemente lucidi. Stiamo parlando de Gli Avvocati Divorzisti, gruppo il cui nome dice già tutto e che ha sempre reso il Cantiere durante i loro live il posto più avvolgente dove trascorrere una sera, con il meglio e il peggio della musica italiana.
    I cavalli di battaglia de gli Avvocati Divorzisti sono sempre state canzoni del repertorio italiano dagli anni ’50 agli anni ’80. Uno show che ha sempre reso omaggio ad alcuni dei grandi maestri del cantautorato (da Lucio Dalla a Paolo Conte, fino a Modugno) fino a rivisitare brani del canzoniere italiano definiti “scheletri nell’autoradio”, ovvero canzoni note a tutti che difficilmente si possono ascoltare dal vivo.
    Carlo Adamo, Ruggero Bondi, Dario Ancona e Francesco Manni con voce, piano, basso e batteria faranno volare alta on the rooftop tra i cieli di Lecce la musica italiana.
    Preparate le voci, schiarite la gola, ripassate i testi!
    🚧 Start h 22 🚧
    Ingresso gratuito come sempre.
    Per prenotare un tavolo, 📌 https://bit.ly/Prenota_Cantiere oppure telefonicamente al 📞 3895141191.
    \
    Direzione artistica a cura di TTevents – Titti Stomeo.
  • FreeZap live a Minervino
    22:00 -23:59
    2022.04.28

  • Altri eventi
    • Therasia il garage delle arti
      20:30 -23:59
      2022.04.28
      Giovedì 28 aprile (ore 20:30 – ingresso 5 euro), la compagnia “Therasia il garage delle arti” mette in scena ad Astràgali “Il Cantico Spirituale (Sono io la tua sposa)“, adattamento da San Juan de la Cruz di e con Davide Morgagni (assistenti alla regia Valentina Sciurti ed Elisa Tondo). Il Cantico Spirituale segna l’apice dell’armonioso squilibrio tra l’esperienza mistica e l’espressione poetica di San Juan de la Cruz  – San Giovanni della Croce (1542-1591). Considerato fra i maggiori poeti in lingua spagnola, scrisse il poemetto Il Cantico Spirituale nel 1584, egloga tra la Sposa (l’anima) e lo Sposo (il corpo di Gesù) libera riscrittura dal Cantico dei Cantici, in un’epoca in cui era proibito tradurre la Bibbia in lingua volgare. “Dottor estatico”, Gran riformatore dell’Ordine Carmelitano e confessore di Santa Teresa D’Avila, “Il piccolo Seneca”, così da lei soprannominato, fu santificato nel 1726 e accolto nel 1926 tra i Dottori della Chiesa. Il Cantico Spirituale è la rivoluzione della mistica teresiana.

      Info, programma e prenotazioni
      3892105991 – teatro@astragali.org –  www.astragali.it

    • Sergio Cammariere 4tet a Galatina
      21:00 -23:59
      2022.04.28
      MUSICA & MUSICA
      📍Teatro Cavallino Bianco, via Grassi – Galatina
      ▪️21 Aprile 2022 ore 21 – Anna Maria Badia Nikiforova € 10
      ▪️28 Aprile 2022 ore 21 – Sergio Cammariere Quartet € 15
      💥Abbonamento online € 20 +ddp+comm.serv.
      ⚠️ La biglietteria del teatro è aperta il mercoledì e il venerdì dalle ore 17 alle 19.
      Prenota online o allo 06 0406 (anche Whatsapp) e paga in contanti nei Punti Mooney (bar, tabaccherie, edicole), oppure acquista online con carta di credito e prepagata.
      E’ possibile acquistare biglietti e abbonamenti anche con 18 App e Bonus Docenti.
      📧 18app@diyticket.cloud – bonuscultura@diyticket.cloud
      ✅ Per tutti gli eventi è necessario essere in possesso del Super Green Pass a partire dai 12 anni di età (avvenuta vaccinazione contro il Covid-19 oppure certificazione di avvenuta guarigione dal Covid-19).
    • Gli Avvocati Divorzisti live al Cantiere di Lecce
      22:00 -23:59
      2022.04.28
      L’ultima volta, sempre tra queste mura, con loro sul palco e la loro musica fu un delirio. Perché si sa, da dove passano, la voglia di cantare diventa contagiosa.
      🚧 Giovedì 28 aprile 🚧 tra le mura del Cantiere finalmente ritornano. Ancora più carichi, sempre più follemente lucidi. Stiamo parlando de Gli Avvocati Divorzisti, gruppo il cui nome dice già tutto e che ha sempre reso il Cantiere durante i loro live il posto più avvolgente dove trascorrere una sera, con il meglio e il peggio della musica italiana.
      I cavalli di battaglia de gli Avvocati Divorzisti sono sempre state canzoni del repertorio italiano dagli anni ’50 agli anni ’80. Uno show che ha sempre reso omaggio ad alcuni dei grandi maestri del cantautorato (da Lucio Dalla a Paolo Conte, fino a Modugno) fino a rivisitare brani del canzoniere italiano definiti “scheletri nell’autoradio”, ovvero canzoni note a tutti che difficilmente si possono ascoltare dal vivo.
      Carlo Adamo, Ruggero Bondi, Dario Ancona e Francesco Manni con voce, piano, basso e batteria faranno volare alta on the rooftop tra i cieli di Lecce la musica italiana.
      Preparate le voci, schiarite la gola, ripassate i testi!
      🚧 Start h 22 🚧
      Ingresso gratuito come sempre.
      Per prenotare un tavolo, 📌 https://bit.ly/Prenota_Cantiere oppure telefonicamente al 📞 3895141191.
      \
      Direzione artistica a cura di TTevents – Titti Stomeo.
    • FreeZap live a Minervino
      22:00 -23:59
      2022.04.28

29
  • “Invasione di campo” di Pierpaolo Lala e Rocco Luigi Nichil (Manni Editori) a Melpignano
    19:00 -23:59
    2022.04.29

    VENERDÌ 29 APRILE A MELPIGNANO PROSEGUE IL LUNGO TOUR DI PRESENTAZIONE DEL SAGGIO “INVASIONE DI CAMPO. IL GIOCO DEL CALCIO NEL LINGUAGGIO E NEL RACCONTO DELLA POLITICA” DI PIERPAOLO LALA E ROCCO LUIGI NICHIL, USCITO PER MANNI EDITORI.
     
    Venerdì 29 aprile  (ore 19 – ingresso libero fino a esaurimento posti –  info 3756041184) il Palazzo Marchesale di Melpignano ospita la presentazione di “Invasione di campo. Il gioco del calcio nel linguaggio e nel racconto della politica“, saggio al confine tra linguistica e narrazione, scritto dal giornalista Pierpaolo Lala e dal linguista Rocco Luigi Nichil, con prefazione di Marco Damilano, postfazione di Filippo Ceccarelli e un saggio del linguista Marcello Aprile, uscito per Manni Editori. Gli autori dialogheranno con la giornalista Erica Fiore.

    IL LIBRO
    La lunga storia d’amore tra panchine a bordo campo e aule parlamentari nasce in Italia già tra la fine dell’Ottocento e l’inizio del Novecento, muove i primi passi negli anni del fascismo, inizia a correre durante la Prima Repubblica e va a segno con le vittorie sportive e politiche di Berlusconi, arrivando con forza immutata fino ai giorni nostri. Era dunque inevitabile che la lingua della politica fosse contagiata da slogan e metafore provenienti dal mondo del pallone, sia nel gergo dei parlamentari che in quello giornalistico, nei discorsi ufficiali come sui manifesti elettorali. Certo, i vari assist, pressing e zona Cesarini hanno avuto fortuna anche nella lingua comune; così il lessico immediatamente comprensibile e con il quale gli italiani hanno grande confidenza è stato scelto per rendere familiari alcuni volti, e alcune discese in campo. Il caso più celebre è sicuramente quello del Cavaliere, ma la connessione tra politica e calcio in Italia è antica, e non conosce cartellino rosso. «La discesa in campo di Silvio Berlusconi segna, indiscutibilmente, un prima e un dopo nel rapporto tra il “giuoco del calcio” (come lui stesso ama dire, in modo un po’ âgé) e il linguaggio della politica», raccontano gli autori nella prefazione. «Se nel 1986, atterrando con un elicottero sul campo di allenamento a Milanello, aveva avviato la sua rivoluzione del mondo del pallone, nel 1994 la decisione di fondare Forza Italia e candidarsi, con un videomessaggio, alla guida del Paese stravolge la scena parlamentare e istituzionale ma non solo. Il crollo della Prima Repubblica e la dissoluzione quasi istantanea e contemporanea degli storici partiti al potere negli ultimi quarant’anni, che coincide di fatto con la fine delle ideologie che avevano costituito il presupposto teorico di quel potere e insieme l’esistenza dei partiti d’opposizione, porta a una rivoluzione copernicana nell’assetto politico italiano, ma determina anche un nuovo approccio comunicativo, più diretto e molto meno formale, destinato ad affermarsi negli anni successivi».

    Lo spassoso e al contempo scientifico percorso di analisi storica e linguistica è impreziosito da interventi inediti dei giornalisti Marino Sinibaldi (già direttore di Rai Radio3) e Riccardo Luna (fondatore de “Il Romanista” e firma de “la Repubblica”), del conduttore della trasmissione radiofonica cult Un giorno da pecora Giorgio Lauro, dei comunicatori politici Francesco Nicodemo e Dino Amenduni, delle giornaliste Wanda Marra e Alessandra Sardoni, dell’autore tv Antonio Sofi, dei sociologi Giovanni Boccia Artieri Stefano Cristante, del linguista e giornalista Silverio Novelli, che cura il magazine “Lingua italiana” di Treccani, della storica voce di Tutto il calcio minuto per minuto Riccardo Cucchi, del semiologo Stefano Bartezzaghi e di Edoardo Novelli, responsabile dell’Archivio degli spot politici italiani. Il volume è completato da un glossario (da 0 a 0 a Zona Cesarini/Ciampolillo) con un centinaio tra vocaboli e modi di dire nati nel mondo del calcio e traslati nel dibattito politico.

    «La semplificazione del linguaggio, la divisione del mondo in squadra amica e squadre nemiche, più che avversarie, proprio mentre in politica avanzavano le passioni tristi e le appartenenze deboli, diciamo pure un sostanziale disinteresse pronto a sfociare nel rancore, nella rabbia, nel risentimento: verso il Palazzo, la casta, l’arbitro venduto», scrive Marco Damilano nella prefazione. « Le curve più incattivite sono uscite dal recinto e sono tracimate nelle tribune e poi in campo. Il lessico militare e vagamente bellico delle partite, catenaccio, cannoniere, cambio di casacca e le altre espressioni che troverete nel glossario in appendice, si è trasformato nella neolingua della politica italiana del nuovo secolo. E i capitani delle nuove squadre, anziché raffreddare gli animi, per inventarsi una guerra civile che non c’era tra noi e gli altri si sono trasformati in agitatori di professione, con i loro o di qua o di là, i vaffa, i prima gli italiani, prima noi». «Un deprecabile caso di parassitismo: questo pensavo e ancora un po’ penso dei politici che ogni piè sospinto parlano di calcio, prima lo vivevo con sdegno e qualche lampo di furore, adesso con infastidita rassegnazione che vorrebbe ripiegarsi verso la serenità rinunciataria, che ci vuoi fare, pazienza, doveva andare così…», esordisce invece Filippo Ceccarelli nella sua prosfazione.


    GLI AUTORI
    Pierpaolo Lala, giornalista e operatore culturale leccese, tra i fondatori della Cooperativa CoolClub, si occupa di comunicazione e organizzazione di eventi e festival. Ha dato vita alle rassegne di incontri “Io non l’ho interrotta” e “Conversazioni sul futuro”. Rocco Luigi Nichil è ricercatore di Linguistica italiana presso l’Università del Salento. Scrive di sport e lingua per il sito Treccani. È autore del volume “Il secolo dei palloni” (Éditions de Linguistique et Philologie 2018).
     
    Manni
    Via Umberto I, 49-51
    73016 San Cesario di Lecce (Le)
    Tel./fax 0832.205577
    info@mannieditori.it – www.mannieditori.it

     Ufficio stampa autori
    Società Cooperativa Coolclub
    Piazza Cloe Elmo 10, Lecce
    ufficiostampa@coolclub.it – 3394313397

  • Rachele Andrioli – Redi Hasa – Rocco Nigro a Gagliano
    21:00 -23:59
    2022.04.29

    Continuano gli appuntamenti della rassegna teatrale e musicale “Il Carrozzone” a Gagliano del Capo. Venerdì 29 aprile si esibiranno tre artisti eccezionali che sapranno regalare uno spettacolo immersivo e trascinante dove attraverseranno la musica popolare che unisce i mondi, dal sud America all’Europa dell’est fino ad arrivare al sud Italia guardando il mare, tendendo la mano per accarezzare le montagne dell’Albania, ricordando i luoghi di appartenenza dei tre artisti.

    Rachele Andrioli – voce e percussioni
    Redi Hasa – violoncello
    Rocco Nigro – fisarmonica

    Per info e prenotazioni: 3273809652

  • Passeggiata senza obiettivi a Matino
    21:01 -23:59
    2022.04.29

    Passeggiate senza obiettivi a cura di Rocco Casaluci

  • The Herta’n Roll live al Central Bar di Gagliano
    21:30 -23:59
    2022.04.29

  • Omaggio a De Andrè al Jack n Jill di Cutrofiano
    22:00 -23:59
    2022.04.29

  • Paglialunga – De Marco – Anglano live a Nardò
    22:00 -23:59
    2022.04.29

  • Vascolive al Bakayoko di Parabita
    22:00 -23:59
    2022.04.29

  • La Combriccola di Boe live al MaliSud di Corigliano
    22:00 -23:59
    2022.04.29

  • Outsiders Fest al Barrio Verde di Alezio
    22:00 -23:59
    2022.04.29

    Venerdì 29 aprile 2022 arriva l’energia di Outsider Fest, un contenitore di musica emergente che spazia tra i generi hip-hop, rap, indie pop. Sul nostro palco @mu_fu___ , collettivo underground leccese di rapper, musicisti e cantanti under 30.
    Open Act: Il beatmaker e producer G K S con la presentazione del suo ultimo lavoro “Crisalide”
    Vieni a conoscere la musica di Outsider Fest!

    Ingresso libero
    Start ore 21:30

  • Black Out duo live a Montesardo
    22:00 -23:59
    2022.04.29

  • Altri eventi
    • "Invasione di campo" di Pierpaolo Lala e Rocco Luigi Nichil (Manni Editori) a Melpignano
      19:00 -23:59
      2022.04.29
      VENERDÌ 29 APRILE A MELPIGNANO PROSEGUE IL LUNGO TOUR DI PRESENTAZIONE DEL SAGGIO “INVASIONE DI CAMPO. IL GIOCO DEL CALCIO NEL LINGUAGGIO E NEL RACCONTO DELLA POLITICA” DI PIERPAOLO LALA E ROCCO LUIGI NICHIL, USCITO PER MANNI EDITORI.
       
      Venerdì 29 aprile  (ore 19 – ingresso libero fino a esaurimento posti –  info 3756041184) il Palazzo Marchesale di Melpignano ospita la presentazione di “Invasione di campo. Il gioco del calcio nel linguaggio e nel racconto della politica“, saggio al confine tra linguistica e narrazione, scritto dal giornalista Pierpaolo Lala e dal linguista Rocco Luigi Nichil, con prefazione di Marco Damilano, postfazione di Filippo Ceccarelli e un saggio del linguista Marcello Aprile, uscito per Manni Editori. Gli autori dialogheranno con la giornalista Erica Fiore.

      IL LIBRO
      La lunga storia d’amore tra panchine a bordo campo e aule parlamentari nasce in Italia già tra la fine dell’Ottocento e l’inizio del Novecento, muove i primi passi negli anni del fascismo, inizia a correre durante la Prima Repubblica e va a segno con le vittorie sportive e politiche di Berlusconi, arrivando con forza immutata fino ai giorni nostri. Era dunque inevitabile che la lingua della politica fosse contagiata da slogan e metafore provenienti dal mondo del pallone, sia nel gergo dei parlamentari che in quello giornalistico, nei discorsi ufficiali come sui manifesti elettorali. Certo, i vari assist, pressing e zona Cesarini hanno avuto fortuna anche nella lingua comune; così il lessico immediatamente comprensibile e con il quale gli italiani hanno grande confidenza è stato scelto per rendere familiari alcuni volti, e alcune discese in campo. Il caso più celebre è sicuramente quello del Cavaliere, ma la connessione tra politica e calcio in Italia è antica, e non conosce cartellino rosso. «La discesa in campo di Silvio Berlusconi segna, indiscutibilmente, un prima e un dopo nel rapporto tra il “giuoco del calcio” (come lui stesso ama dire, in modo un po’ âgé) e il linguaggio della politica», raccontano gli autori nella prefazione. «Se nel 1986, atterrando con un elicottero sul campo di allenamento a Milanello, aveva avviato la sua rivoluzione del mondo del pallone, nel 1994 la decisione di fondare Forza Italia e candidarsi, con un videomessaggio, alla guida del Paese stravolge la scena parlamentare e istituzionale ma non solo. Il crollo della Prima Repubblica e la dissoluzione quasi istantanea e contemporanea degli storici partiti al potere negli ultimi quarant’anni, che coincide di fatto con la fine delle ideologie che avevano costituito il presupposto teorico di quel potere e insieme l’esistenza dei partiti d’opposizione, porta a una rivoluzione copernicana nell’assetto politico italiano, ma determina anche un nuovo approccio comunicativo, più diretto e molto meno formale, destinato ad affermarsi negli anni successivi».

      Lo spassoso e al contempo scientifico percorso di analisi storica e linguistica è impreziosito da interventi inediti dei giornalisti Marino Sinibaldi (già direttore di Rai Radio3) e Riccardo Luna (fondatore de “Il Romanista” e firma de “la Repubblica”), del conduttore della trasmissione radiofonica cult Un giorno da pecora Giorgio Lauro, dei comunicatori politici Francesco Nicodemo e Dino Amenduni, delle giornaliste Wanda Marra e Alessandra Sardoni, dell’autore tv Antonio Sofi, dei sociologi Giovanni Boccia Artieri Stefano Cristante, del linguista e giornalista Silverio Novelli, che cura il magazine “Lingua italiana” di Treccani, della storica voce di Tutto il calcio minuto per minuto Riccardo Cucchi, del semiologo Stefano Bartezzaghi e di Edoardo Novelli, responsabile dell’Archivio degli spot politici italiani. Il volume è completato da un glossario (da 0 a 0 a Zona Cesarini/Ciampolillo) con un centinaio tra vocaboli e modi di dire nati nel mondo del calcio e traslati nel dibattito politico.

      «La semplificazione del linguaggio, la divisione del mondo in squadra amica e squadre nemiche, più che avversarie, proprio mentre in politica avanzavano le passioni tristi e le appartenenze deboli, diciamo pure un sostanziale disinteresse pronto a sfociare nel rancore, nella rabbia, nel risentimento: verso il Palazzo, la casta, l’arbitro venduto», scrive Marco Damilano nella prefazione. « Le curve più incattivite sono uscite dal recinto e sono tracimate nelle tribune e poi in campo. Il lessico militare e vagamente bellico delle partite, catenaccio, cannoniere, cambio di casacca e le altre espressioni che troverete nel glossario in appendice, si è trasformato nella neolingua della politica italiana del nuovo secolo. E i capitani delle nuove squadre, anziché raffreddare gli animi, per inventarsi una guerra civile che non c’era tra noi e gli altri si sono trasformati in agitatori di professione, con i loro o di qua o di là, i vaffa, i prima gli italiani, prima noi». «Un deprecabile caso di parassitismo: questo pensavo e ancora un po’ penso dei politici che ogni piè sospinto parlano di calcio, prima lo vivevo con sdegno e qualche lampo di furore, adesso con infastidita rassegnazione che vorrebbe ripiegarsi verso la serenità rinunciataria, che ci vuoi fare, pazienza, doveva andare così…», esordisce invece Filippo Ceccarelli nella sua prosfazione.


      GLI AUTORI
      Pierpaolo Lala, giornalista e operatore culturale leccese, tra i fondatori della Cooperativa CoolClub, si occupa di comunicazione e organizzazione di eventi e festival. Ha dato vita alle rassegne di incontri “Io non l’ho interrotta” e “Conversazioni sul futuro”. Rocco Luigi Nichil è ricercatore di Linguistica italiana presso l’Università del Salento. Scrive di sport e lingua per il sito Treccani. È autore del volume “Il secolo dei palloni” (Éditions de Linguistique et Philologie 2018).
       
      Manni
      Via Umberto I, 49-51
      73016 San Cesario di Lecce (Le)
      Tel./fax 0832.205577
      info@mannieditori.it – www.mannieditori.it

       Ufficio stampa autori
      Società Cooperativa Coolclub
      Piazza Cloe Elmo 10, Lecce
      ufficiostampa@coolclub.it – 3394313397

    • Rachele Andrioli - Redi Hasa - Rocco Nigro a Gagliano
      21:00 -23:59
      2022.04.29

      Continuano gli appuntamenti della rassegna teatrale e musicale “Il Carrozzone” a Gagliano del Capo. Venerdì 29 aprile si esibiranno tre artisti eccezionali che sapranno regalare uno spettacolo immersivo e trascinante dove attraverseranno la musica popolare che unisce i mondi, dal sud America all’Europa dell’est fino ad arrivare al sud Italia guardando il mare, tendendo la mano per accarezzare le montagne dell’Albania, ricordando i luoghi di appartenenza dei tre artisti.

      Rachele Andrioli – voce e percussioni
      Redi Hasa – violoncello
      Rocco Nigro – fisarmonica

      Per info e prenotazioni: 3273809652

    • Passeggiata senza obiettivi a Matino
      21:01 -23:59
      2022.04.29
      Passeggiate senza obiettivi a cura di Rocco Casaluci

    • The Herta'n Roll live al Central Bar di Gagliano
      21:30 -23:59
      2022.04.29

    • Omaggio a De Andrè al Jack n Jill di Cutrofiano
      22:00 -23:59
      2022.04.29

    • Paglialunga - De Marco - Anglano live a Nardò
      22:00 -23:59
      2022.04.29

    • Vascolive al Bakayoko di Parabita
      22:00 -23:59
      2022.04.29

    • La Combriccola di Boe live al MaliSud di Corigliano
      22:00 -23:59
      2022.04.29

    • Outsiders Fest al Barrio Verde di Alezio
      22:00 -23:59
      2022.04.29

      Venerdì 29 aprile 2022 arriva l’energia di Outsider Fest, un contenitore di musica emergente che spazia tra i generi hip-hop, rap, indie pop. Sul nostro palco @mu_fu___ , collettivo underground leccese di rapper, musicisti e cantanti under 30.
      Open Act: Il beatmaker e producer G K S con la presentazione del suo ultimo lavoro “Crisalide”
      Vieni a conoscere la musica di Outsider Fest!

      Ingresso libero
      Start ore 21:30

    • Black Out duo live a Montesardo
      22:00 -23:59
      2022.04.29

30
  • Laboratorio Curativo Salentino
    09:00 -23:59
    2022.04.30

  • Festa di San Giuseppe a Salignano
    18:00 -23:59
    2022.04.30

  • Vissi d’arte. Vissi per Maria – Omaggio a Maria Callas
    19:30 -23:59
    2022.04.30

    Stagione Concertistica 2022

    Associazione Musicale Opera Prima

    Teatro Oratorio Don Orione

    Largo Palazzo Marchesale – Arnesano (LE)

    SABATO 30 APRILE 2022, ore 19.30

    APPASSIONATO

    Vissi d’arte. Vissi per Maria – Omaggio a Maria Callas

    Spettacolo teatrale e musicale

     

    Ensemble Musica Civica

    Giampiero Manciniattore

    Dino De Palma, violino

    Luciano Tarantino, violoncello

    Donato Della Vista, pianoforte

     

    Voce di Maria Callas

    Marco Maffei, sound engineer

     

    Testo e drammaturgia di Roberto D’Alessandro

     

    Arie tratte da opere di

    Giordano, Bellini, Verdi, Puccini

    *****

    Con “Vissi d’arte. Vissi per Maria – Omaggio a Maria Callas”, sabato 30 aprile, alle 19.30, si riaccendono i riflettori del Teatro “Don Orione” di Arnesano (Le) per l’ultimo appuntamento di primavera della rassegna “Appassionato”, diretta da Vincenzo Rana e realizzata dall’Associazione Musicale Opera Prima nell’ambito della Stagione Concertistica 2022.

    È la volta di uno spettacolo teatrale e musicale che unisce tecnica e sperimentazione, incentrato sulla vita e sulla personalità umana ed artistica del soprano più grande di tutti i tempi, alla vigilia del centenario della sua nascita (New York, 2 dicembre 1923).

    Attraverso una sofisticata tecnica d’ingegneria acustica e di estrapolazione della voce, lo spettacolo consente di ascoltare la voce di Maria Callas mentre Dino De Palma al violino, Luciano Tarantino al violoncello e Donato Della Vista al pianoforte suonano dal vivo in perfetta sincronia. Un esperimento unico di isolamento della voce per far rivivere le emozioni di un timbro indimenticabile, di un virtuosismo canoro mai visto prima. Mentre il soprano si esibirà, in scena ci sarà Bruno, il suo maggiordomo, interpretato da Giampiero Mancini, che svelerà i segreti, gli amori e il dietro le quinte del soprano.

    Bruno prende servizio presso casa Meneghini a Milano, nel febbraio 1953, quando Maria ha trent’anni ed è bella come una dea greca. Fu un fedele servitore, rinunciando ad una vita propria, imparando a servire, assistere, proteggere la donna che amò profondamente Meneghini, perse la testa per Onassis, si innamorò di Pasolini e non fu mai felice.

    Nonostante la sua ferrea disciplina, la sua severità e la sua tenacia instancabile, Bruno sa che Maria è una persona fragile e diversa dal personaggio che la critica dipinge.

    Non è la diva contesa da tutti i teatri, non è la superba, ambiziosa e capricciosa artista che si descrive, non è la Medea delle sue interpretazioni indimenticabili; è tutt’altro quello che gli occhi di Bruno vedono negli occhi di lei, troppo spesso pieni di dolore e lacrime, quello che le sue orecchie sentono quando Madame, come lui la chiama, piange la perdita del figlio cui è costretta a rinunciare per amore di “Aristo”, Aristotele Onassis.

    Al racconto di una vita breve, dato che Maria Callas visse solo 54 anni e oggi ne avrebbe compiuti 100, è abbinato l’ascolto delle arie che hanno reso la Callas uno spartiacque tra il prima e il dopo.

     

    Ensemble Musica Civica

    Giampiero Manciniattore

    Dino De Palma, violino

    Luciano Tarantino, violoncello

    Donato Della Vista, pianoforte

    Voce di Maria Callas

    Marco Maffei, sound engineer

    Testo e drammaturgia di Roberto D’Alessandro

    Arie tratte da opere di Giordano, Bellini, Verdi, Puccini

     

    Ingresso con Super Green Pass e mascherina ffp2 per tutta la durata del concerto. Costo del biglietto € 7.

    È possibile prenotare direttamente sul sito

    https://www.associazioneoperaprima.com/biglietteria/

    oppure inviando un messaggio Whatsapp al numero 3274562684.

     

    La rassegna “Appassionato” è dedicata alle eccellenze pugliesi con una particolare attenzione verso l’universo vocale. Gli interpreti di assoluto prestigio, le proposte raffinate e variegate ne fanno una delle realtà più interessanti del territorio pugliese.

     

    La Stagione Concertistica 2022 dell’Associazione Musicale Opera Prima si concluderà il 15 maggio con l’ultimo appuntamento della rassegna “Sfere Sonore”: sul palco del Teatro “Don Orione” tornerà Sandro Cappelletto, questa volta accanto al violinista Marco Rizzi per raccontare Mozart. La conquista della dura libertà.

     

    Dettagli su www.associazioneoperaprima.com

    Per informazioni scrivere a info@associazioneoperaprima.com o telefonare al numero +39 327 4562684

     

    Azzurra De Razza

    Addetto Stampa Opera Prima

    Cell. 3387755897 – azzurraderazza@gmail.com

     

    Programma

    U. Giordano                           La mamma morta

    dall’opera Andrea Chénier

    Vincenzo Bellini                     Casta Diva

    dall’opera Norma

    Giuseppe Verdi                     Ave Maria

    dall’opera Otello

    Giacomo Puccini                    Vissi d’arte

    dall’opera Tosca

     

    Un bel dì vedremo

    dall’opera Madama Butterfly

    GIAMPIERO MANCINI, attore

    Definito dalla critica “uno dei talenti più cristallini del teatro italiano”, Mancini è un acclamato attore abruzzese impegnato nel cinema, nella televisione, nel teatro, nel teatro-canzone e nelle pubblicità.

    La sua poliedricità lo ha sempre condotto a cimentarsi in attività artistiche diametralmente distanti tra loro, dalle fiction (La prima volta di mia figlia, Zio Gianni, Angeli, Squadra Antimafia 6, I Segreti di Borgo Larici, Sarò sempre tuo padre, Caccia al Re, R.I.S, Distretto di Polizia, I Delitti del Cuoco, La Squadra, 7 Vite, Benvenuti a tavola, Che Dio ci aiuti, R.I.S. Roma, Il Commissario Rex, Mentre ero via, Romolo + Giuly 2, L’Allieva 3, Nero a metà 3, Fosca innocenti, Un posto al sole, Giuda Astrologica per cuori infranti, Impero) alla conduzione di programmi per SKY (Bollicine sotto torchio e Piatto ricco), dalle pubblicità (testimonial con Francesco Totti e la Roma per la Volkswagen, per la guida del Gambero Rosso e protagonista degli spot pubblicitari di Pizza Hut) ai voice off (voce di Vallanzasca ne La storia siamo noi di Gianni Minoli per Raitre), dai radiodrammi ai readings (Pasolini, Bukowsky, D’Annunzio e l’ultima fortunatissima Lectura Dantis con la quale ha debuttato a Salisburgo.

    Con Tuo Hanks; Maree e Far finta di essere Gaber, il legame con la musica diventa imprescindibile.

    Come attore-cantante Mancini trova la sua dimensione ideale collaborando stabilmente con le più importanti istituzioni sinfoniche nazionali ed internazionali in spettacoli come Strappami la Vita, Histoire du soldat, Il demone e la fanciulla, Pierino e il lupo, Il Bue sul tetto, Il Carnevale degli animali, Io Mozart, Carmen, Vi assicuro che zio Ludwig.

    Premiato in Versilia come uno dei dieci migliori artisti italiani nell’ambito del teatro-canzone, da 11 anni è direttore artistico del laboratorio di Formazione attoriale S.M.O. di Pescara.

    Di recente ha recitato per la televisione nel film tv prodotto dalla Rai La casa dei papà, in Rex 5, Don Matteo 8, nei panni di Giacomo Puccini nel kolossal Il grande Caruso, Come un delfino2, con Raul Bova, RIS Roma 3.

    Inoltre ha concluso una lunga tournée con il lavoro teatrale “Separati”, andando in scena al Teatro Ghione di Roma, con grande successo di pubblico e di critica.

     

    DINO DE PALMA, violino

    Terminato con lode il corso accademico di violino e col massimo dei voti quello in viola, si è laureato con 110 e lode in Lettere. La sua carriera di solista e camerista lo ha portato ad esibirsi in tutto il mondo in sale e teatri come la Carnegie Hall e il Lincoln Center a New York, la Sala Tchaikowsky a Mosca, il Teatro Coliseum a Buenos Aires, il Centro Pompidou a Parigi, il Seoul Art Center a Seul, l’Auditorium Nazionale di Madrid, il Teatro Solis a Montevideo, la Smethana Hall di Praga e moltissimi altri in tutto il mondo.

    Le sue tournèe, in oltre venti anni di carriera solistica e cameristica, lo hanno visto protagonista in Russia, Stati Uniti, Brasile, Francia, Egitto, Australia, Taiwan, Israele, Turchia, Svezia, Lituania, India, Giappone, Corea, Germania, Spagna, Italia, Repubblica Ceca, Argentina, Uruguay spesso al fianco di artisti del calibro di Uto Ughi, Enrico Dindo, Jerry Lewis, Bart Bacarach, Liza Minnelli, Charlie Haden, Roberto Benigni, Vittorio Gassman, Andrea Bocelli, Gigi Proietti, Sergio Castellitto, Margaret Mazzantini, Placido Domingo e molti altri.

    Violino di spalla dell’Orchestra del Teatro Petruzzelli di Bari, della Filarmonica Marchigiana, dell’Orchestra da camera di Bologna, prima viola nell’Orchestra del Teatro la Fenice di Venezia e del Teatro Regio di Parma, ha collaborato con le orchestre sinfoniche della RAI di Roma, Torino e Napoli, con “I Solisti Aquilani”, “I Filarmonici di Roma”, l’”Orchestra da camera di Santa Cecilia” di Roma, i Solisti Dauni di cui è stato primo violino per oltre quindici anni e molte altre orchestre in Europa e nel mondo.

    Ha inciso per BMG, Bongiovanni di Bologna, Velut Luna di Padova, Amadeus e altre case discografiche. Già docente all’Università di Foggia, ai corsi dell’ISMEZ, ai corsi internazionali di Lanciano, è titolare della cattedra di violino al Conservatorio Umberto Giordano di Foggia ed è visiting professor alla Sungshin University di Seoul.

    Dino De Palma suona un violino Mantegazza del 1795.

     

    LUCIANO TARANTINO, violoncello

    Violoncellista barese, classe 77 diplomato al Conservatorio di Bari già ventenne suonava nella orchestra Nazionale della Rai, diretto da grandi direttori d’orchestra come Mazel, DeBurgos, Abbado, Sinipoli, Pretre, Petrenki etc.

    Concilia l’attività didattica di insegnante di violoncello presso la scuola ad indirizzo musicale di Trani, con l’attività di concertista che nell’ultimi 2 anni lo ha visto calcare il palcoscenico in oltre 100 concerti, tra i più importanti Festival Piatti, Festival Caffeina, Giornata FAI, Giornata Europea della Cultura Ebraica,Festival del Trentino, Senato della Repubblica Italiana, Dubrovnik, Milano, Barcellona, Parigi, etc.

    Il suo impegno per la ricerca discografica di composizioni inedite, lo ha portato alla realizzazione di nr 8 cd, negli ultimi due anni, vincendo la nomination come unico e primo italiano per il contest discografico indetto dalla Violoncello Foundation di NewYork.

    Suona il preziosissimo violoncello italiano “Carlo Antonio Testore 1736”.

     

    DONATO DELLA VISTA, pianoforte

    Ha conseguito il diploma di pianoforte col massimo dei voti presso il Conservatorio di Musica Umberto Giordano di Foggia sotto la guida della prof.ssa Maria Ausilia D’arcangelo, successivamente ha seguito i corsi di perfezionamento del maestro Franco Scala. E’ stato premiato in diversi concorsi nazionali ed internazionali come solista, in formazioni da camera e come pianista accompagnatore. Variegata è l’attività concertistica tenuta nelle sale italiane ed estere. Molteplici sono le produzioni di opere liriche nei teatri dove ha ricoperto il ruolo di maestro sostituto al pianoforte ed ha collaborato come pianista in importanti masterclass. Vice direttore del conservatorio di Foggia dal 2005, è titolare nello stesso Istituto della cattedra di accompagnamento pianistico.

  • WEEK END DI APPUNTAMENTI AL CASTELLO VOLANTE DI CORIGLIANO D’OTRANTO
    20:00 -23:59
    2022.04.30

    SABATO 30 APRILE E DOMENICA 1 MAGGIO: NUOVO WEEK END DI APPUNTAMENTI AL CASTELLO VOLANTE DI CORIGLIANO D’OTRANTO


    Il Castello Volante di Corigliano d’Otranto prosegue il suo viaggio tra arti, sapori, musiche e culture. Sabato 30 aprile e domenica 1 maggio dalle 10 alle 14 e dalle 16 alle 22 sarà attivo l’infopoint con la possibilità di visitare le sale e gli spazi esterni dell’antico maniero. Dalle 18 per l’aperitivo e la cena (domenica anche a pranzo) sulle terrazze aperto anche “Nuvole – Cibi, storie, culture” (info e prenotazioni 3343429268 – nuvole@ilcastellovolante.it). L’Officina del gusto e degli spiriti del Castello propone un’identità rinnovata e un inedito menù tutto da gustare. La cultura gastronomica del Salento, tra terra e mare, incontra quella dei popoli che l’hanno attraversato per dare vita a sapori originali.

    Domenica 1 maggio, inoltre, una nuova “speciale” domenica di Primavera con l’apertura di Nuvole a pranzo e cena, un laboratorio per bambine e bambini (alle 16 e 17:30), una doppia visita guidata del Borgo “Volante” a cura della Pro Loco (partenza dalla Quercia Vallonea alle 10 e alle 16 – 10 euro – prenotazioni 3792802903) e altre sorprese. Alle 18:30 appuntamento con “Bandiera bianca“, reading di e con Alessandra De Luca. Una riflessione tragicomica sul mondo del lavoro oggi a partire da piccole, minute esperienze biografiche. A fare da cornice e sfondo la città di Roma, con le sue complessità e la sua variegata umanità. Dagli spaghetti scotti serviti a ignari turisti americani, alla rendicontazione impossibile di progetti di empowerment locale, agli ombrellini aperti sulle teste di piloti di gare automobilistiche di formula4: è un gioco di andate e ritorni nella ricerca spasmodica del proprio posto nel mondo. Dalle 19 in consolle Asheblasta, dj set world a cura di Roberto Chiga, musicista e tamburellista di professione. Così come la scèblasti (“pizzo” salentino di origine zollinese) nasce da un miscuglio di ingredienti che legati al territorio fondono sapori antichi con la modernità dello street food, allo stesso modo il dj set che ci propone si insaporisce di ingredienti a base di world music, funk, jazz, soul, hip-hop, ethno elettronica, che si fondono a sonorità etniche che vanno dal balkan alla pizzica-pizzica passando per il medio oriente fino a oltreoceano. Un viaggio esotico tutto da ballare.

    Il progetto Castello Volante – vincitore del bando per l’adeguamento degli attrattori turistici all’accoglienza di attività di spettacolo dal vivo della Regione Puglia – è gestito dal 2017 da Multiservice Eco, Big Sur e Coolclub in collaborazione con il Comune di Corigliano d’Otranto. Nel corso dell’estate il Castello proporrà la musica di Sei Festival, le proiezioni e i percorsi espositivi di Cinema del reale, gli incontri e i dibattiti di Io non l’ho interrotta, tutte produzioni originali delle realtà che animano il progetto culturale. Non mancheranno, inoltre, altri appuntamenti con arte, danza, cibo, letteratura, arte, nuovi mestieri e artigianato. Il Castello Volante è, infatti, un grande cantiere delle arti in cui nascono opere ed eventi che scaturiscono dall’incontro in un processo di ibridazione e “scambi creativi”. Il Castello e il suo borgo diventano così luoghi da abitare, storie da scoprire e da svelare, corpi architettonici e simbolici con cui stabilire una relazione sentimentale e di scambio, a cui restituire un segno del proprio passaggio. L’infoPoint, infine, offrirà un catalogo di esperienze culturali, visite guidate, bike tour dentro e intorno le mura del Castello e all’interno del suo bookshop una selezione di produzioni editoriali, artigianali e di design made in Puglia.

    Info
    ilcastellovolante.it
    www.facebook.com/castellovolantecoriglianodotranto
    www.instagram.com/castellovolante/

    Ufficio Stampa
    Società Cooperativa Coolclub
    Piazzetta Cloe Elmo 10 – 73100 Lecce
    www.coolclub.it – ufficiostampa@coolclub.it – 0832303707
    Pierpaolo Lala – pierpaolo@coolclub.it – 3394313397
    Cristiana Alessia Francioso – cristiana@coolclub.it – 3889311218

  • Festa Santa Maria di Belvedere a Barbarano
    20:00 -23:59
    2022.04.30

  • Festa Maria SS Annunziata a Tuglie
    20:00 -23:59
    2022.04.30

  • Memorie d’Arneo con Fabrizio Pugliese e Fabrizio Saccomanno a Leverano
    20:30 -23:59
    2022.04.30

    Sabato 30 aprile – ore 20:45
    Teatro Comunale – Leverano (Le)
    Ingresso libero con contributo volontario
    Info e prenotazioni 3285317676 – 3403129308


    MEMORIE D’ARNEO
    Sabato 30 aprile al Teatro Comunale di Leverano in scena l’inedito spettacolo di e con Fabrizio Pugliese e Fabrizio Saccomanno con musiche del violoncellista Redi Hasa


    Sabato 30 aprile alle 20.45 il Teatro Comunale di Leverano, in provincia di lecce, ospita la prima assoluta di “Memorie d’Arneo”, uno spettacolo di e con Fabrizio Pugliese e Fabrizio Saccomanno con musiche composte ed eseguite dal vivo dal violoncellista Redi Hasa prodotto da Ura Teatro con il sostegno del Consiglio Regionale della Puglia e del Comune di Leverano in collaborazione con Unione dei Comuni Union3 e CoolClub. Dopo lo spettacolo, un breve incontro con i due attori e la proiezione del video/documentario a cura del regista Giuseppe Pezzulla con la produzione esecutiva di Teresia film.

    «Da Nardò a Taranto non c’è nulla, c’è l’Arneo un’espressione vagamente favolosa come nelle antiche carte geografiche quei vuoti improvvisi che s’aprono nel cuore di quelle terre raggiunte dalla civiltà», raccontava lo scrittore Vittorio Bodini. L’Arneo era una terra di sogni e speranze. Lo era per chi, con le mani indurite da un lavoro nei campi che non lo riscattava dalla miseria, vedeva, in quei terreni che si estendevano a perdita d’occhio, la promessa di una rinascita. Era il sogno di quegli anni, dopo la Seconda Guerra Mondiale, dopo gli orrori, perché era bello credere che di terra si potesse campare. Ed era un sogno condiviso in tutto il paese, da tutti quei contadini che vedevano immensi feudi abbandonati. Ed era il sogno di quei contadini che sapevano come prendersene cura, con quanto sudore renderla feconda, come gioire dei suoi frutti. Ché la bellezza è un premio per chi la sa coltivare, non un diritto per chi la può comprare.

    Le occupazioni nell’Arneo a cavallo tra anni ’40 e ‘50 sono la conclusione di una straordinaria stagione di lotte per il lavoro e per la dignità dell’uomo e hanno contribuito fortemente alla costruzione dell’identità di quel territorio. Raccontare di quei fatti, di quelle speranze, di quelle conquiste, vuol dire raccontare un sud del mondo che chiede, ora e sempre, che venga ascoltato il suo pensare, il suo conoscere, perché sono tante le strade che si possono percorrere e tanti i nomi di Dio. «Quella coscienza di sé, che appariva così radicata sino a pochi anni fa, è stata purtroppo snaturata via via da una cultura sempre più individualistica che ha finito per sbiadirne anche il ricordo. Crediamo che il teatro possa innestarsi efficacemente in questo processo e raccogliere la sfida di restituire una riflessione collettiva che torni a delineare il vivere civile», sottolineano Fabrizio Pugliese e Fabrizio Saccomanno. Questo progetto artistico ha quindi scelto di provare a mettere nuovamente in moto quel meccanismo di circolarità della memoria che alimenta un sano rapporto tra le generazioni. Ha scelto di farlo con un lavoro di ricerca prima e di restituzione poi, attivando una scrittura drammaturgica intessuta da un originale incontro tra musica, narrazione ed immagini, alla ricerca di una comunicazione che riuscisse a trasformare la memoria in uno sguardo rinnovato sul futuro.

    L’Associazione Culturale Ura Teatro nasce come naturale continuazione del sodalizio artistico tra Fabrizio Saccomanno e Fabrizio Pugliese. Dopo anni di lavoro all’interno di un Teatro Stabile per l’Innovazione, e dopo la loro uscita da quella struttura, hanno attivato diverse collaborazioni con artisti e strutture pugliesi, ma costante era la voglia di approfondire quel percorso artistico cominciato oramai quindici anni fa. Nascono nel frattempo due spettacoli, “Gramsci, Antonio detto Nino” di Saccomanno, e “Per Obbedienza, dell’incanto di Frate Giuseppe” di Pugliese, due lavori in cerca di una ‘casa’, lavori nati in quel filone di narrazione che fa della memoria il proprio centro poetico. Così due personaggi atipici, ognuno a suo modo, Gramsci e San Giuseppe da Copertino, danno il via al progetto URA teatro: quando la ricerca sulla memoria si lega al racconto stesso della vita quotidiana, ai problemi del presente e alle speranze del futuro, diventa un atto creativo della contemporaneità e non uno sterile culto di un passato da idealizzare. Nella nuova “casa” trovano spazio sia i vecchi lavori di Saccomanno ‘Via’ e ‘Iancu’ che due nuovi progetti: “Shoah, frammenti di una ballata“ di Saccomanno accompagnato dal violoncellista Redi Hasa, e uno spettacolo di cantastorie di strada di Pugliese, ‘Transumanze’. Nel frattempo è continuo il lavoro sul territorio con progetti di teatro comunità in alcuni paesi del Salento. Ura è parola presa in prestito dalla vicina Albania. Sta per ponte.

    Dai Balcani alle terre della Tarantola a Robert Plant e Ludovico Einaudi: in un violoncello rubato Redi Hasa ha messo tutta la sua vita. Maestro e